Delta Centauri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Delta Centauri
Delta Centauri
Centaurus IAU.svg
ClassificazioneSubgigante blu
Classe spettraleB2 IVne
Tipo di variabileGamma Cassiopeiae
Distanza dal Sole414 anni luce[1]
CostellazioneCentauro
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta12h 08m 21,4976s
Declinazione-50° 23′ 20,74″
Dati fisici
Raggio medio6,5 R
Massa
10 M
Velocità di rotazione263 km/s
Temperatura
superficiale
22.360 K (media)
Luminosità
12.000 L
Indice di colore (B-V)-0,13
Età stimata< 20 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app.+2,58 (media)
Magnitudine ass.-2,82
Parallasse7,86 ± 0,47 mas
Moto proprioAR: -49,94 mas/anno
Dec: -7,19 mas/anno
Velocità radiale11,0 km/s
Nomenclature alternative
HR 4621, HD 105435, SAO 239689, HIP 59196, CD −50°6697, CCDM J12083-5043.

Coordinate: Carta celeste 12h 08m 21.4976s, -50° 23′ 20.74″

Delta Centauri vista al binocolo

Delta Centauri (δ Centauri, δ Cen) è una stella nella costellazione del Centauro di magnitudine apparente +2,58 distante circa 400 anni luce[2]. Viene ricordata talvolta con il suo nome cinese Ma Wei.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Delta Centauri è una subgigante bianco-azzurra di tipo spettrale B2 classificata come variabile Gamma Cassiopeiae e come alcune stelle di questa classe è una stella Be; la sua magnitudine varia da +2,51 a +2,65[3].

Con una temperatura superficiale di circa 23.000 K è circa 12.000 volte più luminosa del Sole, la massa è 10 volte quella solare e il raggio di 6,5 volte superiore[1]. Due stelle vicine di classe B, HR 4618 e HR 4619, pare abbiano lo stesso moto proprio di Delta Centauri, e formerebbero con essa un piccolo ammasso stellare o un sistema triplo. Recenti studi interferometrici indicherebbero inoltre anche la presenza di una compagna situata all'incirca a 6,9 U.A. dalla principale, con un periodo orbitale di 4,6 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b A. Meilland et al., VLTI/MIDI observations of 7 classical Be stars, in Astronomy & Astrophysics, vol. 505, nº 2, ottobre 2009, pp. 687-693, DOI:10.1051/0004-6361/200911960.
  2. ^ CENTAURO, su astrogavi.it. URL consultato il 26 gennaio 2012.
  3. ^ AAVSO - query form, in result for Delta Cen. URL consultato il 26 gennaio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni