Daphne du Maurier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daphne du Maurier

Dame Daphne du Maurier, Lady Browning (Londra, 13 maggio 1907Par, 19 aprile 1989), è stata una scrittrice britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

I genitori di Daphne, Gerald du Maurier e Moriel Beaumont, avevano entrambi un passato di attori teatrali. Gerald era stato anche impresario. Ultima di tre sorelle, completa gli studi a Parigi e torna in Inghilterra, per seguire la famiglia in Cornovaglia, a Fowey.

Nel 1931, grazie anche all'aiuto di uno zio editore, Daphne pubblica il suo primo libro Spirito d'amore. Successivamente, mentre gli altri parenti tornano a Londra, decide di rimanere a Fowey. Nel 1932 Daphne sposa sir Frederick Arthur Montagne Browning, maggiore dell'esercito. Per la sua attività la coppia si trasferisce nel 1939 ad Alessandria d'Egitto, dove Daphne scriverà Rebecca, la prima moglie, il suo romanzo più conosciuto.

Molti saranno i luoghi in cui il marito verrà assegnato, ma non sempre lei lo seguirà. Nel 1943 i due tornano in Inghilterra e riescono ad affittare un maniero a Menabilly, dove si stabiliscono con i figli. Ma, nel 1964, sono costretti ad andarsene. Nel 1965 muore il marito Frederick, e Daphne sceglie di vivere in solitudine. Dopo la sua morte, avvenuta il 19 aprile 1989, le ceneri vengono sparse, assecondando i suoi desideri, nei campi che circondano la sua ultima residenza.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1978 è stata premiata con il Mystery Writers of America Grand Master insieme a Dorothy B. Hughes e Ngaio Marsh.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Principali trasposizioni cinematografiche delle sue opere[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Commenda dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Commenda dell'Ordine dell'Impero Britannico
— 1969

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN24600806 · LCCN: (ENn79109035 · SBN: IT\ICCU\CFIV\036746 · ISNI: (EN0000 0001 2124 4061 · GND: (DE118528084 · BNF: (FRcb11900717h (data) · NLA: (EN35046586