David F. Sandberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
David F. Sandberg al San Diego Comic-Con International del 2017

David F. Sandberg (Jönköping, 21 gennaio 1981) è un regista svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Jönköping, nella provincia svedese di Småland, sviluppa fin dall'infanzia una passione per il cinema, grazie a una videocamera VHS-C regalatagli dal padre. Da adolescente lavora in una videoteca e inizia a girare i suoi primi corti.[1][2] Si impratichisce di regia cinematografica durante un tirocinio presso la Film i Jönköping.[2]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Si fa notare nel 2006, quando pubblica su YouTube il suo cortometraggio animato Vad tyst det blev, ottenendo oltre 1,7 milioni di visualizzazioni. Sandberg inizia quindi a ricevere offerte di lavoro nell'ambiente, esordendo l'anno seguente come consulente dell'animazione in un episodio della serie animata di Kanal 5 Myggan.[3] Continua a lavorare per la Film i Jönköping, realizzando documentari e cortometraggi, oltre che dirigere alcuni documentari informativi per l'ente governativo svedese Allmänna arvsfonden.[4][5] Trasferitosi a Göteborg, nel 2011 realizza per Sveriges Utbildningsradio la serie animata Earth Savers.[1]

A partire dallo stesso anno, si dedica all'autoproduzione di cortometraggi horror a un basso budget, realizzati interamente da sé stesso col solo aiuto della sua compagna, e poi moglie, Lotta Losten.[6] Per farsi conoscere, decide di pubblicarli online su Vimeo e YouTube con lo pseudonimo di ponysmasher.[2]

Uno di questi cortometraggi, Lights Out (2013), diventa virale, attirando l'attenzione di diverse persone all'interno dell'industria cinematografica hollywoodiana, tra cui il produttore Lawrence Grey, che sottopone l'idea al regista James Wan e decide di trarne un lungometraggio, affidando la regia a Sandberg.[7][8] Il film, intitolato Lights Out - Terrore nel buio, si dimostra un successo al botteghino, incassando circa 148 milioni di dollari a fronte di un budget di appena 5 milioni.[9]

Sandberg si trasferisce quindi a Los Angeles e viene scelto come regista di Annabelle 2: Creation, prequel del film horror soprannaturale Annabelle, uscito nel 2017.[8][10] Il film registra nuovamente un ottimo risultato al botteghino, incassando 305 milioni a fronte di un budget di 15.[11] Nel 2019 dirige la commedia supereroistica Shazam!, facente parte del DC Extended Universe,[12] nella quale presta anche la voce al cattivo Mr. Mind e le movenze agli Uomini Coccodrillo.[13][14]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Vad tyst det blev... (2006)
  • Animera = Göra livlig (2011)
  • Ladyboy – documentario (2013)
  • Lights Out (2013)
  • Cam Closer (2013)
  • See You Soon (2014)
  • Pictured (2014)
  • Not So Fast (2014)
  • Coffer (2014)
  • Attic Panic (2015)
  • Closet Space (2016)
  • Shadowed (2020)
  • Not Alone in Here (2020)

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Vad tyst det blev... – cortometraggio (2006)
  • Lights Out – cortometraggio (2013)
  • Cam Closer – cortometraggio (2013)
  • Pictured – cortometraggio (2014)
  • Not So Fast – cortometraggio (2014)
  • Coffer – cortometraggio (2014)
  • Attic Panic – cortometraggio (2015)
  • Closet Space – cortometraggio (2016)

Direttore della fotografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ladyboy – cortometraggio documentario (2013)
  • Lights Out – cortometraggio (2013)
  • Cam Closer – cortometraggio (2013)
  • Pictured – cortometraggio (2014)
  • Not So Fast – cortometraggio (2014)
  • Coffer – cortometraggio (2014)
  • Attic Panic – cortometraggio (2015)
  • Closet Space – cortometraggio (2016)
  • Not Alone in Here – cortometraggio (2020)

Compositore[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi
  • Vad tyst det blev... (2006)
  • Animera = Göra livlig (2011)
  • Ladyboy – documentario (2013)
  • Attic Panic (2015)
Televisione

Montatore[modifica | modifica wikitesto]

  • Vad tyst det blev... – cortometraggio (2006)
  • Animera = Göra livlig – cortometraggio (2011)
  • Cam Closer – cortometraggio (2013)
  • Not So Fast – cortometraggio (2014)
  • Coffer – cortometraggio (2014)
  • Attic Panic – cortometraggio (2015)
  • Shadowed – cortometraggio (2020)
  • Not Alone in Here – cortometraggio (2020)

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • Vad tyst det blev... – cortometraggio (2006)
  • Lights Out – cortometraggio (2013)
  • Attic Panic – cortometraggio (2015)
  • Closet Space – cortometraggio (2016)

Attore[modifica | modifica wikitesto]

  • Vad tyst det blev... – cortometraggio (2006)
  • Not So Fast – cortometraggio (2014)
  • Attic Panic – cortometraggio (2015)
  • Closet Space – cortometraggio (2016)
  • Shazam! (2019) – non accreditato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) 10 things you may not know about David F Sandberg, su warnerbros.co.uk, 21 luglio 2016. URL consultato il 6 novembre 2017.
  2. ^ a b c (EN) More than you ever wanted to know about David F. Sandberg, su dauid.com. URL consultato il 6 novembre 2017.
  3. ^ (SV) Nicklas Astfors, Vad Tyst Det Blev - Långfilmen, mrfilm.com, December 20 dicembre 2011. URL consultato il 6 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  4. ^ (SV) Animera=göra livlig (2010), su Swedish Film Database, www.sfi.se. URL consultato il 6 novembre 2017.
  5. ^ (SV) Filmproduktion, Region Jönköpings län. URL consultato il 6 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 7 novembre 2017).
  6. ^ (EN) Fredrick Mintchell, Lights Out’s David F. Sandberg and Lotta Losten are living their own Hollywood rags to riches story, su worldtechtoday.com, 22 luglio 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  7. ^ (EN) Steven Zeitchik, How David Sandberg turned a viral-short sensation into a horror feature with 'Lights Out', Los Angeles Times, 8 giugno 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  8. ^ a b (EN) Simon Thompson, 'Lights Out' director David F. Sandberg talks going from zero to $5 million budgets and his Hollywood horror story, Forbes, 21 luglio 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  9. ^ (EN) Lights Out (2016), su Box Office Mojo.
  10. ^ (EN) Borys Kit, How New Line Cinema is making a killing in horror, The Hollywood Reporter, 21 luglio 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  11. ^ (EN) Annabelle: Creation (2017), su Box Office Mojo.
  12. ^ (EN) Borys Kit, 'Shazam!' is next DC movie to shoot (Exclusive), The Hollywood Reporter, 2 luglio 2016. URL consultato il 25 luglio 2016.
  13. ^ (EN) Matt Patches e Susana Polo, Shazam director reveals the voice behind his post-credits scene tease, su polygon.com, 5 aprile 2019. URL consultato il 3 aprile 2020.
  14. ^ (EN) David F. Sandberg [ponysmasher], I played all three crocodile men. It was extremely uncomfortable . #QuarantineWatchParty #Shazam (Tweet), su Twitter, 2 aprile 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN123148752010941200124 · LCCN (ENno2017147964 · GND (DE1126674281 · WorldCat Identities (ENlccn-no2017147964