David Perdue

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
David Perdue
David Perdue, Official Portrait, 114th Congress.jpg

Senatore, Georgia
Durata mandato 3 gennaio 2015 - in carica
Predecessore Saxby Chambliss

Dati generali
Partito politico Repubblicano

David Alfred Perdue Jr. (Macon, 10 dicembre 1949) è un politico statunitense. Attualmente è senatore dalla Georgia ed è stato eletto in seguito al ritiro del senatore Saxby Chambliss. Ha vinto le elezioni primarie repubblicane il 20 maggio 2014, sconfiggendo il membro della camera dei rappresentanti Jack Kingston, durante il ballottaggio il 22 luglio 2014.[1] Perdue ha sconfitto la candidata del Partito Democratico Michelle Nunn il 4 novembre 2014 e si è insediato il 3 gennaio del 2015.

Breve vita e formazione[modifica | modifica wikitesto]

Perdue è nato a Macon, in Georgia, da David Alfred Perdue Sr., e da Gervaise Wynn, entrambi insegnanti.[2][3] Ha trascorso la sua gioventù a Warner Robins.[4][5] Attualmente vive con sua moglie, Bonnie Dunn Perdue, a Sea Island.[6] La coppia ha due figli, David A. Perdue III e Blake Perdue, e tre nipoti.[7][6] Perdue è cugino dell'ex governatore della Georgia Sonny Perdue.[8]

Perdue ha conseguito una laurea in ingegneria industriale, (nel 1972) ed ha conseguito un master in ricerca operativa (nel 1975), presso il Georgia Institute of Technology.[7][9] Nel Georgia Institute of Technology, Perdue faceva parte della Confraternita Delta Sigma Phi.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Corsa per il Senato[modifica | modifica wikitesto]

Perdue ha propagandato la sua esperienza imprenditoriale, soprattutto il suo operato presso la Dollar General. Egli stesso sostiene di aver costruito circa 2.200 nuovi punti vendita, generando così circa 20.000 posti di lavoro e raddoppiando il valore della società in un lasso molto breve di tempo. Ha ricevuto anche l'approvazione dalla Federazione nazionale degli imprenditori indipendenti.[10]

Perdue ha vinto le elezioni generali, sconfiggendo la democratica Michelle Nunn, di quasi 8 punti percentuali.

Posizioni politiche[modifica | modifica wikitesto]

Perdue ha dichiarato che è entrato in politica per il crescente debito nazionale. Egli sostiene l'abrogazione e del Patient Protection and Affordable Care Act.[11] Egli sostiene anche il pareggio di bilancio e la riforma fiscale.[12] Inoltre, ha detto di limitarsi a due mandati, pari a 12 anni, se ri-eletto.[13]

Commissioni assegnate[modifica | modifica wikitesto]

  • Commissione per l'agricoltura, la nutrizione e forestali
  • Commissione per il bilancio
  • Commissione sulle Relazioni estere
  • Commissione sulla magistratura
  • Commissione sull'Anging

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Benjy Sarlin, David Perdue wins GOP nomination in Georgia Senate race, in MSNBC, 22 luglio 2014. URL consultato il 22 luglio 2014.
  2. ^ Perdue Campaign Releases New TV Ad: “Georgia Values”, Perdue Senate, 24 ottobre 2014. URL consultato il 5 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 24 ottobre 2014).
  3. ^ Greg Bluestein, David Perdue’s business background looms large in Senate run, Atlanta Journal-Constitution, 8 agosto 2013. URL consultato il 21 agosto 2014.
  4. ^ James Hohmann, Georgia Republican Senate runoff: 5 things to watch, Politico, 22 luglio 2014. URL consultato il 21 agosto 2014.
  5. ^ Tom George, David Perdue announces Senate bid in Warner Robins, WMAZ, 2 marzo 2014. URL consultato il 21 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2014).
  6. ^ a b Jon Gillooly, Senate hopeful Perdue weighs in on hot-button issues, in Marietta Daily Journal, 16 febbraio 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  7. ^ a b Republican David Perdue's life at a glance, Associated Press, 12 luglio 2014. URL consultato il 24 dicembre 2014.
  8. ^ M. Ball, Meet David Perdue—He Might Be Georgia's Next Senator, in The Atlantic, 21 maggio 2014. URL consultato il 19 giugno 2014.
  9. ^ David Perdue's Biography, Project Vote Smart. URL consultato il 21 agosto 2014.
  10. ^ Chris Joyner, Perdue ‘proud’ of outsourcing past, blames Washington for jobs lost, The Atlanta Journal-Constitution, 6 ottobre 2014. URL consultato il 10 ottobre 2014.
  11. ^ Jim Gaines, Nunn, Perdue take different tacks at forum, Ledger-Enquirer, 21 agosto 2014. URL consultato il 2 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2015).
  12. ^ Wes Mayer, Perdue Visits Newnan During Run-off Campaign, Times-Herald, 18 luglio 2014. URL consultato il 2 settembre 2014 (archiviato dall'url originale il 13 luglio 2014).
  13. ^ The Issues, Perdue Senate. URL consultato il 9 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]