Demoni (Warhammer)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I demoni sono personaggi immaginari dell'universo fittizio dei giochi Warhammer Fantasy e Warhammer 40.000; sono entità prive di consistenza fisica, confinate in un reame di pura energia e potere informe dove tempo e spazio non hanno alcun significato.

Demoni in Warhammer Fantasy[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ambientazione di Warhammer Fantasy, gli esseri che abitano nella dimensione del Caos sono generati dal subconscio delle menti degli uomini; si nutrono di sogni, incubi, paure e desideri e vengono plasmati in modo repentino e imprevedibile dai più remoti e tumultuosi pensieri umani. In termini ristretti, tutto questo può essere riassunto nella somma di speranza, disperazione, rabbia e piacere: provando questi sentimenti, gli uomini hanno inconsciamente creato i quattro Dei Oscuri, le entità che dominano i reami demoniaci. Così come sono vari e imprevedibili i pensieri dell'uomo, così sono gli Dei Oscuri, contraddittori, complessi e intriganti, ramificati in un turbine tumultuoso di vizi e virtù e affiancati da piccoli timori e piccole ansie. Questa è la natura dei demoni: frammenti di un'entità più grande dalla quale assumono identità.

I demoni vengono evocati sul mondo materiale dalla magia da cui traggono l'energia necessaria a mantenere una propria forma fisica: tale forma fisica sarà determinata da come il demone viene immaginato dagli uomini. Un Sanguinario di Khorne, per esempio, verrà immaginato come una creatura terrificante, lorda del sangue delle proprie vittime, feroce e brutale, con in pugno una formidabile ascia, simbolo della propria divinità, e tale quindi sarà il suo aspetto fisico una volta evocato sul mondo materiale. L'Orrore di Tzeentch, servo del Signore del Mutamento, assumerà la forma di un mutevole ammasso di materia magica che riesce ad incanalare la magia e a rilasciarla per infliggere dolore agli avversari.

Demoni in Warhammer 40.000[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2008 (WD nº 111) è stato creato l'esercito dei Demoni per Warhammer 40.000, dedito principalmente al corpo a corpo; non possiedono alcuna unità con armi da fuoco (a parte la Lingua e le altre armi dello Strazia Anime) e le uniche armi da distanza che possiedono sono i poteri psionici (nel caso di Tzeench). Rappresentano il raggruppamento di tutti i Demoni maggiori e minori, che prima erano meno curati nel Codex: Chaos.

Altri giochi[modifica | modifica wikitesto]

I demoni appaiono, in prima persona o sotto forma di persone possedute, in diversi giochi della Games Workshop ambientati negli universi di Warhammer Fantasy (Mordheim, Warmaster) e Warhammer 40,000 (Battlefleet Gothic, Inquisitor).

Tipi di demoni[modifica | modifica wikitesto]

I demoni si dividono generalmente nelle seguenti categorie:

  • Demoni maggiori: sono l'espressione definitiva del potere degli dei del Caos. Mostri giganteschi di incredibile potere, a volte sono in grado di combattere un'armata da soli. I demoni maggiori delle quattro principali divinità sono l'Assetato di Sangue di Khorne, il Signore del Mutamento di Tzeentch, il Custode dei Segreti di Slaanesh e il Grande Immondo di Nurgle.
  • Demoni minori: sono i più comuni tipi di demoni, parte delle truppe degli dei del Caos. Più deboli dei corrispettivi demoni maggiori, Hanno un aspetto mostruoso che riflette la natura del loro dio (ad esempio, i demoni del dio della guerra Khorne sono rosso sangue, dotati di armature e grandi asce o spade, mentre gli orrori del dio del mutamento Tzeentch sono senza forma).
  • Bestie demoniache: sono demoni animaleschi, usati spesso come bestie da caccia da parte dei seguaci del Caos. Ne sono un esempio i Segugi di Khorne e le Bestie di Nurgle. Esistono anche bestie demoniache non devote a nessun dio in particolare, ovvero le Furie.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gavin Thorpe, Priestley, Rick, Reynolds, Anthony e Alessio Cavatore, Warhammer Armies: Hordes of Chaos, 1st, Nottingham, Games Workshop, 2002, ISBN 1-84154-222-9.
  • Andy Chambers, Haines, Pete, Hoare, Andy e Kelly, Phil, and McNeill, Graham, Warhammer 40,000 Codex: Chaos Space Marines, 2nd, Nottingham, Games Workshop, 2002, ISBN 1-84154-322-5.
  • Andy Chambers, Kelly, Andy e McNeill, Graham, Warhammer 40,000 Codex: Daemonhunters, 1st, Nottingham, Games Workshop, 2003, ISBN 1-84154-361-6.
  • Mat Ward, Warhammer Armies: Daemons of Chaos, 7th, Nottingham, Games Workshop, 2007, ISBN 978-1-84154-883-8.