David Emmer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

David Emmer (Roma, 9 dicembre 1967) è un regista, sceneggiatore e autore televisivo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma, figlio del noto regista Luciano Emmer, alterna fin dai primi anni cinema e televisione. Esordisce infatti alla regia con Il mio giorno è la notte (1988) e La bellezza del diavolo - Viaggio nei castelli Trentini (1988), documentari realizzati in 35 mm. Nel 1989 gira il film Impressioni d'Irlanda.

Successivamente collabora con il padre Luciano Emmer alla sceneggiatura del film Basta! Ci faccio un film (1990), al quale segue lo stesso anno Basta! Adesso tocca a noi (1990), in cui non solo scrive soggetto e sceneggiatura, ma interpreta come attore Dadi, uno dei ruoli principali. Nel 1993 inizia a lavorare in televisione in qualità di regista ed autore. Dirige infatti per Rai 3 i documentari Siria - I fiori del deserto (1993) e Orlanda - La conquista della terra (1993).

Realizza il film Una vita non violenta (1999), con Adriana Asti, Jacquelin Lustig e Ninetto Davoli. Successivamente, dopo un periodo di lavoro per Mediaset, inizia la sua prolifica collaborazione con la Rai, per la quale dirige molte trasmissioni, spesso scritte insieme a Marco Giusti, Luca Rea, Stefano Raffaele, Alberto Piccinini e Claudia Alì. Tra i suoi programmi: Stracult, Cocktail d'amore, Convenscion, Isolati, Abbasso il frollocone, Bla Bla Bla, Base Luna e Troppo Giusti.

All'interno delle trasmissioni, dirige spesso degli sketch interpretati da molti artisti, come Lillo e Greg, Francesca Reggiani, Max Giusti, G-Max e Max Tortora, con cui il sodalizio continua anche fuori dalla televisione. Nel 2006 esce infatti il film Una settimana di risate che, pensato per l'home video, raccoglie diverse gag dell'attore romano, come la parodia dell'Ispettore Derrick e l'imitazione di Amadeus.

Contemporaneamente all'attività televisiva, realizza per il teatro, da un romanzo di Michela Murgia, lo spettacolo Il Mondo deve sapere (2008), con Teresa Saponangelo. Nel 2009 dirige la serie televisiva Giochi sporchi, andata in onda su Rai 4, con Ninni Bruschetta, Andrea Lehotská e Lavinia Longhi. Dirige per Rai Scuola anche Moneyman per un giorno (2014), progetto educativo, con i comici Nicola Vicidomini e Fabian Grutt e con Carlo Fabiano e Roberta Azzarone.

Programmi televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il mio giorno è la notte (1988)
  • La bellezza del diavolo - Viaggio nei castelli Trentini (1988)
  • Impressioni d'Irlanda (1989)
  • Siria - I fiori del deserto (Rai 3, 1993)
  • Orlanda - La conquista della terra (Rai 3, 1993)
  • Agostino Riscatolato (2000)

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Mondo deve sapere (2008)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]