daniel (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
William Hicok
Lingua orig.Italiano
Alter egoDaniel Kendrew
Autori
EditoreEditoriale Corno
1ª app.maggio 1975
1ª app. inDaniel n. 1 "L'uomo del braccio della morte"
SessoMaschio
daniel
serie regolare a fumetti
TestiMax Bunker, Maria Grazia Perini
DisegniFrank Verola, Carlo Ambrosini
1ª edizionemaggio 1975 – luglio 1978
Periodicitàmensile
Albi30 (completa)
Generepoliziesco

daniel è una serie a fumetti di genere giallo-poliziesco pubblicata in Italia dall'Editoriale Corno negli anni settanta e ideata da Max Bunker e dal disegnatore Frank Verola. Venne edita con periodicità mensile da maggio 1975 a luglio 1978 per 30 numeri.[1][2] Venne poi ristampata dalla Max Bunker Press prima negli anni ottanta e poi negli anni novanta.[2][3][4]

Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Daniel Kendrew è un tenente di polizia di New York che muore carbonizzato in una clinica in fiamme dove si era recato per arrestare un pregiudicato, nell'intento di salvare la vita a William Hicok, ricoverato per un intervento di chirurgia plastica al volto. Questi è un ex-galeotto condannato per errore alla sedia elettrica e salvato in extremis poco tempo prima dallo stesso Daniel: distrutto dalla terribile esperienza, ha deciso di cambiare il proprio volto e la propria vita. Dopo l'intervento, per un'incredibile coincidenza si ritrova ad avere lo stesso volto del tenente Daniel e decide pertanto di prendere l'identità dell'uomo che gli ha salvato due volte la vita, sacrificando la propria. Se il vero Daniel era un tipo misurato e rispettoso della vita umana, Hicok invece non esita a uccidere, pur senza essere un giustiziere maniacale. Tuttavia, tale trasformazione nel suo comportamento viene intesa da tutte le persone che lo conoscono, come colleghi, amici e fidanzata, come conseguenza del trauma subito nell'incendio.

Elenco albi[modifica | modifica wikitesto]

  1. L'uomo del braccio della morte - maggio 1975
  2. A viso scoperto - giugno 1975
  3. Una coppa al cianuro - luglio 1975
  4. Quel soffio dall'aldilà - agosto 1975
  5. Dodici rose per morire - settembre 1975
  6. Political - ottobre 1975
  7. Azione micidiale - novembre 1975
  8. Lo strangolatore di mezzanotte - dicembre 1975
  9. Digressione per un'indagine - gennaio 1976
  10. Trappola a ragnatela - febbraio 1976
  11. Boomerang - marzo 1976
  12. Una maledizione chiamata droga - aprile 1976
  13. Angoscia per Tony - maggio 1976
  14. Terrore in autostrada - giugno 1976
  15. L'uomo dal calibro 22 - luglio 1976
  16. 44 magnum - agosto 1976
  17. Riscatto a doppia lama - settembre 1976
  18. Il ritorno di Kriminal - ottobre 1976
  19. Caccia a Kriminal - novembre 1976
  20. Natale insanguinato - dicembre 1976
  21. La morte aleggia sulla neve - gennaio 1977
  22. Gioco perverso - febbraio 1977
  23. Il manoscritto che gronda sangue - marzo 1977
  24. Il ritratto di Lady "X" - aprile 1977
  25. La lettera Ypsilon - maggio 1977
  26. Un torbido piano - giugno 1977
  27. Lotta a Mr. Ypsilon - novembre 1977
  28. Il reduce dal Vietnam - febbraio 1978
  29. Intrigo a sorpresa - maggio 1978
  30. Estrema decisione - luglio 1978

Tra aprile 1992 e giugno 1993 la collana è stata ristampata in una serie da 15 numeri (due numeri originali in ogni nuovo albo) dalla MBP - Max Bunker Press, in formato bonellide anziché tascabile come l'originale, con alcune nuove copertine disegnate da Paolo Renzi e alcuni disegni aggiuntivi della Drawing Comics. Già negli anni ottanta la MBP aveva iniziato a ristampare la serie, ma l'iniziativa non aveva riscosso i risultati sperati, sicché la ristampa era stata interrotta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ daniel, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 17 luglio 2019.
  2. ^ a b FFF - DANIEL, su www.lfb.it. URL consultato il 17 luglio 2019.
  3. ^ I Classici di Max Bunker, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 17 luglio 2019.
  4. ^ Psyco, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 17 luglio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti