Daniele Contardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Daniele Contardo
NazionalitàItalia Italia
GenereFolk
Folk rock
Rock
Strumentofisarmonica, organetto diatonico, chitarra e strumenti a corda, strumenti a fiato, percussioni
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Daniele Contardo (Torino, 12 dicembre 1967) è un musicista, polistrumentista e attore teatrale italiano.

Si autodefinisce giullare e suonicista randagio[1], contador (cantore in lingua piemontese).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sin dall'infanzia si appassiona alla musica, seguendo il padre Franco che suonava nel gruppo torinese dei Cantambanchi, protagonista del Folk Revival anni '70, trovando comunque il tempo per laurearsi in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Torino.

Fonda gli Abesibé, che fondono teatro, musica e commedia dell'Arte.

Nel frattempo diventa giornalista e collabora con riviste musicali quali Fare Musica, Il Mucchio Selvaggio e con alcune Radio private.

Nel 2003 entra a far parte dei Modena City Ramblers in qualità di polistrumentista e incide con il gruppo gli album ¡Viva la Vida, Muera la Muerte! e Appunti partigiani.
Nel 2005, lascia il gruppo, tornandone però a far parte nel 2009 in occasione di "Onda Libera, Carovana della Legalità nei territori confiscati alle mafie", organizzata da Libera.

Porta avanti numerosi progetti musicali:

  1. FryDa, duetto con Francesco "Fry" Moneti dei Modena City Ramblers
  2. Narrow Men o Come down and meet the folks con il cantautore londinese Jason McNiff, Davide Morandi e Francesco Moneti dei Modena City Ramblers
  3. PANeROSE, quartetto folk
  4. Bandakadabra, banda di ottoni di ispirazione balcanica.
  5. Cantambanchi[2] che talvolta riporta in vita con il fratello Giuliano

Spostandosi in bicicletta porta in giro diversi spettacoli: Vieni avanti, Savoia!, W Marx! W Lennon!, 2 Ruote di Resistenza.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]