Dacelo novaeguineae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kookaburra sghignazzante
Dacelo novaeguineae - Knocklofty.jpg
Dacelo novaeguineae
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Coraciiformes
Famiglia Alcedinidae
Genere Dacelo
Specie D. novaeguineae
Nomenclatura binomiale
Dacelo novaeguineae
(Hermann, 1783)

Distribution laughing kookaburra.jpg

     Areale di D. novaeguineae

Il kookaburra sghignazzante (Dacelo novaeguineae Hermann, 1783) è un uccello appartenente alla famiglia Alcedinidae[2] diffuso esclusivamente in Australia.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Con i suoi 45 cm di lunghezza[3] il kookaburra sghignazzante è il più grande tra i membri della famiglia Alcedinidae. Presenta gola, petto e ventre bianchi, dorso bruno scuro con copritrici alari azzurre e coda marrone con barre più scure; le timoniere hanno la punta bianca. Il capo è bianco anch'esso, ma con la sommità bruna e una striscia oculare marrone. La specie presenta un leggero dimorfismo sessuale: i maschi hanno parte del groppone bianco, mentre nelle femmine esso è marrone con barre scure. Il becco è tozzo e robusto e le zampe sono corte.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le sue dimensioni gli consentono di cacciare una grande varietà di prede; si nutre infatti di insetti, lucertole, serpenti, piccoli uccelli e roditori, che cattura lanciandosi da un posatoio. Una volta adulta la prole resta con i genitori per anni e li aiuta nella gestione del nido, che consiste in una semplice cavità non foderata in un tronco. Per avvisare della presa di possesso di un territorio la coppia e i suoi aiutanti emettono dei caratteristici richiami che ricordano una risata (da cui deriva il nome comune della specie) e assumono una posizione particolare con testa alzata e coda sollevata.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è endemica dell'Australia ed è diffusa nella parte sudoccidentale, orientale e sudorientale del paese, compresa la Tasmania. È stanziale e vive zone aride lontane dall'acqua, in boscaglie e foreste rade.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2016, Dacelo novaeguineae, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 18 dicembre 2016.
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Alcedinidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 16 dicembre 2016.
  3. ^ Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Colin Harrison e Alan Greensmith, Uccelli del mondo, Dorling Kindersley, ISBN 88-88666-80-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]