de Havilland Gipsy Major

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
de Havilland Gipsy Major
DeHavilland Gipsy Major.jpg
Un de Havilland Gipsy Major esposto al de Havilland Aircraft Heritage Centre, vicino a St Albans, Regno Unito Regno Unito
Descrizione
Costruttore de Havilland Engine Co.
Tipo motore in linea invertito
Numero di cilindri 4
Raffreddamento ad aria
Alimentazione carburatore
Hobson A.I.48 H3M (Mk.1C e Mk.7)
H1M (gli altri)
Distribuzione OHV
Dimensioni
Lunghezza 1 227 mm
Larghezza 508 mm
Altezza 752 mm
Cilindrata 6,124 L
Alesaggio 118 mm (4,65 in)
Corsa 140 mm (5,5 in)
Rap. di compressione 5,25:1 (Mk.1 e Mk.1F)
6,0:1 (gli altri)
Peso
A vuoto 136 kg (300 lb) Mk.1F
146 kg (322 lb) Mk.1D
Prestazioni
Potenza 124 hp (91 kW) a 2 100 giri/min
147 CV (108 kW) a 2 550 giri/min
Potenza specifica 17,6 kW/L (0,39 hp/in³)
Rapporto peso-potenza 0,78 kW/kg (0,48 hp/lb)
voci di motori presenti su Wikipedia

Il de Havilland Gipsy Major o Gipsy IIIA era un motore aeronautico a 4 cilindri in linea rovesciato raffreddato ad aria prodotto dalla britannica de Havilland Engine Company negli anni trenta. Di fascia di potenza bassa era stato ideato per motorizzare velivoli leggeri e da addestramento tra i quali il famoso de Havilland DH.82 Tiger Moth.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1927 l'ingegnere britannico Frank Bernard Halford progettò un 4 cilindri in linea da sostituire agli ADC Cirrus sul de Havilland DH.60 Moth di pari caratteristiche meccaniche e che darà origine ad una serie di motori che porteranno tutti il nome Gipsy.

Il Gipsy Major è uno sviluppo del terzo motore della serie, il Gipsy III, versione rovesciata del tradizionale motore in linea Gipsy II modificato per poter funzionare con i cilindri rivolti verso il basso al di sotto del basamento. ottenuto aumentando leggermente l'alesaggio da 4,5 in (114 mm) a 4,65 in (118 mm).

La sua produzione, iniziata nel 1932, vide raggiungere in tutte le versioni realizzate la cifra di 14 615 unità costruite.

In Italia venne realizzato su licenza dalla Alfa Romeo Milano con la denominazione Alfa Romeo 110 e prodotto in 500 esemplari.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Major 1
    • Mk 1A
    • Mk 1B
    • Mk 1C
    • Mk 1D
    • Mk 1E
    • Mk 1F
  • Major 7
  • Major 10
    • Mk 1
    • Mk 2

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

L'istallazione di un Major 10 nel muso di un de Havilland Canada DHC-1 Chipmunk.
Australia Australia
Belgio Belgio
Canada Canada
Regno Unito Regno Unito
Italia Italia
Jugoslavia Jugoslavia
Paesi Bassi Paesi Bassi
Polonia Polonia
Romania Romania
Svezia Svezia

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione