De Koog

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
De Koog (Texel, Paesi Bassi): spiaggia con dune
De Koog
località
De Koog – Veduta
Localizzazione
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
ProvinciaFlag of North Holland.svg Olanda Settentrionale
ComuneTexel
Territorio
Coordinate53°05′N 4°46′E / 53.083333°N 4.766667°E53.083333; 4.766667 (De Koog)Coordinate: 53°05′N 4°46′E / 53.083333°N 4.766667°E53.083333; 4.766667 (De Koog)
Abitanti1 300
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Paesi Bassi
De Koog
De Koog
De Koog – Mappa
Sito istituzionale
Edificio tipico, classificato come rijksmonument, nella Dorpstraat di De Koog

De Koog (pron.: /de ko:x/; 1.300 ab. ca.) è una località balneare sul Mare del Nord dell'Olanda Settentrionale, situata all'interno del Nationaal Park Duinen van Texel, nell'isola (e comune) di Texel, la più estesa tra le isole che compongono l'arcipelago delle Isole Frisone Occidentali.
In origine un villaggio di pescatori[1], ora si può considerare, di fatto, l'unica vera e propria stazione balneare dell'isola.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del villaggio deriva da cooghen, termine con cui, nel XIV secolo, si indicavano i polder.[1]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

De Koog si trova nel tratto centrale della costa occidentale dell'isola di Texel, a nord-ovest di Den Burg, il capoluogo dell'isola.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XVI secolo, De Koog cessò di essere un villaggio dedito alla pesca, a causa degli insabbiamenti della costa.[1]

Sempre nel corso del XVI secolo, tra il 1559 e il 1570, la località fu colpita da due grandi alluvioni, con la conseguenza che molti degli abitanti si trasferirono a Den Hoorn.[1]

Nel 1622, la località contava appena 649 abitanti.[1]

Nel corso degli anni trenta del XX secolo, De Koog era - secondo un rapporto della Camera di Commercio di Alkmaar - già annoverata tra le più amate località balneari dei Paesi Bassi.[1]
In quel periodo, la via principale di De Koog, la Dorpstraat, iniziò a popolarsi di ristoranti, bar e locali da ballo, mentre nelle spiagge della località comparirono numerosi padiglioni.[3]

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Ecomare[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ecomare.

A De Koog si trova "Ecomare", un centro di documentazione sul Waddenzee con annesso un museo di storia naturale ed acquario con foche e leoni marini.[4]

De Koog: foche nel centro di documentazione "Ecomare"
De Koog: capanna tradizionale nel centro "Ecomare"

Altri luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

De Koog: Chiesa (XV secolo)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Texel.net: De Koog
  2. ^ ViaMichelin.it: Mappa di De Koog[collegamento interrotto]
  3. ^ De Koog - Sito ufficiale: Kunst & Cultuur, su dekoogbadplaats.nl. URL consultato il 29 agosto 2011 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2011).
  4. ^ Ecomare - Sito ufficiale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN236127048 · GND (DE4681494-2 · WorldCat Identities (EN236127048