Desametasone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Desametasone
{{{immagine1_descrizione}}}
Nome IUPAC
9-fluoro-11β,17,21-tridrossi-16a-
metilpregna-1,4-diene-3,20-dione
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C22H29FO5
Massa molecolare (u) 392.464 g/mol
Numero CAS [50-02-2]
Codice ATC A01AC02
PubChem 5743
DrugBank APRD00674
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 80 - 90%
Metabolismo epatico
Emivita 36-54 ore
Escrezione renale
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine irritante

pericolo

Frasi H 315 - 317 - 319 - 334 - 335
Consigli P 261 - 280 - 305+351+338 - 342+311 [1]

Il desametasone (o dexametasone) è un farmaco corticosteroide. È un antinfiammatorio steroideo.

Il suo impiego mediante test notturno (1 mg alle ore 23 e dosaggio del Cortisolo Libero Urinario, CLU, alle ore 8 del mattino successivo, Test di Nugent) o a basse ed alte dosi (0,5 mg ogni 6h x 48h, Test di Liddle a basse dosi; 2 mg ogni 6h x 48h, Test di Liddle ad alte dosi) serve per valutare se l'asse ipofisi-surrene è rimasto intatto. Per questo è molto utile, specie per la diagnosi del morbo di Cushing.

Visti i suoi effetti collaterali; ansia, depressione, diabete mellito, osteoporosi, retinopatia, ipertensione, diminuzione della memoria, morte dei neuroni, colite, gastrite, ritenzione idrica, inibizione del sistema immunitario, disfunzione erettile, ecc.; va usato soltanto in casi estremamente gravi, quando le terapie non steroidee hanno fallito.[senza fonte]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 26.04.2012