Dacelo tyro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kookaburra ornato
Spangled Kookaburra.jpg
Dacelo tyro
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Coraciiformes
Famiglia Alcedinidae
Genere Dacelo
Specie D. tyro
Nomenclatura binomiale
Dacelo tyro
(Gray, 1858)

Il kookaburra ornato (Dacelo tyro Gray, 1858) è un uccello appartenente alla famiglia Alcedinidae[2] diffuso in Nuova Guinea e Indonesia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il kookaburra ornato misura circa 33 cm di lunghezza.[3] Il piumaggio ha una vistosa colorazione azzurro brillante sulle ali e sulla coda, mentre è bianco su petto, ventre e gola e scuro a macchie bianche sul capo. Le zampe sono piuttosto corte e il becco è robusto.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di una grande varietà di insetti (tra cui formiche, coleotteri e fasmidi) e altri invertebrati che solitamente cattura su alberi e cespugli o sul terreno. A volte forma dei piccoli stormi e non si può escludere che abbia un sistema sociale complesso con esemplari non coinvolti nella riproduzione che aiutano le coppie nidificanti, analogamente a quanto succede per alcune specie di Alcedinidi australiani. Il nido è un semplice foro posto a fianco di un termitaio a meno di 5 m di altezza.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è stanziale e vive nelle foreste monsoniche di pianura, nelle macchie, nei boschetti delle savane e ai margini delle paludi. È diffusa nella Nuova Guinea meridionale e nelle Isole Aru.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2016, Dacelo tyro, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 16 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Alcedinidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 16 dicembre 2016.
  3. ^ Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley, ISBN 88-88666-80-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dacelo tyro, in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.