Cujo (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cujo
Cujo immagine dal film.jpg
Cujo in una scena del film
Titolo originale Cujo
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1983
Durata 91 min
Genere orrore, drammatico, thriller
Regia Lewis Teague
Soggetto Stephen King
Sceneggiatura Don Carlos Dunaway, Laurier Currier
Produttore Neil A. Machlis
Produttore esecutivo Daniel H. Blatt, Robert Singer
Casa di produzione Warner Bros. Pictures
Artisan Entertainment (2003 DVD)
Lions Gate Entertainment (2007 DVD)
Fotografia Jan De Bont
Montaggio Neil Travis
Musiche Charles Bernstein
Interpreti e personaggi

Cujo è un film del 1983 diretto da Lewis Teague, tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cujo è un Cane di San Bernardo ed appartiene a Brett Camber, figlio del meccanico Joe Camber, che vive nella periferia di Castle Rock. Il cane viene descritto come docilissimo, di indole giocosa e amante dei bambini.

Tuttavia, in una soleggiata giornata di giugno del 1980 (l'anno in cui si svolge il romanzo), inseguendo un coniglio selvatico, Cujo si ritrova con la testa incastrata in una piccola caverna infestata dai pipistrelli, e da uno di questi viene morso, contraendo così la rabbia e trasformandosi in un mostro aggressivo ed orrendo. Arriva ad attaccare ed uccidere Joe Camber ed il suo vicino Gary Pervier. Il figlio e la moglie di Joe sono lontani da casa per far visita ad alcuni parenti.

Vic Trenton, pubblicitario, deve allontanarsi da casa sua per seguire un contratto; sua moglie Donna, insieme al figlio Tad, si recano dal meccanico Joe Camber poiché la loro automobile non era in buonissime condizioni, ma non trovano nessuno se non Cujo, che tenta più e più volte di attaccare i due cercando di sfondare e rompere l'automobile, impedendo loro di scappare.

I giorni passano e Donna e Tad sono sempre più sofferenti e accaldati a causa dell'effetto serra provocato dai vetri dell'automobile quasi sempre chiusa; inoltre, poiché rimangono senza cibo né acqua per un po' di giorni, il piccolo Tad risente gravemente di quest'ultima mancanza, infatti si trova in stato di disidratazione, che, aggravato dal caldo cocente, lo porta più volte a perdere i sensi e rimanere immobilizzato, suscitando sempre maggior preoccupazione nella madre. Preoccupato poiché nessuno risponde al telefono dopo diversi tentativi fatti per più giorni, Vic ritorna a casa sua, trovandola deserta, messa a soqquadro e con i letti sfasciati; così chiama la polizia per indagare sulla situazione e viene infine dedotto che l'autore dello scempio è Steve Kemp, il falegname ex amante della moglie che aveva già in precedenza molestato; tuttavia Kemp riesce comunque a dimostrare di non saper niente della sparizione di Donna e Tad. Ricordatosi della preventivata riparazione della macchina, un poliziotto si reca a casa Camber, finendo anch'esso vittima della follia rabbiosa di Cujo.

L'assalto al poliziotto dà comunque il tempo a Donna, che ha assistito alla scena e che è sfinita, di recuperare una mazza da baseball e con essa di percuotere Cujo fino a fargli perdere conoscenza; così la donna recupera la pistola che il poliziotto aveva perduto durante la battaglia con il cane. Dopodiché, credendo di averlo ucciso, Donna prende suo figlio svenuto e lo porta in braccio nella cucina della casa dei Camber, lo posa su un tavolo e lo fa rinvenire facendogli bere dell'acqua e praticandogli la respirazione bocca a bocca. Ma la bestia demoniaca si riprende e con un balzo sfonda la finestra della cucina, poi tenta di assalirli, ma Donna finisce Cujo sparandogli un colpo con la pistola del poliziotto. Poco dopo arriva di corsa Vic a bordo della sua auto, che trova la moglie sulla soglia della casa dei Camber che sorregge Tad, in preda allo shock e alla disidratazione ma sopravvissuto.

Differenze tra film e libro[modifica | modifica wikitesto]

  • La prima e più evidente differenza tra il libro e il film l'abbiamo nel finale, che nel libro è molto più tragico: il piccolo Tad difatti muore per disidratazione mentre Donna fronteggia il cane impazzito;
  • È inoltre assente l'epilogo dove Donna e Vic continuano la loro vita cercando di dimenticare tutto ciò e dove il piccolo Brett Camber riceve per regalo un cane, decidendo insieme alla madre di mantenere la loro casa.
  • Nel libro Vic non interrompe Donna e Steve Kemp mentre stanno litigando, e viene a sapere del tradimento della moglie quando Steve, irritato per essere stato scaricato da lei, si vendica spedendogli una lettera anonima;
  • Inoltre nel film Vic inizia già a sospettare della relazione di Donna vedendola, passando li con la sua auto, litigare con Kemp davanti al laboratorio di quest'ultimo;
  • Non c'è alcun riferimento, nel film, alla possibilità che lo sgabuzzino della cameretta di Tad possa essere abitato da qualcosa di malefico che, proprio quando Cujo è stato affetto dalla rabbia, si sia liberato dall'armadio del figlio. Nel libro infatti, l'entità non viene vista solo da Tad ma anche da Vic mentre Donna e il figlio sono attaccati dal cane;
  • Apparentemente nel film non avviene l'aspro battibecco tra Joe Camber e sua moglie Charity, durante il quale il primo arriva molto vicino a picchiare la seconda con una cinghia;
  • Non viene specificato, nel film, che Steve, dopo aver vandalizzato la casa dei Trenton, termina tale assalto eiaculando sul letto dei due coniugi;
  • Nel film Cujo viene (presumibilmente) ucciso con un colpo di pistola, nel libro Donna lo colpisce ripetutamente con una mazza da baseball, provocando la sua morte per via di una scheggia penetratagli il cervello. Infine, in preda alla follia più totale, Donna riduce a brandelli il cadavere di Cujo;
  • Nel film non è del tutto chiaro che Vic e Roger vogliano far dimettere il professor Sharp per via del fiasco del suo prodotto;
  • È inoltre assente nel film il personaggio della "zia" Evvie - la donna più vecchia di Castle Rock, la quale prevede il caldo di quella futura estate - e di Rob Martin il quale decide di aiutare Vic e Roger nella loro impresa lavorativa;
  • Nel film inoltre Brett e Charity Camber non verranno più mostrati dopo la partenza della loro vacanza, a differenza nel libro in cui Charity è indecisa se abbandonare il marito o tornare da lui, mentre il ragazzino, tremendamente preoccupato per il suo cane avrà anche una crisi di sonno;
  • Nel film è Vic trovare la casa devastata e non il poliziotto mandato a controllare da Vic stesso;
  • Nel film inoltre non viene menzionato il killer di Castle Rock Frank Todd, il quale diviene una specie di "Uomo nero" per i bambini della zona;
  • Nel film l'incontro dei Trenton con Joe Camber avviene dopo che Cujo è stato affetto dalla rabbia, nel libro avviene un anno prima;
  • Nel film inoltre alcune scene sono state tagliate e la maggior parte avvengono in tempi diversi rispetto al romanzo.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

- Cujo compare anche nel film "L'occhio del gatto" (girato l'anno successivo sempre da Teauge e tratto anch'esso da dei racconti di Stephen King). Ha un cameo all'inizio, dove insegue rabbioso il gatto protagonista della storia.

- Viene citato nel film Sinister, film del 2012, diretto da Scott Derrickson.

- Nella stanza di Tad, sul comodino, c'è una lampada dalla forma di un clown che regge in una mano un gruppo di palloncini colorati, chiaro riferimento a It (sempre di King)

-Viene citato nella ottava stagione, episodio 12, della serie televisiva Friends.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema