DDR-Oberliga 1962-1963

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
DDR-Oberliga 1962-1963
DDR-Fußball-Oberliga 1962-1963
Competizione DDR-Oberliga
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione 16ª
Organizzatore UEFA
Date dal 18 agosto 1962
al 12 maggio 1963
Luogo Germania Est Germania Est
Partecipanti 14
Risultati
Vincitore Motor Jena
(1º titolo)
Retrocessioni Dinamo Dresda
Aktivist Brieske-Senftenberg
Statistiche
Miglior marcatore Germania Est Peter Ducke (19)
Incontri disputati 182
Gol segnati 541 (2,97 per incontro)
Pubblico 1 802 900
(9 906 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1961-1962 1963-1964 Right arrow.svg

L'edizione 1962-63 della DDR-Oberliga è stata il sedicesimo campionato di massimo livello in Germania Est.

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 1962-63 fu approntato l'ultimo cambiamento al formato della Oberliga, che rimarrà in seguito vigente fino all'ultima edizione: fu mantenuto lo stesso numero di squadre partecipanti con le ultime due a retrocedere in Liga, ma il numero di giornate da disputare viene ridotto a 26, con girone di andata e ritorno[1]. Ciò comportò anche una modifica del periodo di svolgimento del torneo, la cui data di avvio sarebbe stata di lì in poi fissata a metà agosto.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il torneo, iniziato il 19 agosto 1962, rivelò subito le protagoniste per la lotta al titolo: già dopo due giornate solamente il Motor Jena poteva vantare punteggio pieno, divenendo quindi la prima squadra del torneo ad assumere il comando solitario della classifica. Già alla successiva giornata gli uomini di Georg Buschner furono ripresi dall'Empor Rostock: le due squadre proseguirono appaiate per due giornate finché, vincendo con la Dinamo Dresda, gli anseatici assunsero il comando della classifica. Di lì in poi la squadra tentò la fuga inseguito dal Motor Jena e dai due club di Berlino (il Vorwärts e la Dinamo): dopo aver avuto la meglio negli scontri diretti, la squadra concluse il girone di andata con due punti di vantaggio sul Motor Jena e sette sui club di Berlino che nel frattempo avevano accusato un calo di rendimento che di fatto li escluse dalla lotta al titolo.

Rimasto unico avversario della capolista, il Motor Jena si rese protagonista nelle prime tre giornate del girone di ritorno di una lenta rimonta su di un Empor Rostock in calo (ottenne solo due punti dei sei disponibili grazie a due pareggi interni e una sconfitta), fino a prendere la testa della classifica alla diciottesima giornata. Di lì in poi il Motor Jena manterrà stabilmente il comando della graduatoria ipotecando il titolo vincendo lo scontro diretto a tre turni dal termine e assicurandoselo con una giornata di anticipo sconfiggendo in casa la Dinamo Berlino.

La lotta per non retrocedere coinvolse diverse squadre, tra cui anche la stessa Dinamo Berlino che nel girone di andata si era proposta come inseguitrice della capolista. Ad uscirne sconfitta fu la Dinamo Dresda, che occupò la penultima posizione per effetto del pareggio all'ultima giornata nello scontro diretto contro il Motor Karl-Marx-Stadt e delle vittorie delle altre concorrenti. Ad accompagnare la Dinamo Dresda in DDR-Liga fu l'Aktivist Brieske-Senftenberg che abbandonò definitivamente la Oberliga dopo aver totalizzato solo sette punti nel girone di ritorno che gli valsero la retrocessione anticipata.

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

DDR-Oberliga 1962-63 Pt G V N P GF GS DR
1. Motor Jena 39 26 17 5 4 49 22 +27
2. Empor Rostock 33 26 13 7 6 42 24 +18
3. Vorwärts Berlino 31 26 11 9 6 41 34 +7
4. Wismut Karl-Marx-Stadt 28 26 10 8 8 43 42 +1
5. SC Lokomotive Lipsia 27 26 12 3 11 38 35 +3
6. Chemie Halle 25 26 9 7 10 38 40 -2
7. Motor Zwickau 25 26 10 5 11 38 41 -3
8. Turbine Erfurt 24 26 10 4 12 45 45 0
UEFA - Inter-Cities Fairs Cup.svg 9. SC Rotation Lipsia 24 26 8 8 10 29 35 -6
10. Dinamo Berlino 23 26 8 7 11 37 32 +5
11. Aufbau Magdeburgo[2] 23 26 10 3 13 44 46 -2
12. Motor Karl-Marx-Stadt 23 26 6 11 9 39 44 -5
1downarrow red.svg 13. Dinamo Dresda 22 26 8 6 12 36 45 -9
1downarrow red.svg 14. Aktivist Brieske-Senftenberg 17 26 6 5 15 22 56 -34

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

600px Giallo Azzurro con banda verticale Bianca.png
SC Motor Jena
  • Germania Est Peter Rock (21)
  • Germania Est Siegfried Woitzat (20)
  • Germania Est Hans-Joachim Otto (14)
  • Germania Est Hilmar Ahnert (11)
  • Germania Est Walter Egelmeyer (11)
  • Germania Est Horst Kirsch (6)
  • Germania Est Franz Röhrer (5)

Record[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Classifica cannonieri[modifica | modifica wikitesto]

Gol Marcatore Squadra
1rightarrow.png 19 Germania Est Peter Ducke Motor Jena
15 Germania Est Eberhard Vogel Motor Karl-Marx-Stadt
14 Germania Est Wolfgang Seifert Turbine Erfurt
Germania Est Siegfried Wachtel Wismut Karl-Marx-Stadt
12 Germania Est Günter Schröter Dinamo Berlino

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Archivio delle stagioni del campionato tedesco orientale, dall'archivio RSSSF
  2. ^ Penalizzato di due punti

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio