Dagalaifo (console 461)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Flavio Dagalaifo (latino: Flavius Dagalaifus; fl. 461-475; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano d'Oriente.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di Areobindo (console nel 434), Dagalaifo sposò Godistea, figlia di Ardaburio (console nel 447) e nipote di Ardaburio Aspare (console nel 434 e collega di Areobindo). Ebbe come figlio il console del 506, Areobindo Dagalaifo Areobindo, e fu quindi consuocero dell'imperatore romano d'Occidente Anicio Olibrio.

Nel 461 fu console in Oriente. Durante il regno di Basilisco (475-476), Dagalaifo, attestato dalle fonti come patricius, accolse nella sua casa a Costantinopoli Daniele lo Stilita, per farlo riposare durante una dimostrazione contro l'imperatore.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore
Flavio Magno,
Flavio Apollonio
Console romano
461
con Flavio Severino
Successore
Imperatore Cesare Flavio Valerio Leone Augusto II,
Imperatore Cesare Libio Severo Augusto