Dayton Lummis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dayton Lummis nella serie televisiva Bonanza (1960)

Dayton Lummis (Summit, 8 agosto 1903Santa Monica, 23 marzo 1988) è stato un attore statunitense.

Ha recitato in oltre 50 film dal 1952 al 1970 ed è apparso in oltre 80 produzioni televisive dal 1946 al 1975. È stato accreditato anche con il nome Dayton Lumis.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dayton Lummis nacque a Summit, in New Jersey, l'8 agosto 1903. Intraprese la carriera di attore fin da giovane. A 24 anni fu inserito nella compagnia teatrale Russell Stock Company, attiva in California, mentre fece il suo debutto a Broadway nel 1943. Debuttò poi in televisione nel 1946 nel film thriller Sorry, Wrong Number (trasmesso il 30 gennaio 1946 su WCBS-TV, emittente dello Stato di New York) diretto da Frances Buss e John Houseman e al cinema nel 1952.

Per la televisione, interpretò, tra gli altri, il ruolo del dottor Walter Stewart in tre episodi della serie televisiva Lassie dal 1954 al 1955, del marshal Andy Morrison in 9 episodi della serie Lo sceriffo indiano dal 1959 al 1960 e numerosi altri personaggi secondari e apparizioni come guest star in molti episodi di serie televisive degli anni 50 ai primi anni 70, in particolare in quelle di genere western. Per il cinema, interpretò il ruolo di Messala in Giulio Cesare nel 1953 e quello del re Mark nel film del 1962 L'ammazzagiganti.

La sua ultima apparizione sul piccolo schermo avvenne nell'episodio The Angry Land della serie televisiva Gunsmoke, andato in onda il 3 febbraio 1975, che lo vede nel ruolo di Mr. Holmby, mentre per il grande schermo l'ultima interpretazione risale al film Moonfire del 1970 in cui interpreta Fuentes.

Morì a Santa Monica, in California, il 23 marzo 1988.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Internet Movie Database, op. cit.
  2. ^ Find a Grave, op. cit.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN76525796 · ISNI (EN0000 0000 7732 2770 · LCCN (ENno2010039127 · BNF (FRcb142010140 (data)