D/1978 R1 Haneda-Campos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cometa
D/1978 R1 (Haneda-Campos)
Stella madreSole
Scoperta1 settembre 1978
ScopritoriToshio Haneda -
José da Silva Campos
Designazioni
alternative
1978j, 1978 XX
Parametri orbitali
(all'epoca 2443773,5
22 settembre 1978[1])
Semiasse maggiore3,290 UA
Perielio1,101 UA
Afelio5,479 UA
Periodo orbitale5,97 anni
Inclinazione orbitale5,947°
Eccentricità0,6652
Longitudine del
nodo ascendente
132,254°
Argom. del perielio240,462°
Par. Tisserand (TJ)2,763 (calcolato)
Ultimo perielio9 ottobre 1978 (osservato)
11 novembre 2016 (calcolato)
Prossimo perielio17 aprile 2023 [2]
MOID da Terra0,13492 UA
Dati osservativi
Magnitudine app.10,0(magnitudine)[3] (max)
Magnitudine ass.11,9 (totale)

La cometa Haneda-Campos, formalmente D/1978 R1 (Haneda-Campos), è una cometa periodica appartenente alla famiglia delle comete gioviane, è anche una cometa perduta dato che non è stata riosservata negli ultimi sei passaggi al perielio. La cometa fu scoperta da due astrofili, uno giapponese, Toshio Haneda, e uno brasiliano, José da Silva Campos, che la scoprì dal Sudafrica: dopo l'annuncio della scoperta vennero fuori immagini di prescoperta risalenti al 10 agosto 1978[4] e poi anche al 9 agosto 1978 [5]. Alcuni astronomi ritengono che la cometa possa essere il corpo progenitore dello sciame meteorico delle Capricornidi di ottobre [6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I dati di D/1978 R1 dal sito JPL.
  2. ^ (EN) D/1978 R1 (Haneda-Campos)
  3. ^ (EN) IAUC 3259: 1978j; A0535+26; 1977g
  4. ^ (EN) IAUC 3271: 1978j; 1977g
  5. ^ (EN) IAUC 3275: 1978l; 1978j
  6. ^ (EN) J Wood, The October Capricornid meteor stream, WGN, vol. 16, n. 6, pag. 191 - 194, dicembre 1988

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

V · D · M
La cometa di Halley
Voci principali Cometa periodicaCometa non periodicaCometa perduta
Vedi anche Grande CometaCometa interstellareFamiglia di comete
Sistema solare Portale Sistema solare: accedi alle voci di Wikipedia sugli oggetti del Sistema solare