Dafydd ap Gruffydd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stemma araldico di Dafydd ap Gruffydd

Dafydd ap Gruffydd (Gwynedd, 11 luglio 1238Shrewsbury, 3 ottobre 1283) fu principe del Galles dal dicembre del 1282 fino alla sua cattura e alla sua esecuzione nel 1283. Dopo la morte del fratello Llywelyn ap Gruffydd, fu l'ultimo signore gallese libero, eccetto che per il periodo della ribellione.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Principe del Gwynedd, figlio di Gruffydd ap Llywelyn Fawr, detto "l'illegittimo" e Senena, e quindi nipote di Llywelyn il Grande, nel 1241 fu consegnato come ostaggio a Enrico III d'Inghilterra insieme al fratello Rhodri ap Gruffydd, in seguito ad un accordo. Nel 1253 fu invitato a rendere omaggio a Enrico. Nel 1255, insieme al fratello Owain, sfidò l'altro fratello, Llywelyn, che però li sconfisse nella battaglia di Bryn Derwin. Dafydd fu dapprima imprigionato e poi rilasciato l'anno successivo.

Dopo una serie di alterne vicende, nel 1274 Dafydd si unì a Edoardo I d'Inghilterra contro Llywelyn. Avendo però ricevuto per i suoi servigi meno terre di quelle promesse, nel marzo del 1282 attaccò il castello di Hawarden, dando così il via allo scontro finale tra dinastia normanna e Galles (che perderà definitivamente la sua indipendenza). L'ultimo principe del Gwynedd e del Galles regnò per pochi mesi dopo la morte di Llywelyn, rifugiandosi nelle montagne di Snowdonia. Nel maggio del 1283 fu tradito da un gallese e fatto prigioniero.

La resistenza gallese contro re Edoardo era finita: in giugno fu condannato a morte e secondo le fonti fu la prima vittima ad essere punita per un nuovo tipo di crimine: alto tradimento. Fu giustiziato tramite impiccagione, sventramento e squartamento, il 3 ottobre del 1283. Seguì una generale eliminazione della sua famiglia. Tuttavia un membro della casata di Cunedda sopravvisse: era Madoc ap Llywelyn, che nel 1294-1295 guiderà l'ultima rivolta gallese e che sarà l'ultimo nativo a essere riconosciuto Principe del Galles.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Storia Portale Storia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di storia