Cygnus OB2-12

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cyg OB2-12
Cygnus OB2-12 visto da un ipotetico pianeta prossimo alla stella.Cygnus OB2-12 visto da un ipotetico pianeta prossimo alla stella.
Classificazione Ipergigante blu
Classe spettrale B5Iab
Distanza dal Sole 5.000 anni luce
Costellazione Cigno
Coordinate
(all'epoca J2000)
Ascensione retta 20h 32m 40.9589s
Declinazione +41° 14′ 29.286″
Dati fisici
Raggio medio 246 R
Massa
110 M
Periodo di rotazione 1265 giorni
Velocità di rotazione 20 km/s
Temperatura
superficiale
18.500 K (media)
Luminosità
1,9-6,3 x 106(bolometrica) L
Indice di colore (B-V) 3,0
Età stimata 6,43 milioni di anni
Dati osservativi
Magnitudine app. 11,40
Magnitudine ass. -12,2
Parallasse -0,60 ± 2,07 mas
Moto proprio AR: 1,91 mas/anno
Dec: -2,47 mas/anno
Nomenclature alternative
VI CYG 12, JP11 5836, ALS 11417, Cl* NGC 6910, RLP 10, LS III +41 34, CSI+41-20309 2, GSC 03157-00785, 2MASS J20324096+4114291, CXOCyg J203240.94+411428.8, HBHA 4203-50, MHA 289-51, DO 38538, HIC 101364, NSV 13138, 1E 203053+4104.2, Hilt 992, RLP 41, 2E 4378, HIP 101364, ROE 960, 2E 2030.8+4104, IRAS 20308+4104, Schulte 12, EM* AS 424, IRC +40430, UBV M 51941.

Cygnus OB2-12 è una stella ipergigante di colore blu ed estremamente luminosa, con una magnitudine assoluta pari a -12,2, vicino al limite superiore ritenuto possibile per una singola stella, stima tratta da uno studio del 2001 di Massey e colleghi[1]. Ciò rende Cygnus OB2-12 oltre 6 milioni di volte più luminosa del Sole, nonché una delle stelle più luminose conosciute all'interno della Via Lattea.

In un successivo studio del 2012, Clarke e colleghi stimano la luminosità della stella in 1,9 milioni di volte quella del Sole, con una massa pari a 110 masse solari ed un raggio 246 volte quello del Sole[2].

Fa parte dell'Associazione Cygnus OB2, un'associazione stellare di stelle giovani e massicce posta a circa 5000 anni luce da noi in direzione della costellazione del Cigno, in una regione della Galassia dove la luce visibile è fortemente assorbita dalla polvere interstellare nella linea di vista della Terra. Se non fosse per l'estinzione luminosa, la stella avrebbe, vista da Terra, una magnitudine apparente pari a 1,5, ossia molto simile a quella della vicina Deneb, ma a causa delle polveri la magnitudine visuale scende a 11,4, restando dunque invisibile ad occhio nudo e reperibile solo almeno con un telescopio amatoriale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Massey, P.; Degioia-Eastwood, K.; Waterhouse, E., The Progenitor Masses of Wolf-Rayet Stars and Luminous Blue Variables Determined from Cluster Turnoffs. II. Results from 12 Galactic Clusters and OB Associations in The Astronomical Journal, vol. 121, n. 2, 2001, p. 1050. DOI:10.1086/318769.
  2. ^ Clark, J. S.; Najarro, F.; Negueruela, I.; Ritchie, B. W.; Urbaneja, M. A.; Howarth, I. D., On the nature of the galactic early-B hypergiants in Astronomy & Astrophysics, vol. 541, 2012, pp. A145. DOI:10.1051/0004-6361/201117472.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni