Damsels in Distress - Ragazze allo sbando

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Damsels in Distress - Ragazze allo sbando
Titolo originale Damsels in Distress
Paese di produzione USA
Anno 2011
Durata 117 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia
Regia Whit Stillman
Sceneggiatura Whit Stillman
Produttore Martin Shafer, Liz Glotzer
Casa di produzione Westerly Films
Distribuzione (Italia) Warner Bros Pictures
Fotografia Doug Emmett
Montaggio Andrew Hafitz
Musiche Mark Suozzo
Interpreti e personaggi

Damsels in Distress - Ragazze allo sbando (Violet Wister's Damsels in Distress o Whit Stillman's Damsels in Distress) è un film statunitense del 2011 diretto da Whit Stillman ed interpretato da Greta Gerwig, Adam Brody e Analeigh Tipton. Il film è stato presentato alla 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia[1] ed al Toronto International Film Festival;[2] è uscito nelle sale Mercoledì 1º agosto 2012.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Appena giunta nel college di Seven Oaks, Lily viene avvicinata da tre ragazze che professano l'igiene personale e i profumi costosi come base per una vita felice. Loro sono la dinamica leader del gruppo Violet Wister, la più tranquilla Rose e la bella Heather. Le ragazze cercano di aiutare i ragazzi depressi del college con un programma di musica, balli e cura del proprio aspetto e si occupano di fornire sostegno ai giovani universitari con tendenze suicide. Lily si lascia coinvolgere dal loro altruismo nei confronti degli studenti mediocri e depressi collaborando a curarli con caffè, ciambelle e chiacchiere terapeutiche. Lily avrà subito prova della loro capacità comunicativa, quando un giorno consoleranno una ragazza Priss disperata perché lasciata dal fidanzato. Lily ha un debole per Xavier, ma lui è già fidanzato con Alice. Un pomeriggio sul sofa Priss ha una discussione con l'amico Thor perché lui non sa distinguere i colori. Frank bacia Priss e vedendoli, Violet si rende conto che ne era veramente innamorata, anche se lui ha ridotte capacità mentali. Lily ne parla con Charlie e mentre prendono un Martini, viene Xavier e la porta via con una scusa, perché lui pensa stia cercando di farla ubriacare. Violet è davvero triste, è la prima volta che si sente davvero disperata per qualcuno e scopre che anche Frank è riuscito a farla soffrire malgrando lei lo avesse scelto perché pensava non sarebbe mai successo. Violet è depressa, cammina sotto la pioggia e le sue amiche la cercano, trovandola in un motel. Alice e Xavier si lasciano perché lei era gelosa di Lily, non sopportava la loro amicizia e Lily non se ne era mai accorta, mentre vedono un film Lily e Xavier si baciano. Le ragazze vogliono conoscere Charlie ma Lily non ne ha molta intenzione perché le piace averlo come corteggiatore. Qualche giorno dopo per caso vedono Charlie, Lily lo presenta come uno che lavora nel ramo dello sviluppo strategico ma a Violet pare di riconoscerlo, gli chiede se frequenta un corso di scienze dell'educazione ma lui nega. Allora il giorno successivo torna a lezione e lo vede con dei suoi amici; scopre che il suo vero nome è Fred, in caffetteria lui le dice che non stava mentendo la simulando, perché si vergogna di essere all'ottavo anno di scienze dell'educazione e che offre drink solo per rimorchiare le ragazze. Violet esce con Charlie in biblioteca, anche se le altre lo trovano folle per essersi inventato un'identità falsa. Una sera Lily e Xavier litigano a causa del modo di fare sesso di Xavier, che essendo di religione catara fa sesso non procreativo quindi da dietro e lei lo racconta agli altri del gruppo. Alla presentazione di un ballo da parte di Violet, nasce una simpatia tra Thor e Heather, Frenk si chiarisce con Violet, e Lily balla con Fred, Violet li vede e fugge via.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Neil Young, Damsels in Distress: Venice Film Review, in The Hollywood Reporter, 9/10/2011. URL consultato il 3 March 2012.
  2. ^ Lambert, Christine, Damsels in Distress TIFF premiere photos, in DigitalHit.com, 2011. URL consultato il 12 marzo 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema