Cvetan Sokolov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cvetan Sokolov
Tsvetan Sokolov (Legavolley 2017).jpg
Nazionalità Bulgaria Bulgaria
Altezza 205 cm
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Opposto
Squadra Zenit-Kazan
Carriera
Squadre di club
2003-2009Marek Junion-Ivkoni
2009-2012Trentino
2012-2013Piemonte
2013-2014Trentino
2014-2016Halkbank
2016-2019Lube
2019-Zenit-Kazan
Nazionale
2007-Bulgaria Bulgaria
Palmarès
Transparent.png Campionato europeo
Bronzo Turchia 2009
Statistiche aggiornate al 21 luglio 2014

Cvetan Nikolaev Sokolov (in bulgaro Цветан Соколов?; Dupnica, 31 dicembre 1989) è un pallavolista bulgaro.

Gioca nel ruolo di opposto nello Zenit-Kazan

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera inizia già all'età di 14 anni, con la maglia del Marek Union Ivkoni, squadra di massima divisione in Bulgaria. Nonostante la giovane età si fa notare come uno dei migliori giovani europei, conquistando da minorenne la maglia della sua Nazionale. Questa rapida ascesa lo porta alle luci della ribalta della pallavolo europea.

Viene notato per primo dalla Trentino Volley, grazie soprattutto alla presenza del tecnico bulgaro Radostin Stojčev. Nel febbraio 2008 tra il giocatore e la società era stato raggiunto l'accordo per la stipula di un contratto triennale. Ma il mese successivo la FIPAV emanò una normativa che vietava il tesseramento degli Under-23 stranieri, con l'intento di proteggere e valorizzare i giovani italiani. Diego Mosna intraprese un'azione legale volta a permettere il tesseramento del giovane opposto bulgaro: a suo dire la norma federale andava contro ai trattati di libera circolazione del lavoro dell'Unione europea.

In primo grado vinse la società di pallavolo, in quanto il Tribunale di Trento obbligò la Federazione a permettere il tesseramento[1]. In concomitanza con il ricorso della FIPAV, un intervento del presidente del CONI Gianni Petrucci, fece pendere l'ago della situazione verso le idee di Carlo Magri, presidente FIPAV. Il tribunale trentino si dichiarò incompetente in materia, e la parola passò al TAR del Lazio. La Lega Pallavolo Serie A, con l'intento di smorzare i toni ed uscire dalla trafila legale, propose delle linee guida per valorizzare i giovani italiani[2].

Tsvetan Sokolov ai tempi di Cuneo.

La FIPAV accettò queste proposte, e permise il tesseramento degli Under-23 stranieri, con la clausola della contemporanea presenza in squadra di un Under-23 italiano[3]. Il 22 luglio 2009, nell'ultimo giorno utile per il tesseramento dei giocatori per la stagione 2009-2010, fu possibile ufficializzare il passaggio di Sokolov a Trento[4].

Con la maglia di Trento vince, dopo solo pochi mesi, il primo trofeo della sua carriera, la Coppa del Mondo per club, seguito alcuni mesi dopo dalle vittorie in Coppa Italia[5] e in Champions League. Nelle stagioni successive con la maglia trentina incluse nel suo palmarès anche lo scudetto e la Supercoppa italiana.

Nella stagione 2012-2013 viene ceduto in prestito al Piemonte Volley di Cuneo. Complice l'esclusione dalla rosa di Luigi Mastrangelo, l'allenatore Roberto Piazza decise di schierarlo anche nel ruolo di centrale. Per le sue performance nell'anno solare 2012 venne eletto Miglior giocatore bulgaro[6].

Nella stagione 2013-14 torna nuovamente nella formazione trentina[7]. A pochi giorni dal ritorno a Trento vince la sua seconda Supercoppa italiana, ed ottiene il riconoscimento come Miglior opposto al Mondiale per club concluso al terzo posto[8]. Nella stagione 2014-15 va a giocare nella Voleybol 1.Ligi turca con lo Halk Bankası Spor Kulübü, aggiudicandosi uno scudetto, una Coppa di Turchia e due edizioni della Supercoppa turca.

Nel campionato 2016-17 ritorna in Italia, difendendo questa volta i colori dell'Associazione Sportiva Volley Lube di Treia, sempre in Serie A1, aggiundocandosi nella stessa annata la Coppa Italia, due scudetti e la Champions League 2018-19. Nella stagione 2019-20 si accasa allo Zenit-Kazan, nella Superliga russa.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

2010-11, 2016-17, 2018-19
2015-16
2009-10, 2011-12, 2016-17
2014-15
2011, 2013
2014, 2015
2009, 2010, 2011
2009-10, 2010-11, 2018-19

Nazionale (competizioni minori)[modifica | modifica wikitesto]

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tsvetan Sokolov, bulgaro di 19 anni da tesserare per Ordinanza del Tribunale di Trento. [collegamento interrotto], su volleyballmag.eu. URL consultato il 23 luglio 2009.
  2. ^ Dal confronto le linee guida per il futuro della pallavolo italiana., su legavolley.it. URL consultato il 23 luglio 2009.
  3. ^ Giovani, la Fipav cambia. Via libera a Sokolov., su sportrentino.it. URL consultato il 23 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 12 maggio 2008).
  4. ^ Tsvetan Sokolov nuovo opposto della Trentino Volley., su trentinovolley.it. URL consultato il 23 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2015).
  5. ^ La Coppa Italia è dell'Itas Diatec Trentino!, su trentinovolley.it. URL consultato il 1º febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2010).
  6. ^ a b Bulgaria, Radostin Stoytchev eletto allenatore dell'anno, su trentinovolley.it. URL consultato il 14 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  7. ^ Sokolov torna a Trento, su volleyball.it. URL consultato il 13 maggio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).
  8. ^ a b Mondiale per Club, i premi individuali: Birarelli, Burgsthaler e Sokolov fra i migliori, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2013).
  9. ^ Bulgaria, Tsvetan Sokolov giocatore del 2013, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 marzo 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]