Daniel Bell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Daniel Bell

Daniel Bell (New York, 10 maggio 1919Cambridge, 25 gennaio 2011) è stato un sociologo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Docente alla Harvard University, nel 1960 pubblicò La fine dell'ideologia, nel quale profetizzava la futura fine di un marxismo già in ampio declino.

Analizzò la società post-industriale introducendo nella sua analisi il l'emergere di una "classe dei servizi" e il predominio del settore terziario.

Nel 1972 pubblicò Le contraddizioni del capitalismo, nel quale analizzava la dicotomia tra felicità personale e realizzazione professionale, fattori entrambi teorizzati dai capitalisti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Daniel Bell, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 15 marzo 2011. URL consultato il 25-8-2013.
Controllo di autoritàVIAF (EN31992728 · LCCN (ENn50006506 · GND (DE118658018
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie