Danilo Eccher

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Danilo Eccher durante l'allestimento della mostra EROI

Danilo Eccher (Tione di Trento, 27 giugno 1953) è un critico d'arte e curatore italiano.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi nel 1978 presso la facoltà di lettere e filosofia dell'Università di Bologna, nel1981 ha iniziato a lavorare per la RAI nella sede di Trento, occupandosi di documentari dedicati all'arte contemporanea. Nello stesso anno inizia l'attività di critico, lavorando per giornali quali Arte Cultura, D'Ars, La Vernice, Malematta Trento e dal 1983, su invito di Maurizio Calvesi, per la rivista Color. Dal 1986 al 1992 scrive per Flash Art.

Dal 1989 al 1995 è direttore artistico della Galleria civica d'arte contemporanea di Trento. Nel 1993 è membro del comitato artistico della 45ª Biennale di Venezia, co-curando la mostra internazionale La coesistenza dell'arte.

Dal 1996 al 2000 è direttore della GAM Galleria d'arte moderna di Bologna e negli anni 1996-1999 è stato professore presso il corso di specializzazione di storia dell'arte presso l'Università di Bologna; nel 1997 ha insegnato alla Luiss di Roma presso il corso di management museale.

Dal 2001 al 2008 è il primo direttore del MACRO Museo di arte contemporanea di Roma e negli anni 2002-2006 è co-direttore del master per curatori di arte contemporanea e architettura presso l'Università La Sapienza di Roma. Dal 2004 al 2009 è stato direttore artistico di ARCOS Museo d'arte contemporanea del Sannio di Benevento.

Dal 2009 al 2011 è stato Presidente della Fondazione Galleria Civica di Trento.

Dal 2009 al 2014 è stato direttore della GAM Galleria civica d'arte moderna e contemporanea di Torino.

Mostre[modifica | modifica wikitesto]

  • Mario Schifano (1986)
  • Luigi Veronesi (1988)
  • Paolo Vallorz (1988)
  • Nunzio (1989)
  • Luigi Mainolfi (1989)

Presso la Galleria civica d'arte contemporanea di Trento[modifica | modifica wikitesto]

  • Enzo Cucchi (1990)
  • Hermann Nitsch (1991)
  • Vasco Bendini (1992)
  • Mimmo Paladino (1992)
  • Vettor Pisani (1992)
  • Marco Gastini (1993)
  • Tony Cragg (1994)
  • Mario Merz (1994)
  • Yoko Ono (1995)
  • Emilio Vedova (1996)

Presso la Galleria d'arte moderna di Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Personali
  • Gilbert & George (1996)
  • Sean Scully (1996)
  • Julian Schnabel (1996)
  • Christian Boltanski (1997)
  • Georg Baselitz (1997)
  • Salvo (1997)
  • Marisa Merz (1998)
  • Shirin Neshat e Vanessa Beecroft (1998)
  • Anselm Kiefer (1999)
  • Francesco Clemente (1999)
  • Mat Collishaw (2000)
  • Francesco Vezzoli (2000)
Collettive
  • "Materiali anomali" (1997)
  • "Pittura iconica" (1997)
  • "Arte aniconica" (1998)
  • "Appearance" (2000)
  • "L'ombra della ragione" (2000)

Presso il MACRO Museo di arte contemporanea di Roma)[modifica | modifica wikitesto]

Personali
  • Tony Oursler (2002)
  • Vik Muniz (2003)
  • Cecilyn Brown (2003)
  • Paola Pivi (2003)
  • Simon Starling (2003)
  • Michal Rovner (2003)
  • Tatsuo Miyajima (2004)
  • Tom Wesselmann (2005)
  • Wolfgang Laib (2005)
  • Jenny Saville (2005)
  • Alfredo Jaar (2005)
  • Marc Quinn (2006)
  • Pedro Cabrita Reis (2006)
  • Christian Boltanski (2006)
  • Gadha Amer (2007)
  • AES+F (2008)
  • Gregor Schneider (2008)
  • Ernesto Neto (2008)
Collettive
  • "ChinArt" (2002)
  • "Ipotesi di collezione" (2003)
  • "Mediterraneans" (2004)
  • "Nuove acquisizioni" (2005)
  • "La città che sale" (2007)

Presso la GAM Galleria civica d'arte moderna e contemporanea di Torino[modifica | modifica wikitesto]

Personali
  • Osvaldo Licini: Capolavori (2010)
  • Fang lijun (2012)
  • Salvatore Scarpitta (2012)
  • Nicola De Maria (2013)
  • Ettore Spalletti (2014)
  • Juliao Sarmento (2014)
  • Roy Lichtentein: Opera Prima (2014)
  • Cecily Brown (2014)
  • Braco Dimitrijevic (2016)
Collettive
  • "Il Teatro della Performance" (2009)
  • "Keep Your Seat" (2010)
  • "EROI" (2011)
Controllo di autoritàVIAF: (EN32107079 · ISNI: (EN0000 0001 0885 229X · SBN: IT\ICCU\CFIV\067077 · LCCN: (ENnr92010270 · GND: (DE1035619490 · BNF: (FRcb12524670h (data)