Debra Marshall

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Debra
DebrawMarshall.JPG
Debra nel 1999
NomeDebra Gale Marshall
Ring nameDebra[1]
Debra McMichael[1]
Queen Debra[1]
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
NascitaTuscaloosa[1]
2 marzo 1960 (58 anni)[2]
Residenza dichiarataTuscaloosa[3]
Altezza dichiarata165[3] cm
Peso55[1] kg
Peso dichiarato59 kg
AllenatoreJeff Jarrett[1]
Debuttoagosto 1996[1]
Ritiro2002[1]
Progetto Wrestling

Debra Gale Marshall, meglio conosciuta semplicemente come Debra (Tuscaloosa, 2 marzo 1960[2]), è un'attrice ed ex wrestler statunitense nota soprattutto per i suoi trascorsi nella World Wrestling Federation (WWF, poi nota come WWE) tra il 1998 al 2002.

Debra debuttò nella WWF nel 1998 facendo da manager a Jeff Jarrett e Owen Hart. Nel 1999 ha vinto una volta il WWF Women's Championship. In seguito ha fatto da manager a suo marito Stone Cold Steve Austin fino al 2002.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo essere cresciuta in Tuscaloosa, Debra divenne una cheerleader, track-runner e regina del raduno alla scuola superiore prima di partecipare alla Lee Strasberg Theatre and Film Institute di New York. Poi divenne un'membro dell'equipaggio di cabina. Prima di dedicarsi al wrestling, Debra partecipò a dei concorsi di bellezza riuscendo a vincere il titolo di Miss Illinois nel 1987 a Elgin[4] e lo stesso anno prese parte alla sfilata di Miss America a Las Vegas. Nel 1992 vinse il concorso di Miss Texas tenutosi a Houston.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Championship Wrestling (1995–1997)[modifica | modifica wikitesto]

La Marshall apparì per la prima volta in WCW alla fine del 1995 facendo apparizioni sporadiche come parte delle vallette per il team formato da Hulk Hogan e "Macho Man" Randy Savage. Nell'aprile 1996, iniziò ad apparire regolarmente come valletta di suo marito l'annunciatore Steve "Mongo" McMichael. Basatasi alle partecipazioni in concorsi di bellezza nella vita reale,[6] Debra assunse il ruolo di regina dei concorsi di bellezza, soprannominandosi "The Queen of WCW".

A The Great American Bash 1996, Steve McMichael e il suo partner Kevin Greene affrontarono due membri dei Four Horsemen (Ric Flair e Arn Anderson).[7] Flair vinse il match dopo il tradimento di Mongo e Debra ai danni di Greene colpendolo con una valigietta di acciaio, e si unirono ai Four Horsemen.[8] In seguito la valigietta divenne uno degli oggetti simbolo di Debra.[9] Nel luglio del 1997 a Bash at the Beach, Debra tradì Mongo durante il suo incontro per lo United States Championship contro Jeff Jarrett passando a Jarrett la valigietta di acciaio, che poi usò per colpirlo e vincere l'incontro.[10]

World Wrestling Federation/Entertainment[modifica | modifica wikitesto]

Manager di Jeff Jarrett; Women's Champion (1998–1999)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998, la Marshall si riunì con Jarrett in WWF.[9] Agli inizi della sua ciariera in WWF, conosciuta inizialmente come Debra McMichael e in seguito semplicemente come Debra, intrerpretò il personaggio della scaltra donna d'affari, vestita in abito d'affari come fidanzata di Jarrett.[3][6][11] Nella seconda metà del 1998, Jarrett iniziò una faida con Goldust che terminò a Rock Bottom: In Your House in uno "Striptease match".[12] Durante l'incontro, Debra colpì Goldust con la chitarra di Jarrett, permettendo a quest'ultimo di vincere.[12] Tuttavia, l'allora Commissioner della WWF, Shawn Michaels, squalificò Jarrett, e Debra fu costretta a spogliarsi,[12] ma poco dopo Blue Brazer e Jarrett arrivano a coprirla.[12] Debra, tuttavia, iniziò a utilizzare una nuova strategia, che consisteva nel distrarre qualsiasi avversario di Jarrett durante i suoi incontri sbottonandosi la sua blusa, che toglieva volontariamente per mostrare alla folla le sue "puppies", soprannome dato al seno di Debra originariamente da Road Dogg e in seguito utilizzato dal commentatore Jerry Lawler.[6][11][13]

La strategia aiutò Jarrett e Hart a sconfiggere Big Boss Man e Ken Shamrock e conquistare il WWF Tag Team Championship nel gennaio del 1999.[14] Nel mese di febbraio, Debra iniziò una rivalità con Ivory, Jarrett e Hart difesero con successo il titolo di coppia contro gli alleati di Ivory Mark Henry e D'Lo Brown a St. Valentine's Day Massacre.[15] Nel mese di marzo, il team perse il titolo contro la coppia formata da Kane e X-Pac.[16] Mentre Debra continuò a essere la manager di Jarrett e Hart, fu proposta una trama nella quale Hart e Debra avrebbero dovuto avere una relazione, ma il team creativo scartò l'idea prima di essere messa in atto.[11] Il nome previsto per il team consisteva in — Debra che favoriva "Talent and Attitude" (T6A) — ma Hart morì nel maggio 1999 a Over the Edge.[9] Più tardi all'evento, Debra e Jarrett persero contro Nicole Bass e Val Venis in un mixed tag team match. Debra e Jarrett vennero intervistati in seguito alla caduta di Hart alla Kemper Arena, dove Debra era scioccata e cercava di trattenere le lacrime di preoccupazione per il suo amico, non riuscendo a restare nel personaggio.[17]

Nella puntata di Raw Is War del 10 maggio, Debra vinse il Women's Championship contro Sable in un Evening Gown match.[18] Di solito, nell'Evening Gown match, la wrestler che toglie il vestito dell'avversaria vince.[19] Poichè Sable tolse il vestito a Debra, avrebbe dovuta essere la vincitrice.[19] Il Commissioner Shawn Michaels, tuttavia, disse che la donna che avrebbe perso il vestito sarebbe stata la vincitrice, incoronando Debra campionessa femminile.[19] Debra perse il titolo contro Ivory il 14 giugno, a causa di un'interferenza di Nicole Bass.[20]

A SummerSlam, Jeff Jarrett affrontò D'Lo Brown.[21] Durante il match, Debra e l'ex alleato di Brown Mark Henry, interferirono in favore di Jarrett, permettendo a quest'ultimo di vincere sia l'European Championship sia Intercontinental Championship.[21] La sera successiva, Jarrett premiò Henry con il titolo europeo e assunse un'assistente per Debra, Miss Kitty.[22][23] Ad Unforgiven, Debra voltò le spalle a Jarrett colpendolo con una chitarra nel mezzo del sun match contro Chyna per l'Intercontinental Championship.[24] Chyna schienò Jarrett, ma l'arbitro Tom Prichard rovesciò la decisione a causa del coinvolgimento di Debra.[24]

Apparizioni sporadiche (1999–2002)[modifica | modifica wikitesto]

In seguito, Debra fece qualche apparizione sporadica, prese parte all'eight-woman Sudden Death match alle Survivor Series dello stesso anno, in coppia con The Fabulous Moolah, Mae Young e Tori sconfiggendo la coppia formata da Ivory, Jacqueline, Luna e Terri Runnels.[25] Debra stette fuori per diverso tempo dopo che suo marito Stone Cold Steve Austin era stato operato al collo.[9] Debra apparve di nuovo nell'aprile del 2000 nel ruolo della ring annnouncer a Backlash.[9][26] Verso la fine dell'anno svolse il ruolo della vice Commissioner, assistente del Commissioner Mick Foley.[3][9]

Nella puntata di Raw 5 marzo del 2001, Debra si dimise dal ruolo di vice Commissioner per perseguire il suo ruolo di manager, nel mentre fu rivelato sullo schermo che era la moglie di Stone Cold Steve Austin. Mr. McMahon le diede i servizi manageriali di The Rock, in quel periodo in rivalità con Steve Austin. Successivamente nello stesso anno, Debra fece da manager a Steve Austin durante il periodo dell'Alliance, il quale faceva delle battute ricorrenti ai famosi biscotti con le gocce di cioccolato di Debra definendoli disgustosi. In seguito, Debra fece qualche apparizione, per poi abbandonare la federazione con Austin nel giugno del 2002.[27]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

La Marshall si sposò in prime nozze con l'ex giocatore di football americano Steve McMichael, il loro matrimonio durò tredici anni. Divorziarono il 12 ottobre 1998.[2]

Debra incontrò Steve Williams, meglio conosciuto come Stone Cold Steve Austin nel 1998; i due iniziarono a vivere insieme nel 2000.[28] Il 13 settembre di quell'anno, si sposarono a Las Vegas e Debra cambiò il nome in Debra Williams.[2][28] Il 15 giugno 2002 la polizia rispose ad un chiamata dall'abitazione della coppia a San Antonio, in Texas, e trovò Debra con segni di maltrattamento e il naso sanguinante.[29] Il 14 agosto 2002, le autorità arrestarono Austin con l'accusa di abuso domestico.[30] In seguito a patteggiamento è stato condannato a un anno di libertà vigilata, a 1.000 dollari di multa e a ottanta ore di servizi sociali.[30] Austin chiese il divorzio alla Marshall il 22 luglio 2002, e il divorzio fu ufficializzato il 5 febbraio 2003.[31] Debra mise successivamente all'asta il suo anello nuziale su eBay per $27,100 e donò parte del ricavato a un'organizzazione che assiste le vittime di abusi domestici.[32]

Nel giugno e luglio del 2007, la Marshall fece molte apparizioni discutendo sul caso omicio-sucidio di Chris Benoit. Descrisse le droghe e steroidi come causa dell'attacco di Austin nei suoi confronti nel giugno del 2002 e che avrebbero potuto esserci dei legami con certe sostanze tra la morte di Benoit e la sua famiglia.[33] Inoltre disse di essere stata picchiata da Austin tre volte.[33][34]

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Wrestler di cui è stata valletta[modifica | modifica wikitesto]

Manager[modifica | modifica wikitesto]

  • Miss Kitty

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "Mrs. Rattlesnake"
  • "Puppies!"
  • "Queen Debra"
  • "Queen of the Puppies"
  • "The Queen of WCW"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nei videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (EN) Debra Marshall, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 16 agosto 2016.
  2. ^ a b c d (EN) Steve Williams and Debra's Marriage Certificate, su thesmokinggun.com, The Smoking Gun. URL consultato il 12 novembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2008).
  3. ^ a b c d WWE Encyclopedia, DK/BradyGAMES, p. 75, ISBN 978-0-7566-4190-0.
  4. ^ (EN) Bob Verdi, Mrs. Illinois Bears Down For Her `Nfc Playoffs, su chicagotribune.com, Chicagotribune, 26 luglio 1987. URL consultato il 14 marzo 2017.
  5. ^ (EN) Mike Conklin, - Stating her case: Mike Ditka told the Bears he wants..., su chicagotribune.com, Chicagotribune, 25 marzo 1992. URL consultato il 14 marzo 2017.
  6. ^ a b c (EN) John Powell, Debra McMichael, standing proud, su slam.canoe.ca, Slam! Sports. URL consultato il 14 marzo 2017.
  7. ^ Filmato audio Great American Bash '94 (VHS), Turner Home Entertainment, 1996.
  8. ^ Kappa Publishing, Pro Wrestling Illustrated presents: 2007 Wrestling almanac & book of facts, Wrestling's historical cards, 2007, p. 144.
  9. ^ a b c d e f Getting a leg up, Wrestling Digest. URL consultato il 18 dicembre 2009 (archiviato il 17 gennaio 2010).
  10. ^ (EN) John Powell, Rodman, Hogan Bashed At Beach, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 14 luglio 1997. URL consultato il 14 marzo 2017.
  11. ^ a b c (EN) Heath McCoy, Pain and Passion: The History of Stampede Wrestling, CanWest Books, 2005, p. 251, ISBN 0-9736719-8-X.
  12. ^ a b c d (EN) John Powell, Foley screwed again, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 14 dicembre 1998. URL consultato l'11 settembre 2016.
  13. ^ (EN) Jerry Lawler, It's Good to Be the King ... Sometimes, WWE Books, 2001, p. 261, ISBN 978-0-7434-5767-5.
  14. ^ (EN) World Tag Title History: Hart and Jarrett's Reign, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 25 gennaio 1999. URL consultato l'8 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2005).
  15. ^ (EN) John Powell, McMahon makes a Giant mistake, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 14 febbraio 1999. URL consultato l'8 luglio 2018.
  16. ^ (EN) World Tag Title History: Kane and X-Pac's Reign, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 30 marzo 1999. URL consultato l'8 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2005).
  17. ^ (EN) John Powell, Hart tragedy overshadows Taker win, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 23 maggio 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  18. ^ (EN) Women's Championship Title History: Debra's Reign, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 10 maggio 1999. URL consultato il 9 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 25 marzo 2007).
  19. ^ a b c (EN) Mr. X, WWF body slams NBA game, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 15 maggio 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  20. ^ (EN) Women's Title History: Ivory's Reign, su wwe.com, World Wrestling Entertainment, 14 giugno 1999. URL consultato il 9 luglio 2018 (archiviato dall'url originale il 9 febbraio 2010).
  21. ^ a b (EN) John Powell, Foley new champ at SummerSlam, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 22 agosto 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  22. ^ (EN) Raw - August 23, 1999, su pwwew.net, pWw--Everything Wrestling, 23 agosto 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  23. ^ (EN) Jerry Lawler, It's Good to Be the King ... Sometimes, WWE Books, 2001, p. 337, ISBN 978-0-7434-5767-5.
  24. ^ a b (EN) Rich Yang, HHH regains title at Unforgiven, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 16 settembre 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  25. ^ (EN) John Powell, Booking blows Survivor Series, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 14 novembre 1999. URL consultato il 9 luglio 2018.
  26. ^ (EN) John Powell, Rock victorious at Backlash, Game Over for Triple H, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 30 aprile 2000. URL consultato il 9 luglio 2018.
  27. ^ (EN) Stone Cold Steve Austin, The Stone Cold Truth, WWE Books, 2003, ISBN 0-7434-7720-0.
  28. ^ a b (EN) Stone Cold Steve Austin, The Stone Cold Truth, WWE Books, 2003, pp. 185-186, ISBN 0-7434-7720-0.
  29. ^ (EN) Stone Cold surrenders to authorities, The Smoking Gun, 14 agosto 2002. URL consultato il 21 luglio 2018.
  30. ^ a b (EN) Stone Cold Plea, su thesmokinggun.com, The Smoking Gun. URL consultato il 21 luglio 2018.
  31. ^ (EN) Stone Cold Divorce Papers, su thesmokinggun.com, The Smoking Gunn. URL consultato il 21 luglio 2018.
  32. ^ (EN) Tim Baines, Benoit's night ... unless Triple H has his way, su slam.canoe.ca, Slam! Sports, 14 marzo 2004. URL consultato il 21 luglio 2018.
  33. ^ a b (EN) Pro Wrestling Wife Claims Drug Abuse, Domestic Violence 'Out of Hand in the WWE, su foxnews.com, Fox News, 27 giugno 2007. URL consultato il 21 luglio 2018.
  34. ^ (EN) Debra Marshall, Ex-wife of Stone Cold Steve Austin Tells What Really Goes on in Pro-Wrestling World, su foxnews.com, Fox News, 29 giugno 2007. URL consultato il 21 luglio 2018.
  35. ^ (EN) Urban Cowboy (WWE: Uncaged III), su itunes.apple.com, iTunes. URL consultato il 10 luglio 2018.
  36. ^ (EN) WWF WrestleMania 2000, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.
  37. ^ (EN) WWF SmackDown!, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.
  38. ^ (EN) WWF No Mercy, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.
  39. ^ (EN) WWF SmackDown! 2: Know Your Role, su cagematch.net, Cagematch. URL consultato il 30 luglio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]