Daniil Semënovič Ėl'men'

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniil Semënovič Ėl'men'

Daniil Semënovič Ėl'men' (in russo: Даниил Семё́нович Эльме́нь?; Ismendery, 29 dicembre 1885Il'inka, 3 settembre 1932) è stato un imprenditore, economista e politico russo di etnia ciuvascia che svolse importanti funzioni durante il periodo della rivoluzione russa e della seguente guerra civile. È considerato il padre della Patria Ciuvascia, durante gli anni della sua vita ha cercato di renderla uno stato indipendente. Fu tra l'altro il primo presidente del Soviet Ciuvascio e direttore del giornale Hypar.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da una famiglia medio borghese, negli anni dell'infanzia e dell'adolescenza aiutò la famiglia nella loro impresa, studiò a Simbirsk, e durante la rivoluzione d'ottobre si unì ai bolscevichi. Dapprima apprezzato per il suo carisma e la sua eloqueza, negli anni dello stalinismo venne considerato persona scomoda e venne allontanato dalla vita politica. Morì il 3 settembre in una casa di riposo, ma si pensa[non chiaro] che sia stato assassinato. Dopo 40 anni venne riabilitato.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

A Čeboksary gli è stata dedicata la via principale e per la sua riabilitazione furono organizzate feste e manifestazioni, così come al suo 80º anniversario dalla scomparsa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN185310685 · ISNI (EN0000 0003 5630 6917 · LCCN (ENn2013013486 · WorldCat Identities (ENn2013-013486
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie