David Beghè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Autoritratto, 1874
Pinacoteca, Calice al Cornoviglio

David Beghè (Calice al Cornoviglio, 7 maggio 185415 gennaio 1933) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nella metà del XIX secolo il territorio di Calice era sotto il dominio degli Estensi, nel Granducato di Toscana, a seguito del Congresso di Vienna. Questo fatto rendeva molto frequenti i rapporti tra questa zona dell'appennino ligure (incuneata tra la Liguria e la Toscana) e la pianura padana. È in questo contesto che il giovane Beghè, figlio di Giuseppe e di Maria Zanelli, mosse i suoi primi passi nella pittura crescendo in una delle famiglie notabili di Calice, ispirata alla fede cristiana (lo zio Don Gioacchino era prete).

Iniziò i suoi studi all'Accademia di Belle Arti di Carrara, trasferendosi poi a Milano dove li proseguì presso l'Accademia di Brera. Nell'accademia milanese ebbe modo di confrontarsi e rapportarsi sotto la direzione di due tra i più famosi pittori dell'epoca, Francesco Hayez e Giuseppe Bertini. Inoltre ricevette preziosi insegnamenti sull'arte della'affresco dal pittore Giovanni Valtorta. Si diplomò nel 1875 in Storia dell'Arte.

Paesaggista, ritrattista e grande frescatore, amava anche riposare suonando l'organo nelle pause di lavoro all'interno delle tante chiese ove era chiamato a lavorare.

Nonostante trascorresse molto del suo tempo lontano dalla sua Calice, non perse mai il legame con la sua terra natale e fu proprio a Nasso (la frazione in cui nacque) che tenne un vero e proprio dibattito culturale con Agostino Fossati, altro grande pittore spezzino che aveva scelto il calicese come sua zona di residenza estiva.

Beghé morì il 15 gennaio 1933; le sue spoglie riposano nella cappella di famiglia del cimitero della frazione Santa Maria del Comune di Calice al Cornoviglio.

«Fervente Cristiano
Anima d'artista
seppe trasfondere
nella vita e nelle opere
quella luce divina
che illumina il suo spirito»

(Questa iscrizione è sulla lapide apposta nella cappella di famiglia)

I suoi condiscepoli più famosi sono stati Ludovico Pogliaghi, Giovanni Segantini e Cesare Tallone.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La Pinacoteca[modifica | modifica wikitesto]

In collaborazione con l'amministrazione comunale di Calice i discendenti del pittore nel 1992 hanno aperto al pubblico la Pinacoteca "David Beghè", collocata nel castello Doria Malaspina di Calice al Cornoviglio, con una collezione di ventotto oli su tela dell'artista.

Collezione della Pinacoteca[modifica | modifica wikitesto]

  • Autoritratto, olio su tela, cm 65 × 50, 1874;
  • Ritratto di fanciulla (Ritratto di gentildonna lombarda), olio su tela, cm 40 × 30, prima del 1880;
  • Ritratto di adolescente, olio su tela, cm 21 × 31, prima del 1880;
  • Ritratto d'uomo con la barba (Ritratto di barbone milanese), olio su tela, cm 50 × 40, circa 1880;
  • Maria Torsegno adolescente, olio su tela cm 20 × 29, circa 1880;
  • Ritratto di Raffaele Torsegno, olio su tela cm 75 × 60, circa 1880;
  • Ritratto di Caterina Delle Piane Torsegno, olio su tela cm 75 × 60, circa 1880;
  • Ritratto d'uomo con barba bruna, olio su tela cm 55 × 42, circa 1880;
  • Ritratto di Valentina Torsegno Beghè, olio su tela cm 120 × 85, ultimo decennio del XIX secolo;
  • Villaggio prealpino, olio su tela cm 90 × 140, ultimo decennio del XIX secolo;
  • La foce dell'Entella a Lavagna, olio su tela cm 66 × 72, ultimo decennio del XIX secolo;
  • Ritratto di Adele Beghè Brunelli, olio su tela cm 52 × 45, ultimo decennio del XIX secolo;
  • Il ponte sull'Entella, olio su tela, cm 75 × 125, ultimo decennio del XIX secolo;
  • Riva Trigoso, olio su tela, cm 40 × 65, 1890;
  • Madonna con mantello bianco e abito blu, olio su tela, cm 70 × 45, 1890;
  • Il Bambino Gesù benedice il mare (Bambin Gesù benedicente), olio su tela, cm 210 × 133, primo decennio del XX secolo;
  • Sacro Cuore, olio su tela, cm 60 × 56, primo decennio del XX secolo;
  • Paesaggio d'alta montagna, olio su tela, cm 100 × 140, primo decennio del XX secolo;
  • Angelo custode con croce, olio su tela, cm 68 × 50, primo decennio del XX secolo;
  • Plesio sul lago di Como, olio su tela, cm 50 × 30, 1908;
  • Angelo custode, olio su tela, cm 75 × 55, primo decennio del XX secolo;
  • Studio di torso maschile, olio su tela, cm 65 × 50, primo decennio del XX secolo;
  • Madonna con manto bianco, olio su tela, cm 125 × 90, 1919;
  • Madonna con manto blu, olio su tela, cm 50 × 40, secondo decennio del XX secolo;
  • Madonna dell'ulivo, olio su tela, cm 110 × 80, 1926;
  • Ghiacciaio, olio su tela, cm 100 × 150, 1929;
  • Cristo che porta la croce, olio su tela, cm 75 × 55, 1930.

Altre opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ritratto di adolescente, olio su tela, cm 21 × 31, prima del 1880, di proprietà di un erede;
  • Maria Torsegno adolescente, olio su tela, cm 20 × 29, circa 1880, di proprietà di un erede;
  • Ritratto di giovane donna di Calice al Cornoviglio, olio su tela, cm 55 × 45, circa 1880, collezione privata;
  • Sorpresi!...Surpris!, olio su tela, cm 80 × 160, circa 1880, disperso;
  • Ritratto di Valentina Torsegno in abito bianco, olio su tela, cm 126 × 90, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Cavi di Lavagna, olio su tela, cm 49 × 73, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Veduta di Bagnone, olio su tela, cm 60 × 40, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Ritratto di donna anziana in costume, olio su tela, cm 47 × 32, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Ritratto di contadina, olio su tela, cm 60 × 40, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Ritratto di bambino, olio su tela, cm 36 × 29, ultimo decennio del XIX secolo, di proprietà di un erede;
  • Marina, olio su tela, cm 39 × 70, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Marina, olio su tela, cm 57 × 88, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Sacro Cuore, olio su tela, cm 60 × 43, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Alta montagna, olio su tela, cm 77 × 128, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Vetta alpina, olio su tela, cm 32 × 48, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Marina, olio su tela, cm 39 × 70, primo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Madonna, olio su tela, cm 62 × 40, secondo decennio del XX secolo, di proprietà di un erede;
  • Madonna dell'ulivo, olio su tela, cm 110 × 80, 1927, Canonica della Chiesa di Santa Maria Assunta di Bolano;
  • S. Luigi Gonzaga riceve la prima Comunione da S. Carlo Borromeo, olio su tela, cm 230 × 168, prima del 1933, Basilica di San Giorgio al Palazzo Milano.

Chiese affrescate da David Beghè[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Attività pittorica e decorativa di David Beghé, tesi di laurea di I. Cuccovillo, Università degli studi di Milano, Facoltà di Lettere e Filosofia, A.A. 1993-94
  • L'opera pittorica di David Beghè 1854-1933, a cura di M.Borzone, P.De Nevi, Luna Editore, La Spezia, 1996
  • David Beghé e la pittura di paesaggio dell'Ottocento, atti della giornata di studi, Calice al Cornoviglio 08.09.2001, La Spezia, 2003
  • Pinacoteca David Beghé - Calice al Cornoviglio, a cura di A.Marmori, G.Altissimo, N.Barattini, La Spezia, 2012

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN47609159 · ISNI (EN0000 0000 8224 7779 · BNF (FRcb14610777g (data) · BNE (ESXX1353455 (data) · ULAN (EN500191585 · WorldCat Identities (ENviaf-47609159