Delegazione apostolica nella Penisola Arabica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La delegazione apostolica nella Penisola Arabica è una rappresentanza della Santa Sede presso le Chiese locali dell'Arabia.

Giurisdizione[modifica | modifica wikitesto]

La delegazione apostolica estende la sua giurisdizione sull'Arabia Saudita e l'Oman, unici due Stati della regione a non intrattenere relazioni diplomatiche bilaterali con la Santa Sede: il delegato apostolico, infatti, è rappresentante pontificio solo presso le Chiese locali, non presso i governi. La comunità cristiana dell’Oman è parte del vicariato apostolico dell'Arabia meridionale; invece i cristiani sauditi sono formalmente nel territorio del vicariato apostolico dell'Arabia settentrionale, ma è loro impedito di praticare il culto.

Il delegato apostolico, che è anche nunzio apostolico in Kuwait, Emirati Arabi Uniti, Bahrein, Qatar e Yemen, risiede in Kuwait.

Dal 5 aprile 2016 il delegato apostolico è Francisco Montecillo Padilla, arcivescovo titolare di Nebbio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 3 luglio 1969, con la bolla Sollicitudo omnium di papa Paolo VI, fu eretta la «Delegazione apostolica della Regione del Mar Rosso» con residenza a Khartoum e con giurisdizione sulla Somalia, il Sudan, Gibuti e la parte meridionale della penisola arabica. La parte settentrionale, invece, faceva riferimento alla nunziatura apostolica in Kuwait, che era stata stabilita l'8 febbraio dello stesso anno. Poco dopo, nel 1972 fu stabilita una nunziatura in Sudan.

Il 26 marzo 1992, con il breve apostolico Suo iam pridem di papa Giovanni Paolo II, la Somalia e Gibuti furono eretti in delegazioni apostoliche autonome e la giurisdizione della delegazione del Mar Rosso fu estesa a tutta la penisola arabica e le isole circostanti, ad eccezione del Kuwait, e contestualmente assunse il nome attuale; la residenza fu posta in Kuwait, il cui nunzio apostolico svolgeva anche le funzioni di delegato in Arabia.

Negli anni successivi vari Paesi dell'area hanno stretto relazioni con la Santa Sede: Yemen il 13 ottobre 1998; Bahrein il 12 gennaio 2000; Qatar il 18 novembre 2002; Emirati Arabi Uniti il 31 maggio 2007. Pertanto oggi la giurisdizione della delegazione è ridotta solo ad Arabia Saudita e Oman.

Lista dei delegati apostolici[modifica | modifica wikitesto]

Delegati apostolici nella Regione del Mar Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Delegati apostolici nella Penisola Arabica[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]