Cuora flavomarginata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tartaruga scatola flavomarginata
Cuora flavomarginata.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Testudines
Famiglia Geoemydidae
Sottofamiglia Geoemydinae
Genere Cuora
Specie C. flavomarginata
Nomenclatura binomiale
Cuora flavomarginata
(Gray, 1863)
Sinonimi

Cistoclemmys flavomarginata
Gray, 1863

La tartaruga scatola flavomarginata (Cuora flavomarginata Gray, 1863) è una rara specie di tartaruga della famiglia dei Geoemididi[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Ne vengono riconosciute due sottospecie[2]:

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È una specie di ridotte dimensioni, tanto che le femmine, leggermente più grandi dei maschi, non superano i 200 mm di lunghezza. Il carapace è ovale, bombato e scarsamente seghettato sui margini; presenta due carene laterali appena accennate e una vertebrale, più evidente, pigmentata di giallo. La colorazione di fondo è scura, da marrone a nera, ed ogni scuto ha una chiazza rossiccia attorno all'areola. Il piastrone, anch'esso ovale, è liscio marginalmente e presenta la tipica cerniera tra scuti pettorali e addominali che consente la chiusura ermetica della corazza nelle testuggini «scatola»; la pigmentazione è uniformemente nera o marrone scura, talvolta con un sottile margine giallo più o meno esteso in lunghezza; gli scuti anali sono privi di intaccature. La testa, marrone chiaro o verde-oliva, è decorata con una banda gialla finemente bordata di nero che si estende longitudinalmente nella regione parietale e post-orbitale[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale si estende nelle province cinesi orientali e sud-orientali (Anhui, Fujian, Henan, Hubei, Hunan, Jiangsu, Jiangxi, Zhejiang), nell'isola di Taiwan e nell'arcipelago giapponese di Ryukyu. È una specie semi-acquatica che popola le aree marginali di foreste umide planiziali e collinari (fino a 500 m di quota), tenendosi sempre in prossimità di raccolte d'acqua. Raramente può essere rinvenuta nei pressi di risaie, stagni e valli fluviali[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

C. flavomarginata è attiva prevalentemente di notte in estate, mentre nei mesi più freschi (aprile-maggio e settembre-novembre) tende ad essere prettamente diurna; il periodo di ibernazione va da ottobre ad aprile. La dieta è onnivora e comprende frutta, vegetali e piccoli invertebrati. Il periodo di deposizione, così come il numero e la dimensione delle uova, varia tra le popolazioni insulari e quelle continentali. Le femmine depongono da 2 a 8 uova, in uno o più nidi scavati nella sabbia o nel terreno tra giugno e settembre[3].

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La sopravvivenza di questa specie è minacciata principalmente dalla riduzione dell'habitat (deforestazione) e dal commercio. C. flavomarginata è utilizzata, infatti, per l'alimentazione e per la medicina tradizionale cinese, oltre che come specie da allevamento (terraristica)[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Asian Turtle Trade Working Group 2016, Cuora flavomarginata, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.1, IUCN, 2017.
  2. ^ a b Cuora flavomarginata, su The Reptile Database. URL consultato il 1º novembre 2016.
  3. ^ a b c d Cuora flavomarginata, su Turtles of the World. URL consultato il 1º novembre 2016 (archiviato dall'url originale il 4 novembre 2016).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili