Deconvoluzione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La deconvoluzione nell'elaborazione digitale delle immagini indica una tecnica di correzione basata sull'applicazione di un apposito algoritmo.

L'algoritmo di deconvoluzione consente di ricostruire su base statistica gli elementi mancanti, togliere i fattori di disturbo e rendere possibile la creazione di una immagine di qualità maggiore.

La deconvoluzione viene applicata soprattutto alle immagini che provengono dallo spazio dai telescopi, spesso poco leggibile per errori delle ottiche o a causa di interferenze. L'algoritmo risulta utile anche in altri campi, come la microscopia, la sismica a riflessione e la fotografia digitale, dove consente per esempio di migliorare la messa a fuoco di un soggetto.

La prima applicazione risale al 1988, quando l’algoritmo venne applicato su un'immagine ripresa dall'osservatorio Whipple in Arizona, che riguardava la regione di formazione stellare denominata L43 in Ophiuco[senza fonte].

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàGND (DE4014854-3