Dark Cloud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'attore, vedi Dark Cloud (attore).
Dark Cloud
Dark cloud logo.png
Sviluppo Level 5
Pubblicazione Sony Computer Entertainment
Data di pubblicazione Giappone 14 dicembre 2000[1]

Stati Uniti 28 maggio 2001[2]
Unione europea 21 settembre 2001[3]

Genere Action RPG
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma PlayStation 2
Supporto DVD-CD
Seguito da Dark Chronicle

Dark Cloud (ダーククラウド Dāku Kuraudo?) è stato il primo videogioco prodotto da Level 5, uscito nel 2001 per PlayStation 2. La sua uscita, annunciata nel 1999, era originariamente prevista per il 2000, come un titolo di lancio per la nuova console, ma alla fine è stato rilasciato nel corso dell'anno[4]. In Europa e in Nord America è stato pubblicato nel 2001.

Il suo seguito, Dark Chronicle, è uscito in America settentrionale con il titolo di Dark Cloud 2.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« In un'antica rovina venne ritrovato un libro. Gli studiosi che decifrarono il libro diventarono matti per capirne il mistero.
Un mondo con due lune che risplendono in cielo…
Le incredibili avventure di un ragazzo…
Chissà se è una storia vera…
E tu credi alla storia narrata dal libro?
Forse è soltanto l'immaginazione nel cuore del ragazzo…
Lascia che te la racconti.

Questo antico libro narra di una magica e splendida favola… »

Nel gioco l'utente impersona un eroe di nome Toan (il nome, come quello di altri personaggi giocabili, è predefinito, ma può essere modificato), uno spadaccino tredicenne. Il villaggio in cui abita viene improvvisamente attaccato da un potentissimo gigante, il Genio Oscuro, che molto tempo fa distrusse molti paesi e sterminò quasi tutti la popolazione del mondo. In seguito all'attacco, che distrugge l'intero villaggio, l'eroe, unico sopravvissuto, si ritrova solo a dover ricostruire il villaggio, Nolun, e riportarne in vita gli abitanti. Improvvisamente uno spirito (per l'esattezza il Re degli spiriti) gli si rivela, donandogli un pugnale e una speciale pietra, l'Atlamillia, che lo aiuteranno a completare il suo viaggio ricostruendo i villaggi distrutti dal genio oscuro e a riportarne in vita gli abitanti, entrambi sigillati in sfere chiamate Atla. A questo punto Toan dovrà affrontare varie sfide, ed esplorare molti labirinti quali grotte e foreste, al cui interno troverà il materiale necessario a far ritornare tutto come prima. Ci riuscirà soltanto grazie all'aiuto di cinque preziosi alleati (Xiao, Goro, Ruby, Ungaga e Osmond), e alla fine metterà la parola fine su l'era Oscura.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

La parte più divertente e innovativa del gameplay di Dark Cloud è la ricostruzione dei vari villaggi, i cui pezzi raccolti e custoditi nell'Atlamillia formano la DIORAMA. Potrete così ricostruire pezzo per pezzo in tempo reale tutto un nuovo mondo in 3D, villaggio dopo villaggio, esplorando immediatamente le parti che andrete man mano a ricomporre. Toan potrà così muoversi all'interno del Diorama e interagire con gli abitanti, che forniranno anche le informazione per progredire con l'avventura. È proprio gratificante tornare da un labirinto con una bella scorta di Atla e cominciare a costruire a piacimento un nuovo villaggio-non propriamente, anche perché ogni persona del villaggio ha le sue esigenze, così da dover cercare di accontentare tutte le loro richieste. Anche se le strutture si possono posizionare come si vuole, come strade, torrenti e altro, a volte alcuni abitanti vorranno la propria dimora in un punto specifico (un abitante di Nolun vorrà la sua casa accanto ad uno stagno). Ogni qual volta completerete una struttura del villaggio, si creerà un "evento" e vi verrà dato un oggetto importante in premio. Accontentare il cento per cento delle aspettative dei paesani, vi farà ottenere nuovi attacchi,oggetti speciali o armi. Sarà inoltre possibile potenziare le armi, tramite il combattimento con i mostri nei dungeon, che vi farà guadagnare punti ABS (Punti Esperienza Arma), una volta completata la barra ABS sarà possibile applicare all'arma delle specifiche capacità (più forte contro i mostri marini, volanti...) tramite il potenziamento (ogni volta che un'arma viene potenziata viene aggiunto un "+1,+2,+3..." al nome), ci saranno anche delle abilità che dovranno essere soddisfatte per poter far "cambiare stato" all'arma, l'arma perciò cambierà forma, nome ed aumenterà le statistiche. In Dark Cloud Il processo di Trasformazione delle armi è abbastanza lento e difficile da portare a termine il più delle volte. In Dark Chronicle (Dark Cloud 2 in America del Nord e Canada) questa componente del Gameplay è stata ulteriormente migliorata.

Atlamillia[modifica | modifica wikitesto]

L'Atlamillia compare per la prima volta in questo gioco, dove viene affidata a Toan, il protagonista, con il compito di ricostruire i villaggi distrutti dal Genio Oscuro. In questo gioco l'Atlamillia è color verde chiaro. Il suo scopo ultimo può essere quello di ricostruire le città aprendo le atla e richiamare in vita un'anima, anche se così essa scomparirà.

Compare anche in Dark Chronicle, dove può essere rossa, blu o gialla. Nel gioco le Atlamillia di Max e Monica vengono utilizzate da questi ultimi per viaggiare nel tempo nelle aree che devono ricostruire. L'Atlamillia rossa, detta anche "Pietra terrestre", appartiene a Max, e permette di andare cento anni nel futuro, mentre l'Atlamillia blu, detta anche "Pietra lunare", appartiene a Monica, e permette di andare cento anni nel passato. L'Atlamillia gialla, la più potente, detta anche "Pietra solare", permette di viaggiare mille anni nel passato e nel futuro, e appartiene al malvagio Imperatore Grifone, ma non si sa come è riuscito ad ottenerla. Questo perché è l'Atlamillia stessa a scegliere il suo proprietario. Quest'ultimo deve avere un cuore puro e non deve essere malvagio.

Riferimenti al mondo reale[modifica | modifica wikitesto]

  • Due personaggi non giocabili, i fratelli gemelli Macho e Komacho, sono un possibile riferimento al pugile Hector "Macho" Camacho.

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la rivista specializzata Famitsū, Dark Cloud è stato il 15° videogioco più venduto al suo debutto durante la settimana in Giappone, con 19 615 copie vendute[5]. Alla fine del 2001, il videogioco è stato venduto in 70 471 copie nelle regione[6]. Totalizzò la vendita di 800 000 copie in tutto il mondo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Chris Winkler, Creator's Talk Interview #2: Akihiro Hino, RPGFan.com, 2003. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  2. ^ (EN) Sony Announces Ship Date for Dark Cloud, IGN, 2 maggio 2001. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  3. ^ (EN) Dark Cloud, GameSpy. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  4. ^ (EN) Douglas C. Perry, The PS2 Launch Titles, IGN, 10 settembre 1999. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  5. ^ (JA) ゲームソフト販売ランキング TOP30, Famitsū, 21 dicembre 2000. URL consultato il 9 dicembre 2014.
  6. ^ (JA) 2001年テレビゲームソフト売り上げTOP300, Geimin.net. URL consultato il 9 dicembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi