Cucina yemenita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Saltah è considerato il piatto nazionale dello Yemen

La cucina yemenita rientra nell'alveo delle cucine mediorientali ma si distingue da esse per peculiarità locali. Sono evidenti le influenze straniere in particolare a nord di ciò che era la cucina ottomana e a sud, intorno ad Aden, della cucina indiana Moghul.

Piatti Yemeniti[modifica | modifica wikitesto]

Colazione[modifica | modifica wikitesto]

Per colazione gli yemeniti mangiano piatti caldi, ed in particolari diversi tipi di dolci con un tazza di caffè yemenita o tè. Vengono anche serviti legumi, uova, carne arrostita (d'agnello o manzo) o kebab servito col pane.

Un fatoot di pane fritto e uova

Piatti: fattah, fatoot,[1] ful medames, mutabbaq, e shakshouka.

Pranzo[modifica | modifica wikitesto]

Il pasto principale in Yemen è il pranzo e prevede piatti come: aseed, fahsa, fattah, haneeth, harees, jachnun, kabsa, komroh, mandi, Samak Mofa, shafut, Shawiyah, thareed, e Zurbiyan.

Preparazione del cibo[modifica | modifica wikitesto]

In molte cucine yemenite è presente il forno di tipo tandoor (anche chiamato tannur)[2] [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Salloum, Habeeb, Asian Cooking Made Simple: A Culinary Journey along the Silk Road and Beyond, Habeeb Salloum, 2014, pp. 154–162, ISBN 1-59152-134-3.
  2. ^ Yemen, Marshall Cavendish, 2009, pp. 125–131, ISBN 0-7614-4850-0.
  3. ^ Etheredge, Laura, Saudi Arabia and Yemen, The Rosen Publishing Group, 2011, pp. 111–112, ISBN 1-61530-335-9.
Controllo di autoritàLCCN (ENsh85031929