Dario Pegoretti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Dario Pegoretti (18 gennaio 1956Verona, 23 agosto 2018) è stato un artigiano italiano.

È considerato uno dei più importanti telaisti di bicicletta contemporanei e uno dei precursori della saldatura TIG in ambito telaistico[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da ragazzo è stato ciclista dilettante. A 18 anni, dopo la maturità, si sposta a Verona dove intraprende il mestiere di telaista lavorando nella bottega di Luigino Milani, il quale produceva telai come terzista per famosi marchi di biciclette[2]. A lui, che in futuro diventerà anche suocero di Dario, è dedicato il Luigino, il telaio a congiunzioni più classico della gamma di Pegoretti.

Nel 1990, in seguito alla morte di Milani, Pegoretti decise di mettersi in proprio continuando il lavoro di terzista per marchi come Bianchi e Pinarello, producendo principalmente telai destinati alle squadre professionistiche. Continuò fino al 1996, anno in cui decise di iniziare a vendere telai su misura con il proprio nome. L'anno successivo spostò quindi la produzione a Caldonazzo, in provincia di Trento, e successivamente a Marter di Roncegno.

Nel marzo 2007 gli venne diagnosticato un linfoma[3], dal quale era in seguito riuscito a guarire. Muore all'età di 62 anni, stroncato da un attacco di cuore, la sera del 23 agosto 2018[4].

Nella sua carriera produsse telai per numerosi ciclisti professionisti, tra cui Miguel Indurain, Stephen Roche, Claudio Chiappucci, Gianni Bugno, Mario Cipollini e Marco Pantani ma anche per il cantante Ben Harper e l'attore Robin Williams[5].

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Al North American Handmade Bicycle Show del 2007 viene premiato con il President's Award of Excellence[6]. L'anno successivo, sempre al NAHBS, venne nominato telaista dell'anno[7].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2004, assieme a Richard Sachs, disegnò la serie di tubi PegoRichie, prodotta da Columbus a partire dal 2005.
  • Era particolarmente appassionato di musica, come si può riscontrare anche da alcuni nomi dei suoi modelli. Per fare un esempio Big Leg Emma, ispirato all'omonima canzone di Frank Zappa.
  • Pegoretti era spesso attivo su vari forum italiani ad argomento ciclistico con il nickname "Round".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dario Pegoretti, su lakeside-bikes.com. URL consultato il 23 agosto 2018.
  2. ^ (EN) Gino Milani, su classicrendezvous.com. URL consultato il 24 agosto 2018.
  3. ^ (EN) A message from Dario Pegoretti (JPG), su gitabike.com. URL consultato il 24 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2018).
  4. ^ È Morto Dario Pegoretti, su cyclinside.it, 23 agosto 2018. URL consultato il 24 agosto 2018.
  5. ^ (EN) The Collector: Robin Williams, su m.paddle8.com. URL consultato il 24 agosto 2018.
  6. ^ (EN) NAHBS Award History, su 2016.handmadebicycleshow.com. URL consultato il 23 agosto 2018.
  7. ^ (EN) Dario Pegoretti frame builder of the year! (JPG), su gitabike.com. URL consultato il 24 agosto 2018 (archiviato dall'url originale il 25 agosto 2018).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]