Danilo Campanella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Danilo Campanella (Roma, 2 dicembre 1984) è un politologo e docente italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in filosofia presso la Pontificia Università Lateranense e presso l'Università di Roma Tor Vergata, docente di filosofia interculturale presso l'università Svizzera Arssup, è uno dei più giovani politologi italiani[1].

La sua produzione di storico è orientata prevalentemente alla filosofia e all’etica politica[2], in particolare al secondo dopoguerra. In molteplici scritti ha esplorato temi di carattere sociologico[3][4], ponendo particolare attenzione al connubio tra storia e filosofia politica[5].

I suoi lavori, utilizzati come materiale di insegnamento per cattedre universitarie interne[6], si caratterizzano per l'attenzione anche ad aspetti particolari sulla storia delle idee politiche[7], quali, ad esempio, le radici psicologiche che concorrono a formare il controllo sociale[8] l'adesione di massa a determinate ideologie politiche[9][10], soprattutto quelle di natura postmoderna[11]. Il suo interesse filosofico-politico prevalente riguarda da democrazia partecipativa, la Realpolitik, in particolare quella di origine statunitense, nonché l'influenza del terrorismo nella psicologia contemporanea di massa[12][13].

Ha lavorato e collaborato con istituzioni nazionali[14][15] e internazionali[16], culturali, accademiche[17], diplomatiche, militari, politiche e istituzionali. Dal 2015, collabora con l’Università Svizzera Arssup come docente e si dedica alla scrittura di saggi e romanzi. Nel 2014 collabora con il filosofo Gianni Vattimo e fonda con Simone Caminada, Philomath TV. Collabora con la rivista mensile “Enigmi”. Vanta la più ampia bibliografia di ricerca sullo statista Aldo Moro[18]. È stato presidente internazionale della Philomates Association dal 2012 al 2016[19][20][21][22].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Nascita, apogeo e caduta di Sparta, Nuova Cultura, Roma 2007. ISBN 88-6134-137-3.
  • La distruzione delle realtà sottili, Luz, Latina 2010. ISBN 978-88-95976-10-5.
  • Aldo Moro, politica, filosofia, pensiero, Edizioni Paoline, Milano 2014. ISBN 978-88-315-4489-4.
  • L’ umanesimo comunitario nella filosofia politica di Aldo Moro e le sue radici personaliste: theses ad doctoratum in philosophia, Editore Pontificia Università Lateranense, Città del Vaticano 2014.
  • La teologia della politica di Aldo Moro e le sue radici tomiste, tesi di Laurea Magistrale in Filosofia Morale, Università di Roma Tor Vergata, Roma 2015.
  • Aldo Moro: origine filosofica ed elementi politici dell’umanesimo comunitario, in “Schegge di filosofia moderna XII”, a cura di Ivan Pozzoni, deComporre Edizioni, Gaeta 2014, p. 111.
  • La filosofia politica di Aldo Moro come spinta riformatrice per l’unità europea, Rivista Istituto Studi Politici San Pio V.
  • La fine del nostro tempo, Dissensi, Ferrara 2015. ISBN 978-88-96643-61-7.
  • Persone non umane: una sfida antropologica, in Rivista di Scienze Sociali, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, n.12 aprile 2015, “Sociologie: teorie culture e mercati digitali”, codice ISNN 2239-1126.
  • Da Homo Sapiens ad Homo Videns, in Rivista di Scienze Sociali, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, settembre 2014, “Antropologie: Fake in Cina”, codice ISSN 2239-1126.
  • Il senso del sacro nella fenomenologia del peccato originale, in Rivista di Scienze Sociali, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, n. 14, dicembre 2015, “Flanerie: perdersi nella metropoli”, codice ISSN 2239-1126.
  • Tutte le ideologie della storia vengono dalla carne, in Rivista di Scienze Sociali, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, n. 15, aprile 2016, “Erottica. Sguardi obbliqui di corpi dilatati” (a cura di Claudia Scano), codice ISSN 2239-1126.
  • Fenomenologia della prostituzione, in Scienze e Ricerche, rivista bimensile di studi scientifici, ISSN 2283-5873, n. 28.
  • Per una teoria estetica della dittatura, in Scienze e Ricerche n. 33, 15 luglio 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Sammarone, "Dall'era dell'autorità a quella del controllo", intervista al filosofo Danilo Campanella, La Città Quotidiano, Anno 11, mercoledi 27 gennaio 2016, p. 22; Alberto Calle "A colloquio con il prof Danilo Campanella", Politicamente Corretto, 23 novembre 2015.
  2. ^ Danilo Campanella, "Aldo Moro: origine filosofica ed elementi politici dell’umanesimo comunitario", in “Schegge di filosofia moderna XII”, (a cura di) Ivan Pozzoni, deComporre Edizioni, Gaeta 2014, p. 111.
  3. ^ Danilo Campanella, “Da Homo Sapiens ad Homo Videns“, in Rivista di Scienze Sociali n. 13, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, settembre 2014, “Antropologie: Fake in Cina”, codice ISSN 2239-1126 p. 30.
  4. ^ Venerdì alla Libreria dell’Isola il saggio di Danilo Campanella - Cronaca - La Nuova Sardegna, in La Nuova Sardegna, 14 settembre 2016. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  5. ^ Antonio Savio, "Campanella:“Le unioni civili? Nemmeno Ottaviano le voleva!”, La Notizia H24, su lanotiziah24.com. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  6. ^ Campanella D., 2016, La fine del nostro tempo, Dissensi Edizioni, Viareggio, in Università degli Studi di Genova, Facoltà di Architettura, Corso di Psicologia Generale, Annuale, 8CFU , “A.A. 2016 – 2017″, docente Prof. Alessandro Bertirotti;
  7. ^ Danilo Campanella, "Democrazia partecipativa e democrazia tutoriale", in Critica Liberale n. 13, dicembre 2014, 1 dicembre 2014, ISSN 2284-4740, p. 21.
  8. ^ "La fine del nostro tempo": La Gazzetta di Viareggio, su www.lagazzettadiviareggio.it. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  9. ^ Danilo Campanella, “Tutte le ideologie della storia vengono dalla carne“, in Rivista di Scienze Sociali, periodico quadrimestrale a carattere scientifico, n. 15, aprile 2016, “Erottica. Sguardi obbliqui di corpi dilatati” (a cura di ), Claudia Scano.
  10. ^ La teoria del “soggetto di massa”, su www.associazioneitalianadellibro.it. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  11. ^ Danilo Campanella, “Per una teoria estetica della dittatura”, in Scienze e Ricerche n. 33, 15 luglio 2016, pp. 75-76.
  12. ^ Riccardo Narducci, "L’enigma dello Stato islamico: potere, soldi, guerra", in Philomath News, 22 gennaio 2015, dossier con i contributi di Danilo Campanella (Pontificia Università Lateranense), Giuseppe Sacco ( (Luiss e Roma Tre, Fondazione Italia-Usa), Daniele Scalea (Direttore Generale dell’Istituto di Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie), Enrico Verga (CEO di Dreamjobs Lavori Internazionali).
  13. ^ La crisi del nostro tempo - Il Tirreno, in Archivio - Il Tirreno. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  14. ^ Danilo Campanella, " Europa 2.0: Migranti e diritti umani ", lectio magistralis presso la Camera dei Deputati, Sala Aldo Moro, Palazzo Montecitorio; Convegno "Europa 2.0: Migranti e diritti umani", registrato da Radio Radicale a Roma martedì 14 giugno 2016
  15. ^ Radio RadioRadicale, Europa 2.0: Migranti e diritti umani, in Radio Radicale, 14 giugno 2016. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  16. ^ Danilo Campanella, Lectio magistralis al Decimo simposio internazionale “Etica, impresa, lavoro”, mercoledì 23 settembre 2015.
  17. ^ Danilo Campanella | Rivista di Antropologia e Scienze Sociali, ANVUR area 13 Riviste scientifiche, su www.rivistadiscienzesociali.it. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  18. ^ La Nuova Sardegna, Danilo Campanella presenta domani il libro su Aldo Moro - Cronaca - La Nuova Sardegna, 29 agosto 2014, in La Nuova Sardegna, 29 agosto 2014. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  19. ^ Francesca Ragno, "Cultura e divertimento: intervista a Danilo Campanella presidente dell'associazione filomati, in RomaToday, "Cultura e divertimento: intervista a Danilo Campanella presidente dell'associazione filomati - Blog „5 novembre 2011“. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  20. ^ Carlo, Intervista al Presidente dei Filomati Danilo Campanella, 1° luglio 2012. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  21. ^ AracneTv, Intervento di Danilo Campanella, 1° ottobre 2015. URL consultato il 07 ottobre 2016.
  22. ^ Diego Righini, SCIENZA E LAVORO 19 giugno 2015 I di Diego Righini FILOMATI FACIVILTA SCIENZIATI LAUDATO SII, 21 giugno 2015. URL consultato il 07 ottobre 2016.
Controllo di autorità VIAF: (EN309847143
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie