Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Debreceni Vasutas Sport Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Debreceni VSC)
Jump to navigation Jump to search
Debreceni VSC
Calcio Football pictogram.svg
Loki
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px diagonal HEX-BF0000 White.svg Rosso-bianco
Simboli una ruota alata
Dati societari
Città Debrecen
Nazione Ungheria Ungheria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Hungary.svg MLSZ
Campionato Nemzeti Bajnokság I
Fondazione 1902
Presidente Ungheria Sándor Szilágyi
Allenatore Portogallo Leonel Pondes
Stadio Nagyerdei Stadion
(20.340 posti)
Sito web www.dvsc.hu
Palmarès
Titoli nazionali 7
Trofei nazionali 6 Coppe d'Ungheria
5 Supercoppe d'Ungheria
1 Coppa di Lega ungherese
Si invita a seguire il modello di voce

Il Debreceni Vasutas Sport Club, meglio noto solo come Debrecen, è una società calcistica con sede a Debrecen, in Ungheria. Milita nella Nemzeti Bajnokság I, la massima serie del campionato ungherese.

Ha vinto sette volte il titolo nazionale. Nella bacheca del club figurano anche sei Coppe d'Ungheria, vinte nel 1999, 2001, 2008, 2010, 2012 e 2013, cinque supercoppe nazionali ed una coppa di Lega. L'attuale allenatore è Elemér Kondás.

Il 25 agosto 2009 è riuscito nell'impresa di qualificarsi per la fase a gironi della Champions League, battendo ai play-off nel doppio confronto i bulgari del Levski Sofia. I magiari passano così alla storia, bissando quanto era riuscito soltanto ad un'altra ungherese, il Ferencvárosi Torna Club, nell'edizione 1995-1996 della competizione europea.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il club viene fondato il 12 marzo 1902 come Egyetértés Futball Club. Nei primi anni il meccanismo del campionato ungherese prevede la disputa di un campionato a Budapest, più altri "campionati provinciali"; il Debrecen vince il suo girone in più di un'occasione. La formula viene cambiata successivamente, e solo nella stagione 1943-1944 la squadra gioca la prima stagione in massima divisione. Disputa vari campionati in questa categoria nella seconda metà degli anni quaranta e nella prima parte degli anni sessanta, e per buona parte degli anni ottanta.

Gli anni dei successi[modifica | modifica wikitesto]

Il Debrecen del 1985-1986, finalista nella Coppa Mitropa.

Dopo una finale di Mitropa Cup nella stagione 1985-1986 persa contro il Pisa, il periodo migliore della storia del club comincia nel 1993, quando la squadra raggiunge stabilmente la prima divisione. Nel 1999 il Debrecen vince per la prima volta nella sua storia la Coppa d'Ungheria, e grazie a questo successo fa il suo esordio nelle competizioni europee nella Coppa UEFA 1999-2000. Qui viene però eliminato al primo turno dai tedeschi del Wolfsburg. In campionato, nella stagione successiva finisce undicesimo, ma non retrocede: il BKV Elore infatti, pur vincendo il campionato di seconda divisione, rinuncia alla promozione, e il Debrecen viene ripescato. Quella stessa stagione viene comunque coronata dalla seconda Coppa nazionale. Nella stagione 2002-2003 si classifica terzo in campionato, in più è finalista in Coppa. Partecipa così alla Coppa UEFA 2003-2004 dove, partendo dal turno preliminare giunge fino ai sedicesimi, dove viene eliminato dai belgi del Bruges.

Finalmente, al termine del campionato 2004-2005 il Debrecen conquista il suo primo titolo ungherese, terminando la stagione con sei punti di vantaggio sui campioni uscenti del Ferencváros. L'anno successivo la squadra si ripete in campionato, prevalendo in un finale drammatico in cui lotta punto a punto contro Újpest e Videoton. Nel 2006-2007 Debrecen vince poi il terzo titolo, e nel 2008-2009 il quarto. A seguito di quest'ultimo successo, nell'agosto 2009 il Debrecen raggiunge il suo più grande successo, la qualificazione alla fase a gironi della Champions League: infatti, dopo aver battuto nei turni preliminari il Kalmar, il Levadia Tallinn ed il Levski Sofia accede al tabellone principale della competizione. Purtroppo il sorteggio non è dei più fortunati: la squadra viene inserita in un girone particolarmente ostico, con Liverpool, Olympique Lione e Fiorentina. I magiari perdono tutte le partite, registrando inoltre la peggior difesa del torneo. La stagione termina comunque con la conquista del quinto titolo, e della quarta Coppa nazionale. Nell'agosto 2010, dopo essere stato eliminato della Champions League dal Basilea partecipa alla fase a gironi dell'Europa League. Qui viene sorteggiato con la Sampdoria, il PSV e il Metalist Kharkiv, chiudendo però il torneo all'ultimo posto, con una sola vittoria e ben cinque sconfitte.

Conquista poi il sesto titolo al termine del campionato 2011-2012, e partecipa nuovamente alla Champions League; qui elimina gli albanesi del KS Skënderbeu, ma la sua corsa finisce nel turno successivo, dove viene eliminato dai bielorussi del BATE Borisov. Passa quindi alla Europa League, ma il Bruges sbarra nuovamente la strada ai magiari.

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Debrecen
  • 1902 · Fondazione del Debrecen.
  • 1903 ·
  • 1904 ·
  • 1905 ·
  • 1906-07 ·
  • 1907-08 ·
  • 1908-09 ·
  • 1909-10 ·

  • 1910-11 ·
  • 1911-12 · Vince il campionato provinciale.
  • 1912-13 ·
  • 1913-14 ·
  • 1915-16
  • 1916-17 ·
  • 1917-18 ·
  • 1918-19 ·
  • 1919-20 · Vince il campionato provinciale.

  • 1920-21 ·
  • 1921-22 · Vince il campionato provinciale.
  • 1922-23 · Vince il campionato provinciale.
  • 1923-24 · Vince il campionato provinciale.
  • 1924-25 · Vince il campionato provinciale.
  • 1925-26 · Vince il campionato provinciale.
  • 1926-27 ·
  • 1927-28 ·
  • 1928-29 ·
  • 1929-30 ·

  • 1930-31 ·
  • 1931-32 ·
  • 1932-33 ·
  • 1933-34 ·
  • 1934-35 ·
  • 1935-36 ·
  • 1936-37 ·
  • 1937-38 ·
  • 1938-39 ·
  • 1939-40 ·

  • 1940-41 ·
  • 1941-42 ·
  • 1942-43 · 1uparrow green.svg in NB II.. Promosso in NB I
  • 1943-44 · 12º in NBI.
  • 1945 ·
  • 1945-46 · 7º in NBI.
  • 1946-47 · 8º in NBI.
  • 1947-48 · 1downarrow red.svg 16º in NBI. Retrocesso in NBII
  • 1948-49 · 1uparrow green.svg in NB II.. Promosso in NB I
  • 1949-50 · 1downarrow red.svg 16º in NBI. Retrocesso in NBII

  • 1950 ·
  • 1951 ·
  • 1952 ·
  • 1953 ·
  • 1954 ·
  • 1955 ·
  • 1956 ·
  • 1957 ·
  • 1957-58 ·
  • 1958-59 ·
  • 1959-60 · 1uparrow green.svg in NB II.. Promosso in NB I

  • 1960-61 · 1downarrow red.svg 13º in NBI. Retrocesso in NBII
  • 1961-62 · 1uparrow green.svg in NB II.. Promosso in NB I
  • 1962-63 · 12º in NBI.
  • 1963 · 14º in NBI.
  • 1964 · 1downarrow red.svg 13º in NBI. Retrocesso in NBII
  • 1965 ·
  • 1966 ·
  • 1967 ·
  • 1968 ·
  • 1969 ·

  • 1970 ·
  • 1970-71 ·
  • 1971-72 ·
  • 1972-73 ·
  • 1973-74 ·
  • 1974-75 ·
  • 1975-76 ·
  • 1976-77 ·
  • 1977-78 ·
  • 1978-79 · 1uparrow green.svg in NB II.. Promosso in NB I
  • 1979-80 · 15º in NBI.


Vince la Magyar Kupa (1º titolo).
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.

Vince la Magyar Kupa (2º titolo).
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.
Finalista nella Magyar Kupa.
Eliminato nel terzo turno della Coppa UEFA.
  • 2004-05 · Ungheria Campione d'Ungheria (1º titolo).
Vince la Magyar Szuper Kupa (1º titolo).
  • 2005-06 · Ungheria Campione d'Ungheria (2º titolo).
Vince la Magyar Szuper Kupa (2º titolo).
Eliminato nel terzo turno preliminare della Champions League.
Eliminato nel primo turno della Coppa UEFA.
  • 2006-07 · Ungheria Campione d'Ungheria (3º titolo).
Vince la Magyar Szuper Kupa (3º titolo).
Finalista nella Magyar Kupa.
Eliminato nel secondo turno preliminare della Champions League.
Vince la Magyar Kupa (3º titolo).
Eliminato nel secondo turno preliminare della Champions League.
  • 2008-09 · Ungheria Campione d'Ungheria (4º titolo).
Eliminato nel secondo turno preliminare della Coppa UEFA.
  • 2009-10 · Ungheria Campione d'Ungheria (5º titolo).
Vince la Magyar Kupa (4º titolo).
Vince la Magyar Szuper Kupa (4º titolo).
Vince la Labdarúgó Magyar Ligakupa (1º titolo).
Eliminato nella fase a gruppi della Champions League.

Vince la Magyar Szuper Kupa (5º titolo).
Eliminato nel terzo turno preliminare della Champions League.
Eliminato nella fase a gruppi dell'Europa League.
  • 2011-12 · Ungheria Campione d'Ungheria (6º titolo).
Vince la Magyar Kupa (5º titolo).
Eliminato nel terzo turno preliminare della Champions League.
Eliminato ni playoff dell'Europa League.
Vince la Magyar Kupa (6º titolo).

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Mentre il nome ufficiale del club è "Debreceni Vasutas Sport Club", letteralmente "Club Sportivo Ferrovieri di Debrecen", il nome comune corretto è Debrecen, dal nome ovviamente della città. Non è raro che al di fuori dell'Ungheria venga spesso erroneamente chiamato Debreceni, locuzione però scorretta in quanto significherebbe "di Debrecen", essendo la i finale aggiunta come forma di genitivo. La parola Debreceni è corretta se seguita dalla sigla VSC (o nel caso nome completo ovviamente), ma non da sola. Vari anche i problemi di pronuncia che causano imbarazzi ed imprecisioni, in particolare nei paesi dove si parlano lingue romanze. Non è raro sentire le pronunce Debrècen, Dèbrecen, Debrecèni, Debrèceni, tutte assolutamente sbagliate. La pronuncia giusta è /ˈdɛbrɛtsɛn/.

Il Debreceni VSC presenta anche un soprannome molto popolare tra i suoi tifosi: "Loki". Difatti è molto comune ascoltare "Hajrà Loki" (Forza Loki!) tra i suoi sostenitori e i semplici cittadini debreceniani.

Cronologia del nome[modifica | modifica wikitesto]

  • 1902–1912 Egyetértés Football Club alapítás
  • 1912–1948 Debreceni Vasutas
  • 1948–1949 Debreceni Vasutas Sport Egyesület
  • 1949–1955 Debreceni Lokomotív
  • 1955–1956 Debreceni Törekvés
  • 1957–1979 Debreceni Vasutas Sport Club
  • 1979–1989 Debreceni Munkás Vasutas Sport Club
  • 1989–1995 Debreceni Vasutas Sport Club
  • 1995–1999 DVSC-Epona
  • 1999–2001 Debreceni VSC
  • 2001–2002 Netforum-DVSC
  • 2002 Debreceni VSC
  • 2003–2005 DVSC-MegaForce
  • 2005–2006 DVSC-AVE Ásványvíz
  • 2006– DVSC-TEVA

Lo stadio[modifica | modifica wikitesto]

Lo stadio del Debreceni VSC è il Nagyerdei Stadion, si trova in via Nagyerdei krt. a Debrecen ed ha una capienza di 20.340 spettatori. Durante i preliminari di Champions League nel 2009 il comitato della UEFA non approvò lo svolgimento delle partite presso il vecchio stadio Oláh Gábor Út che poteva ospitare circa 10.000 spettatori, motivo per il quale la squadra giocò le partite di Champions League nel Puskás Ferenc Stadion a Budapest. In quell'occasione accorsero 42.000 tifosi allo stadio Puskás, convincendo di fatto i direttori del club a costruire un nuovo stadio. La costruzione del nuovo stadio inizió nell'anno 2013 e la sua inaugurazione avvene il 23 Maggio 2014 in occasione della sfida tra le Nazionali di calcio dell'Ungheria e della Danimarca.

I tifosi e le rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Gergely Rudolf, dal 2007 al 2010 realizza 24 goal, per poi approdare al Genoa

I tifosi della squadra si chiamano Szivtiprók Ultras Debrecen (SZ.U.D) (in italiano: I Rubacuori Ultras Debrecen). L'abbrevazione del gruppo dei tifosi è riferita alla posizione dei tifosi rubacuori nello stadio, cioè a sud.

La rivalità fra i tifosi del Debrecen e le due squadre della capitale (Ferencváros e Újpest) è cosa nota ed importante in Ungheria, le partite fra queste squadre sono molto intense e gli stadi sono affollatissimi. È molto sentita anche la rivalità con le squadre ungheresi orientali, cioè con il Nyiregyháza ed il Diósgyőr.

L'inno[modifica | modifica wikitesto]

L'inno della squadra è stato composto da László Lukacs, cantante del gruppo rock ungherese Tankcsapda. La canzone è stata registrata con la collaborazione di un giocatore di Debrecen, Tibor Dombi, che per l'occasione ha suonato il tamburo con la rock band.

Mi indulunk, ha kell
Mi nem felejtjük el, hogy
Bennünk a vér piros-fehér
Mi küzdünk haver
Ha kell bárkivel
Mert a győzelem mindennél többet ér

In italiano:

Noi partiamo, se è necessario
Noi non dimentichiamo, che
il nostro sangue è rosso-bianco
Noi lottiamo amico
Se è necessario con chiunque
Perché la vittoria vale più di tutto

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

2004-2005, 2005-2006, 2006-2007, 2008-2009, 2009-2010, 2011-2012, 2013-2014
1998-1999, 2000-2001, 2007-2008, 2009-2010, 2011-2012, 2012-2013
2005, 2006, 2007, 2009, 2010
2009-2010
1959-1960, 1961-1962, 1978-1979, 1988-1989, 1992-1993

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Secondo posto: 2007-2008
Terzo posto: 1994-1995, 2002-2003, 2003-2004, 2015-2016
Finalista: 2002-2003, 2006-2007
Semifinalista: 2013-2014, 2015-2016, 2017-2018
Finalista: 2007-2008, 2010-2011, 2014-2015
Semifinalista: 2011-2012, 2013-2014
Finalista: 2008, 2012, 2013, 2014
Secondo posto: 1983-1984, 2008-2009, 2009-2010
Terzo posto: 1971-1972, 1977-1978
Semifinalista: 1998
Finalista: 1985-1986
Quarto posto: 1979-1980

Tifoseria[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi e rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Amicizie
Rivalità

Rosa 2015-2016[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Ungheria P Balázs Slakta
5 Ungheria D Péter Szilvási
6 Ungheria C László Zsidai
11 Ungheria C János Ferenczi
13 Ungheria D Pál Lázár
15 Ungheria C Bence Sós
16 Venezuela C Frank Feltscher
17 Ungheria D Norbert Mészáros
18 Ungheria D Péter Máté
21 Ungheria D Bence Ludánszki
22 Croazia P Bozidar Radosevic
25 Serbia D Dušan Brković
26 Senegal A Ibrahima Sidibe
27 Ungheria C Ádám Bódi
N. Ruolo Giocatore
28 Ungheria D Zoltán Nagy
33 Ungheria C József Varga
44 Ungheria A Tibor Tisza
45 Serbia P Nenad Novaković
53 Ungheria C Péter Berdó
55 Ungheria C Péter Szakály
66 Ungheria A Márk Szécsi
69 Ungheria D Mihály Korhut
70 Ungheria A Tamás Kulcsár
77 Bosnia ed Erzegovina C Aleksandar Jovanović
87 Ungheria P István Verpecz
88 Ungheria A Zsolt Horváth
91 Paesi Bassi A Geoffrey Castillion
Croazia P Ivan Kelava

Rosa 2014-2015[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
6 Ungheria C László Zsidai
7 Ungheria C Tibor Dombi
8 Francia C Selim Bouadla
9 Ungheria C Dávid Wittrédi
10 Slovenia C Rene Mihelič
11 Ungheria C János Ferenczi
13 Ungheria D Pál Lázár
14 Ungheria D Dániel Vadnai
16 Ungheria A Norbert Balogh
17 Ungheria D Norbert Mészáros
18 Ungheria D Péter Máté
21 Ungheria D Bence Ludánszki
24 Estonia D Igor Morozov
N. Ruolo Giocatore
25 Serbia D Dušan Brković
26 Ungheria A Ibrahima Sidibe
27 Ungheria C Ádám Bódi
33 Ungheria C József Varga
44 Ungheria A Tibor Tisza
45 Serbia P Nenad Novaković
52 Ungheria C Csaba Szatmári
53 Ungheria C Péter Berdó
55 Ungheria C Péter Szakály
69 Ungheria D Mihály Korhut
70 Ungheria A Tamás Kulcsár
77 Bosnia ed Erzegovina D Aleksandar Jovanović
87 Ungheria P István Verpecz

Allenatori celebri[modifica | modifica wikitesto]

Calcio a 5[modifica | modifica wikitesto]

La formazione ungherese ha allestito sul finire degli anni ottanta una formazione di calcio a 5 che ha ottenuto come migliore risultato la partecipazione alla semifinale di European Champions Tournament disputata il 21 dicembre 1988 contro i futuri campioni europei del MNK Uspinjača Zagreb.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio