Dadiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dadiani COA.jpg

I Dadiani (in georgiano: დადიანი) furono una famiglia di nobili, duchi e principi georgiana e una dinastia regnante della provincia occidentale georgiana di Samegrelo.

Il Casato di Dadiani[modifica | modifica wikitesto]

I primi dati circa la famiglia risale al 1046. Presumibilmente, i Dadiani discendono da un certo Dadi del Casato di Vardanisdze. Nominati come ereditari eristavi (duchi) di Odishi (Mingrelia) in ricompensa per i loro servizi militari, la famiglia era diventata il più potente casato feudale nella parte occidentale della Georgia a partire dal decennio del 1280. A quel tempo, i rami della famiglia governarono anche la Svanezia e Guria.

Bagrat VI di Georgia, alla testa di una coalizione di nobili georgiani, nel  1463 sconfisse il suo oppositore Giorgio VIII alla battaglia di Cichori, occupando Kutaisi ed incoronandosi re di Imereti. In cambio dell'aiuto ricevuto, il nuovo sovrano fu costretto a donare un principato (samtavro) ad ognuno dei suoi quattro principali alleati; in questo modo i Dadiani ottennero la Mingreliza, governandola come uno stato semi-indipendente. Nel 1557, il Duca Levan I Dadiani diventò ereditario Principe (mtavari) di Mingrelia e si affermò come sovrano indipendente. Il suo discendente, il Principe Levan III Dadiani fu costretto ad abdicare nel 1691 ed i parenti Dadiani della famiglia Chikovani (in georgiano:ჩიქოვანი) ereditarono il titolo di Principi di Mingrelia ed il cognome Dadiani. Accettando la sovranità russa nel 1802, i Dadiani furono elevati alla dignità di Principi dell'Impero russo (in russo:Дадиани) e godettero di notevole autonomia nei loro affari interni. Niko I Dadiani, l'ultimo Principe di Mingrelia fu deposto ed il suo principato fu abolito dal governo russo il 4 gennaio 1857. Il Principe Niko Dadiani rinunciò ufficialmente ai suoi diritti al trono nel 1868.

Duchi (eristavi) e Principi (mtavari) di Mingrelia[modifica | modifica wikitesto]

Il Palazzo Dadiani a Zugdidi
La Cattedrale di Tsalenjikha che contiene le cappelle dinastiche dei Dadiani

Capi del Casato Principesco di Mingrelia[modifica | modifica wikitesto]

Altri membri della famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]