David Leavitt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

David Leavitt (Pittsburgh, 23 giugno 1961) è uno scrittore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un professore presso la Facoltà di Business della Stanford University di Palo Alto, Leavitt si è trasferito all'Est nel periodo degli studi universitari per iscriversi all'Università di Yale, dove ha studiato composizione creativa e dove si è laureato nel 1983. Dopo la laurea si è trasferito a New York, dove ha vissuto nei primi tempi con alcuni compagni di università e in seguito con lo scrittore Gary Glickman, con il quale vive tuttora. Da New York si è in seguito trasferito con il suo compagno a East Hampton, luogo preferito di tanti scrittori di fama, e a New York si reca qualche volta per motivi di lavoro avendo mantenuto il piccolo appartamento di Glickman.

Si è affermato nel 1984 con i nove racconti di Ballo di famiglia (Family Dancing).

È autore dei romanzi Eguali amori, Il voltapagine (da cui è stato tratto l'omonimo film diretto da Ventura Pons), Martin Bauman, La lingua perduta delle gru (da cui è stato tratto l'omonimo film), Mentre l'Inghilterra dorme (per la pubblicazione del quale è stato denunciato per plagio da Stephen Spender), Il corpo di Jonah Boyd, e di numerosi racconti.

È docente di lettere inglesi alla University of Florida, dove insegna nel programma di scrittura creativa.

Leavitt ha vissuto a lungo in Italia, che è uno dei paesi in cui la sua opera letteraria ha ottenuto il maggior successo, tanto che il suo libro Eguali amori (Equal Affections) è uscito prima in Italia per Mondadori Editore e poi negli Stati Uniti. Egli ha spesso inserito ambienti e personaggi italiani (soprattutto toscani) nelle sue narrazioni, e in due libri sull'Italia a sulla Maremma in particolare.

Leavitt ha affrontato ripetutamente la tematica omosessuale nei suoi romanzi. In proposito ha dichiarato: "Ho scritto quello che avrei voluto leggere quando ero adolescente, ma che nessun libro raccontava". Con Mark Mitchell, ha anche curato l'antologia The Penguin Book of Gay Short Stories, nel 1994 (39 racconti a tema).

Nel 2018 l'editore italiano SEM ha iniziato a ripubblicare per il mercato italiano le sue opere; il primo volume è Il matematico indiano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Family Dancing, racconti, 1984.
  • The Lost Language of Cranes, romanzo, 1986.
  • Equal Affections, romanzo, 1989.
  • A Place I've Never Been, racconti, 1990.
  • While England Sleeps, romanzo, 1993; edizione riveduta e corretta, 1995.
  • Arkansas, racconti, 1997.
  • The Page Turner, romanzo, 1998.
  • Martin Bauman, romanzo, 2000.
  • The Marble Quilt, racconti, 2001.
  • Florence, A Delicate Case, saggio, 2003.
  • The Body of Jonah Boyd, romanzo, 2004.
  • The Man Who Knew Too Much: Alan Turing and the Invention of the Computer, saggio, 2006.
  • The Indian Clerk, romanzo, 2007.
  • The Two Hotel Francforts, romanzo, 2013.

Curatore con Mark Mitchell[modifica | modifica wikitesto]

  • The Penguin Book of Gay Short Stories, 1994.
  • Italian Pleasures, 1996.
  • Pages Passed from Hand to Hand: The Hidden Tradition of Homosexual Literature in English from 1748 to 1914, 1997.
  • In Maremma: Life and a House in Southern Tuscany, 2001.

Traduzioni in italiano[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàVIAF (EN27089646 · ISNI (EN0000 0001 1023 0799 · LCCN (ENn82252930 · GND (DE119306344 · BNF (FRcb120758051 (data)