Cubo-futurismo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kazimir Malevič, L'affilatore di coltelli, 1913, olio su tela, 79.5 x 79.5 cm, Yale University Art Gallery

Il cubo-futurismo è stata la principale scuola di pittura e scultura praticata dai futuristi russi.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Quando Aristarch Lentulov tornò da Parigi nel 1913 ed espose le sue opere a Mosca, i pittori futuristi russi adottarono le forme del cubismo e le combinarono con la rappresentazione del movimento dei futuristi italiani. Kazimir Malevič sviluppò lo stile, che può essere visto nel suo L'affilatore di coltelli (firmato nel 1912, dipinto nel 1913), sebbene in seguito l'abbia abbandonato per il Suprematismo.

I seguenti artisti sono stati associati al Cubo-futurismo:[1]

Gli scultori cubo-futuristi comprendono Iosif Čajkov, Boris Korolëv e Vera Muchina, tutti insegnarono alla scuola d'arte statale sovietica di Mosca, Vchutemas.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Anthony Parton, Cubo-Futurism, in Museum of Modern Art, Oxford University Press, 2009. URL consultato il 7 giugno 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autoritàLCCN (ENsh2001008665