Darrell Issa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Darrell Issa
Congressman Darrell Issa.jpg

Membro della Camera dei rappresentanti - California, distretto n.49
Durata mandato 3 gennaio 2003 - In carica
Predecessore Susan Davis

Membro della Camera dei Rappresentanti - California, distretto n.48
Durata mandato 3 gennaio 2001 - 3 gennaio 2003
Predecessore Ron Packard
Successore Christopher Cox

Dati generali
Partito politico Repubblicano
Tendenza politica conservatore

Darrell Edward Issa (Cleveland, 1º novembre 1953) è un politico statunitense di origine maronita libanese, membro della Camera dei Rappresentanti per lo Stato della California.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in Ohio, Issa ebbe un'adolescenza piuttosto turbolenta e a diciassette anni si arruolò nell'esercito. Fra le varie cose svolse anche il compito di artificiere e dopo aver raggiunto il grado di capitano, alla fine degli anni settanta, Issa si congedò.

In seguito intraprese una carriera nel mondo degli affari e insieme alla sua seconda moglie fondò un'azienda operante del ramo dell'elettronica.

Negli anni novanta entrò in politica schierandosi al fianco del Partito Repubblicano e nel 1998 si candidò al Senato come sfidante della democratica in carica Barbara Boxer, venendo tuttavia sconfitto nelle primarie.

Nel 2000 il deputato repubblicano Ron Packard annunciò il suo ritiro e Issa si candidò per occupare il suo seggio alla Camera. Questa volta riuscì a prevalere nelle primarie e vinse anche le elezioni generali a novembre. È stato riconfermato ininterrottamente per il medesimo seggio (con la numerazione 48 durante il primo mandato, poi col 49) per altre otto elezioni congressuali. Issa ha vinto la nona elezione alla Camera dei Rappresentanti nel novembre 2016, registrando la più risicata maggioranza della sua carriera politica. Al contrario di altri politici repubblicani, egli fu uno dei precoci sostenitori di Donald Trump alla presidenza, considerandolo una "scelta ovvia".

Issa si presenta come uno dei deputati più conservatori del Congresso; fra le varie prese di posizione ha votato a favore del PATRIOT Act e si è battuto contro l'immigrazione illegale.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN6786323 · LCCN: (ENn2004064473 · ISNI: (EN0000 0000 5044 3281