David Blaine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

David Blaine, nato David Blaine White (New York, 4 aprile 1973), è un illusionista statunitense.

È noto per le sue imprese di resistenza e le magie da strada eseguite durante i suoi show.[1] È detentore di diversi record del mondo. James Nederlander così come il The New York Times[2] ritengono Blaine come il moderno Houdini.[3]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Blaine nasce a Brooklyn, borough di New York, il 4 aprile del 1973, figlio unico di William Perez, un veterano della guerra del Vietnam, di origini per metà portoricane e per metà italiane, e di Patrice Maureen White (1946-1995), un'insegnante statunitense, nata da una famiglia ebraica di origini russe[4]. I genitori, non legalmente sposati, si separarono poco tempo dopo la sua nascita e, di conseguenza, venne cresciuto da sua madre. Quando aveva dieci anni, la madre si sposò con John Bukalo, dal quale ebbe poi un figlio, Michael James, e con il quale si trasferirono a Little Falls, nel New Jersey,[5] dove frequentò la locale Passaic Valley Regional High School.[6] A 17 anni, Blaine si trasferì a Manhattan (New York).[7]

Speciali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Street Magic[modifica | modifica wikitesto]

in Street Magic, Blaine percorre le strade del mondo portando i suoi trick che stravolgono la fisica alla gente comune.

Magic Man[modifica | modifica wikitesto]

Buried Alive[modifica | modifica wikitesto]

Frozen in Time[modifica | modifica wikitesto]

Vertigo[modifica | modifica wikitesto]

Mysterious Stranger[modifica | modifica wikitesto]

Above the Below[modifica | modifica wikitesto]

in Above the Below, avvenuto nel 2003 a Londra, Blaine si rinchiude in un cubo di plexiglass per 44 giorni senza mai mangiare, solo bere e dormire.

Drowned Alive[modifica | modifica wikitesto]

Revolution[modifica | modifica wikitesto]

Guinness World ords[modifica | modifica wikitesto]

Dive of Death[modifica | modifica wikitesto]

Electrified: One Million Volts Always On[modifica | modifica wikitesto]

David Blaine: Real or Magic[modifica | modifica wikitesto]

"Beyond Magic"[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Houdini of the Hoi Polloi, Los Angeles Times, 2000-11-19
  2. ^ The New York Times, 2006-05-01
  3. ^ CITY'S BURIED TREASURE [collegamento interrotto], New York Daily News, 1999-04-05
  4. ^ Life's a magic box of tricks, The Scotsman, 20 settembre 2003. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  5. ^ Finn, Holly. "Through the Plexiglass darkly: David Blaine exposes Britain's nasty underbelly", The Times, 25 settembre, 2003, p. 20.
  6. ^ Behrens, David. "THE ART OF WONDER / From performing death-defying stunts to launching readers of his new book on an old-fashioned treasure hunt, David Blaine delights in surprises", Newsday, 7 novembre, 2002. Consultato il 18 settembre, 2007. "Più tardi, si trasferirono nel New Jersey, dove frequentò la Passaic Valley High School a Little Falls."
  7. ^ David Blaine: the Man, the Magician, Magic Directory. URL consultato il 7 settembre 2009 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2009).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN65066869 · LCCN: (ENn2002103677 · ISNI: (EN0000 0000 7871 4581 · GND: (DE128726962