David Dunning

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

David Alan Dunning (...) è uno psicologo e accademico statunitense, professore di psicologia all'Università del Michigan.[1] Ad oggi è professore in pensione di psicologia alla Cornell University.[2]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Dunning ha conseguito la laurea in psicologia presso l'Università statale del Michigan nel 1982 e il dottorato di ricerca all'Università di Stanford nel 1986.[1]

Ricerca[modifica | modifica wikitesto]

Dunning ha pubblicato più di 80 articoli, capitoli di libri e commenti. È noto per essere stato coautore di uno studio del 1999[3] con Justin Kruger, ora della Stern School of Business.[4] Questo studio ha mostrato che le persone che hanno svolto le prestazioni meno convincenti in determinati compiti, come giudicare l'umorismo, la grammatica e la logica, hanno sovrastimato significativamente quanto fossero bravi in questi compiti. Da allora questo studio ha dato origine a quello che è noto come effetto Dunning-Kruger, un pregiudizio cognitivo in cui le persone con limitate conoscenze o capacità critiche, valutano erroneamente la propria capacità cognitiva come maggiore di quanto non sia.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dunning è il dirigente della Society for Personality and Social Psychology e della Foundation for Personality and Social Psychology. È stato anche editore associato del Journal of Personality and Social Psychology.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) David Dunning, su lsa.umich.edu.
  2. ^ a b (EN) David Dunning, su socialsciences.cornell.edu.
  3. ^ (EN) Justin Kruger e David Dunning, Unskilled and unaware of it: how difficulties in recognizing one's own incompetence lead to inflated self-assessments, in Journal of Personality and Social Psychology, vol. 77, n. 6, dicembre 1999, pp. 1121–1134, DOI:10.1037/0022-3514.77.6.1121, PMID 10626367.
  4. ^ (EN) Marc Abrahams, Those Who Can’t, Don’t Know It, su hbr.org.
  5. ^ (EN) Chris Lee, Revisiting why incompetents think they’re awesome, su arstechnica.com.
Controllo di autoritàVIAF (EN58475988 · ISNI (EN0000 0000 8137 4258 · LCCN (ENn2004108459 · ORCID (EN0000-0002-4565-1208 · GND (DE1077580215 · WorldCat Identities (ENlccn-n2004108459
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie