DFB-Pokal der Frauen 1985-1986

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coppa di Germania 1985-1986
DFB Pokal der Frauen 1985-1986
Competizione DFB-Pokal der Frauen
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore DFB
Date dal 31 agosto 1985
al 3 maggio 1986
Luogo Germania Germania
Partecipanti 16
Impianto/i Olympiastadion, Berlino
Risultati
Vincitore TSV Siegen
(1º titolo)
Secondo SSG Bergisch Gladbach
Statistiche
Incontri disputati 16
Gol segnati 62 (3,88 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1984-1985 1986-1987 Right arrow.svg

La DFB-Pokal der Frauen 1985-1986 è stata la 6ª edizione della Coppa di Germania riservata alle squadre di calcio femminile. La finale si è svolta all'Olympiastadion di Berlino ed è stata vinta dal TSV Siegen, al suo primo titolo nel torneo, superando le avversarie del SSG Bergisch Gladbach con il risultato di 2-0.

Primo Turno[modifica | modifica wikitesto]

Le gare si sono svolte dal 31 agosto al 1 settembre 1985.

Squadra 1 Ris. Squadra 2
KBC Duisburg 6 - 0 Schmalfelder SV
SSG Bergisch Gladbach 1 - 0 Eintracht Wolfsburg
Neustadt Bremen 0 - 4 TSV Siegen
Meteor 06 0 - 0
(dts)
Lorbeer Rothenburgsort
SV Flörsheim 2 - 3
(dts)
Klinge Seckach
Saarbrücken 0 - 4 Bayern Monaco
Niederkirchen 7 - 0 SV Oberteuringen
TuS Binzen 0 - 4 Bad Neuenahr

Replay[modifica | modifica wikitesto]

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Lorbeer Rothenburgsort 1 - 0 Meteor 06

Quarti di finale[modifica | modifica wikitesto]

Le gare si sono svolte tra il 19 e 20 ottobre 1985.

Squadra 1 Ris. Squadra 2
TSV Siegen 5 - 0 KBC Duisburg
Bayern Monaco 5 - 0 Klinge Seckach
Niederkirchen Bianco e Nero.svg 2 - 4 Bad Neuenahr
Lorbeer Rothenburgsort 0 - 4 SSG Bergisch Gladbach

Semifinali[modifica | modifica wikitesto]

Le gare si sono svolte tra il 29 e 31 marzo 1986.

Squadra 1 Ris. Squadra 2
Bad Neuenahr 0 - 3 TSV Siegen
Bayern Monaco 0 - 5 SSG Bergisch Gladbach

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Berlino
3 maggio 1986
TSV Siegen2 – 0Flag of None.svg SSG Bergisch GladbachOlympiastadion (10 000 spett.)
Arbitro:  Günter Wiesel (Ottbergen)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]