Daniela Scalia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniela Scalia

Daniela Scalia (Verona, 9 novembre 1975) è una giornalista, conduttrice televisiva e attrice italiana.

Autrice e attrice della fiction "Sport Crime".[1] Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università di Verona, parla correntemente francese e inglese.

TV[modifica | modifica wikitesto]

Ha iniziato nel 1992 scrivendo di volley per La Gazzetta dello Sport, L'Arena di Verona e Supervolley, quindi ha iniziato a seguire anche per alcune tv regionali del Veneto il campionato di calcio di serie A con le squadre dell'Hellas Verona F.C. e dell'A.C. ChievoVerona. Nell'estate del 2000 ha presentato il magazine sul campionato italiano di Beach Volley in onda su TMC2.

Nel 2004 è passata a Sportitalia[2], dove ha presentato il primo TG nazionale della neonata emittente, lavorando in diversi programmi di calcio e realizzando commenti anche per la testata Eurosport.

La svolta è arrivata nel 2007 con Si Rugby, che ha scritto e presentato con Luca Tramontin, Gianluca Veneziano e il recordman del rugby Stefano Bettarello. Tale programma nasce a partire dal format dell'IRB Total Rugby integrato nel nuovo contenitore che ha dato spazio anche alle varianti meno note di tale sport.

Dal 2008 al 2010 ha curato e condotto il contenitore quotidiano “Prima Ora”, in onda da mezzanotte all'una, per passare poi al TG di Sportitalia24, che ha condotto quotidianamente fino al dicembre 2012.

Nel 2011 ha ideato e presentato con Luca Tramontin il webshow Oval Bin[3][4], un contenitore ovale di curiosità, storia e musica, in cui non sono mancati gli esperimenti in campo da parte dei due conduttori in vari codici di palla ovale o in discipline affini al rugby.

Nell'estate 2011, in vista del Mondiale di Rugby in Nuova Zelanda, ha condotto il TG storico "Story Kiwi TG", un notiziario online surreale e storicamente preciso basato sul meccanismo della "macchina del tempo" durante il quale la conduttrice si collegava con gli inviati Luca Tramontin e Gianluca Veneziano che si trovavano ad assistere agli eventi storici del rugby neozelandese, ad esempio lo sbarco dei coloni, delle navi del capitano Cook o del primo match di Rugby. Ha recentemente dichiarato in un'intervista a Sportincondotta di rimpiangere "Story Kiwi" e il fatto che nonostante l'apprezzamento sia stato chiuso come altri programmi, e addirittura cancellato dalla rete.[5]

Daniela Scalia.jpg

Nello stesso anno, sempre in coppia con Tramontin, ha coperto l'edizione della Coppa del Mondo di Rugby in Nuova Zelanda per il sito di Mediaset Sport con una serie di articoli a cavallo tra tecnica e costume della palla ovale[6].

Da febbraio a maggio 2013 ha curato e condotto, sempre con Luca Tramontin, la trasmissione ESP Hockey, in onda su Espansione tv, programma dedicato al Campionato Svizzero di Hockey Ghiaccio, con riferimenti anche alle strutture di gioco di altri sport di contatto, dalle varie forme di rugby alla pallanuoto.

Sport Crime[modifica | modifica wikitesto]

Sport Crime è la fiction scritta da Daniela Scalia e Luca Tramontin, con la regia di Massimiliano Mazza, le cui vicende ruotano intorno alle investigazioni sportive dell'agenzia Seams. L'agenzia, che ha sede a Lugano, ha come missione la difesa dei valori dello sport e viene chiamata a indagare su casi in cui uno sportivo o una squadra si trovano in pericolo. I ruoli non sportivi sono interpretati da attori, ma la serie si caratterizza per l'uso di veri atleti e situazioni di sport reali e spesso pericolose filmate con tecnologie e linguaggio cinematografici.[7][8][9][10]

Il trailer e il materiale promozionale sono stati filmati a Polcenigo (PN), Rovigo (con la squadra del Rugby Rovigo Delta), Rijeka (con la squadra di pallanuoto del Primorje) e Londra (alla Marylebone Cricket Club Academy del Lord's Cricket Ground).

La direzione musicale di Sport Crime è affidata a Walter Dal Farra, polistrumentista bellunese spesso al basso con l'ex "Le Orme" Tolo Marton e Ian Paice dei Deep Purple. Paice compare anche nella sigla finale del trailer di Sport Crime.[1]

The Legacy Run[modifica | modifica wikitesto]

Intervista a Daniela Scalia su HRT1

Al MIPTV festival di Cannes 2016 Scalia e Tramontin hanno presentato "The Legacy Run", il film tv che anticipa temi, atmosfere e alcuni personaggi della serie e che ha nel cast il leggendario Nino Castelnuovo, vincitore a Cannes della Palma d'Oro con Catherine Deneuve nel 1964 per "Les parapluies de Cherbourg" di Jacques Demy. Castelnuovo, protagonista più recentemente anche del pluripremiato "Il Paziente Inglese" di Anthony Minghella, interpreta il ruolo di Kenny Butler e si è detto entusiasta della sceneggiatura del film e del concept della serie.[11]

Il film è stato girato in parte in Ticino e in parte in Croazia.

La stampa croata ha dato molto spazio all'evento dedicando servizi e interviste televisive oltre a intere pagine sui principali media. Tramontin ha anche raccontato il suo legame con il golfo del Quarnaro e con la lingua croata.[12][13][14][15]

Oltre a Nino Castelnuovo nel cast figura anche Xena Zupanic, che interpreta il personaggio di Janica. I ruoli sportivi sono invece interpretati da veri atleti. L'allenatore di hockey è l'ex portiere dei Boston Bruins Marco Baron, il giocatore di hockey è il nazionale svizzero Flavien Conne e il portiere di hockey è Paolo Della Bella. La squadra di pallanuoto è il Primorje Rijeka mentre l'allenatore è Ivan Asic, ex giocatore e attuale tecnico del Primorje e della Croazia. La pugile è Stefania Bianchini, vincitrice della corona mondiale WBC dei pesi mosca.

Il film è stato trasmesso in prima mondiale dalla TV svizzera RSI il 4 dicembre 2016 con ottimo successo di pubblico.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Daniela Scalia Cricket.jpg

PALLAVOLO Ha iniziato a giocare a volley a 9 anni, dopo aver praticato la ginnastica artistica. Ha sempre giocato a Verona nelle serie minori. Nel 2000 ha vestito la maglia del Volley Verona System (B1), ma non ha mai giocato in partite ufficiali. Ha lasciato il volley nel 2004.

FOOTBALL AUSTRALIANO Nel 2009 ha iniziato ad allenarsi e a giocare a Football australiano e ha guadagnato 1 presenza internazionale capitanando l'Italia contro l'Irlanda alla Euro Cup 2010 a Parabiago (MI).[16][17] Nel 2011 ha creato la lega Orules ma ha dovuto sospendere l'attività sportiva a causa di un problema ai legamenti del ginocchio risalente ai tempi del volley. A 36 anni ha affrontato un'importante intervento chirurgico per prolungare la sua carriera sportiva.

GAA Nel novembre 2014 ha rappresentato l'Italia di football gaelico nel debutto internazionale contro la Francia a Tolosa.[18] È nel roster delle Venetian Lionesses.[19]

CRICKET Dal 2012 gioca a cricket. Ha iniziato con il Kingsgrove Milano quindi nel 2015 è passata all'Olimpia Casteller Cricket Club di Postioma (TV), vincendo la Coppa Italia e arrivando seconda in campionato. Nell'agosto 2015 ha rappresentato l'Italia nella tournée in Irlanda e Jersey, dove le azzurre hanno vinto il torneo europeo.[20]


RUGBY Nel 2015 è entrata nella rosa dell'ASD Rugby Casale, facendo il suo esordio in serie A il 12 aprile 2015 nel match di Torino tra CUS e Casale.

Gioca anche a diversi tipi di hockey[21], così come raccontato anche nello show “Oval Bin”.[22]

Orules/Rugby e altri sport disabili[modifica | modifica wikitesto]

Daniela ha aiutato il suo collega Luca Tramontin ad allenare persone disabili con una formula di palla ovale di pieno contatto studiata e adattata sulle necessità e abilità dei giocatori.[23][24][25]

L'attività consiste in 2 tipi di gioco differenziati per gravità dell'handicap. Orules/normo, con le stesse regole dei normodotati, inclusi i placcaggi e ogni tipo di contatto concesso dal regolamento, per le disabilità meno gravi. Le uniche differenze riguardano la durata dei tempi (gestita dal tutore) e il tipo di riscaldamento. Orules/Rugby, detto anche "Lopagno" dal nome del primo istituto dove è stata sperimentata questa formula, per gli atleti di gravi disabilità cognitive e motorie.

Daniela è vicina a diverse forme di sport di squadra per disabili che organizza e cerca di giocare lei stessa.[26][27]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Fa parte delle "amiche" di "Ferite a Morte", il progetto teatrale sul femminicidio scritto e diretto da Serena Dandini, un'antologia di monologhi sulla falsariga della famosa Antologia di Spoon River di Edgar Lee Master. Daniela è stata sul palco nella tappa al Teatro Romano di Verona del 27 agosto[28] e il 18 novembre al Palazzo dei Congressi di Lugano.[29]

Nel 2003 ha frequentato il corso di Recitazione, Dizione e Arte Scenica al Gymnasium Theatrale della Fondazione ‘G. Toniolo' di Verona diretto da Luciana Ravazzin.

Nella fiction Sport Crime darà vita al personaggio di Dani.

Libri[modifica | modifica wikitesto]

Nel luglio del 2015 è uscito "In onda con 3 dita. Retroscena, humour e rugby di una vita al limite", edito da Miraggi e scritto con Luca Tramontin. In vari capitoli vengono svelati molti meccanismi oscuri che si nascondono dietro le assegnazioni delle telecronache sportive italiane e anche le scappatoie dei telecronisti che non hanno praticato né studiato gli sport che commentano.[30]

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

I diversi programmi di rugby che ha condotto sono stati chiusi nonostante gli ottimi ascolti, le ragioni non sono mai state rivelate apertamente.[31]

Daniela ha dichiarato in un'intervista che la chiusura inspiegata di molti programmi della coppia sarebbe causata dall'impatto positivo di Luca sul pubblico, soprattutto femminile: "Per persone di un certo tipo è difficile accettare che un 48enne con tre dita ti passi davanti nelle classifiche dell'attenzione, soprattutto femminile".[32]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Non si sa molto della sua vita privata, vive tra Verona e Lugano. È stata giocatrice di Orules per i Lugano Bankers, appassionata oltre che di rugby anche di hockey, gioca anche a cricket e a football gaelico.

Aiuta il suo partner tv Luca Tramontin ad allenare varie squadre di disabili.

Ha dichiarato:

« L’uomo represso perché costretto forzatamente a interpretare un ruolo diventa facilmente un automobilista cattivo o un marito violento. Che vada a giocare a hockey se ha davvero tanto coraggio. I più grandi guerrieri in campo sono quasi sempre degli esseri dolcissimi fuori[33] »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ISSUU - Ticino7 by infocdt
  2. ^ Sportitalia - La TV dello sport
  3. ^ Video - IMDb
  4. ^ Ovalbin, La Nuova Trasmissione Online Di Daniela Scalia E Luca Tramontin
  5. ^ PODCAST – LE FAVOLE DELLO SPORT: Daniela Scalia | SportInCondotta.it
  6. ^ Daniela Scalia & Luca Tramontin - Speciale Mondiale Rugby - Sportmediaset
  7. ^ Daniela Scalia: “Sport Crime, la nascita della prima Crime Serie sullo Sport” - Spoome Week
  8. ^ Rugby & Tv: arriva "Sport Crime", la fiction noir
  9. ^ Idea originale ed unica nel suo genere - SPORT & TV Non hanno ancora fatto breccia verso i Network italiani trovando spazio nelle programmazioni Nazionali, ma sarà solo questi...
  10. ^ http://www.tio.ch/PDF/People/775737/Sono-un-maschiaccio-ma-ne-vado-fiera--I-segreti-di-Daniela-Scalia/PDF
  11. ^ Ticinonline - "The Legacy Run", riprese concluse, su www.tio.ch. URL consultato il 30 maggio 2016.
  12. ^ Krimi serija na riječkom bazenu Kantrida! | Teklić
  13. ^ Vaterpolo Primorje – Vaterpolski Klub Primorje Erste Banka – Waterpolo Primorje Croatia | Nestao vaterpolist, istražitelji na Kantridi!
  14. ^ New Swiss Crime Series Filming in Rijeka | Croatia Week
  15. ^ http://www.jutarnji.hr/template/article/article-print.jsp?id=1324368
  16. ^ Ireland defeats Italy in first ever womens international in Europe - Australian Football 2010 Euro Cup in Parabiago (Milan), Italy - SportingPulse International
  17. ^ Italy's women's team heading Down Under - World Footy News
  18. ^ CALCIO GAELICO FEMMINILE – Andata e ritorno storico da Tolosa, le emozioni di Daniela Scalia, su SportInCondotta.it. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  19. ^ Players Profile, su Venetian Lionesses Ladies Gaelic Football. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  20. ^ Tournée in Irlanda e Torneo WT20 International 2015, su www.crickitalia.org. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  21. ^ Daniela Scalia, su www.vikingshockey.ch. URL consultato il 29 ottobre 2015.
  22. ^ Rugby&Comunicazione - Arriva Ovalbin, il web show di Luca&Daniela - Rugby 1823
  23. ^ Disabled Teams - Orules
  24. ^ LA1 - RSI Radiotelevisione svizzera
  25. ^ http://www.ticinonews.ch/ticino/221208/sport-e-disabilita-a-lugano-c-e-potenziale
  26. ^ http://www.ticinonews.ch/sport/227179/sledge-hockey-in-ticino
  27. ^ http://www.tio.ch/News/Sport/Altri-Sport/1024943/Solidarieta-a-due-ruote-ecco-quando-vincono-tutti/
  28. ^ Verona | Ferite a morte
  29. ^ Lugano | Ferite a morte
  30. ^ Rugby, televisione, vita spericolata:a Tramontin bastano tre dita - Tgcom24
  31. ^ Il punto di vista di Daniela Scalia sulla chiusura di Sportitalia - Spoome Week
  32. ^ HOCKEY – SPENGLER CUP 2014: Salta la diretta tv, l'amarezza di Daniela Scalia | SportInCondotta.it
  33. ^ http://www.thecreativebrothers.com/daniela-scaliajournalistcity-sport-field-veronaitaly/