Cruzado brasiliano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cruzado brasiliano
Nome locale (PT) Cruzado brasileiro (pl: cruzados)
1 Cruzado BRC de 1988.png
Moneta da 1 cruzado del 1988 (diritto)
1 Cruzado BRC de 1988 (verso).png
Moneta da 1 cruzado del 1988 (rovescio)
Codice ISO 4217 BRC
Stati Brasile Brasile
Simbolo Cz$
Frazioni Centavo (1/100) (pl. centavos)
Monete 1, 5, 10, 20, 50 centavo (rari)
1, 5, 10 Cz$
Banconote 10, 50, 100 Cz$ (sovrastampate), 10, 50, 100, 500, 1 000, 5 000, 10 000 Cz$
Entità emittente Banco Central do Brasil
Sito web www.bc.gov.br
Periodo di circolazione 28 febbraio 1986 - 15 gennaio 1989
Sostituita da Cruzado nuovo brasiliano dal 16 gennaio 1989
Tasso di cambio 1 000 cruzado = 1 cruzado nuovo (16 gennaio 1989)
Stampa e conio: Casa da Moeda do Brasil (http://www.casadamoeda.gov.br)
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il cruzado è stato la valuta del Brasile tra il 28 febbraio 1986 e il 15 gennaio 1989.[1] Era suddiviso in 100 centavo. Il suo codice ISO era BRC e il suo simbolo era Cz$.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il cruzado fu introdotto in Brasile il 28 febbraio 1986 nell'ambito del "Plano Cruzado", un pacchetto di misure finalizzate al contenimento dell'inflazione.

La nuova valuta ha sostituito il secondo cruzeiro a un tasso di 1 cruzado = 1 000 cruzeiro. La sua introduzione fu caratterizzata dal ritorno del centavo, che era stato abolito nel 1984 a causa della svalutazione del secondo cruzeiro. Alla data della sua introduzione, il cambio tra cruzado e dollaro era di 13,84 BRC = 1 USD.

Il nome cruzado è stato ispirato da quello di un'antica moneta d'oro portoghese, che aveva un valore di circa 400 real e che circolò all'epoca in cui il Brasile era ancora una colonia del Portogallo.

A partire dalla metà degli anni settanta nel paese è iniziato un intenso processo inflazionistico che ha raggiunto il suo apice all'inizio del decennio successivo, e questa situazione alla fine ha prevalso durante la breve esistenza della valuta, contribuendo affinché gli anni ottanta venissero ricordati in Brasile come il "decennio perduto".

Nel 1989 il Brasile si trovò infatti costretto a cambiare nuovamente moneta, introducendo il cruzado nuovo, che ha sostituito il cruzado a un tasso di 1 000 cruzado = 1 cruzado nuovo.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Così come successe con le banconote, le vecchie monete del secondo cruzeiro continuarono a circolare insieme alle nuove monete del cruzado. Poiché tale valuta ebbe vita breve, al momento della sua sostituzione con il cruzado nuovo circolavano ancora monete del secondo cruzeiro, che rimasero in possesso della popolazione, nonostante già prive di valore legale.

Nel 1986 furono introdotte monete in acciaio inossidabile in tagli da 1, 5, 10, 20 e 50 centavo, 1 e 5 cruzado, cui seguirono nel 1987 monete da 10 cruzado. Tutte le monete furono coniate fino al 1988.

Nel 1988 vennero prodotte tre monete commemorative da 100 cruzado per celebrare il centenario della Lei Áurea, che decretò l'abolizione della schiavitù in Brasile. Tali monete furono coniate per la circolazione comune, ma il loro utilizzo fu molto raro. I disegni di queste monete sono stati riportati poi nella serie emessa tra il 1989 e il 1992.

Emissioni regolari[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
1 centavo de Cruzado BRC de 1986.png 1 centavo de Cruzado BRC de 1986 (verso).png 1 centavo 15,0 mm 1,45 mm 1,60 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 100 000 000
1987 1 000 000
1988 1 000 000
5 centavo 16,0 mm 1,45 mm 1,81 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 99 282 000
1987 1 000 000
1988 1 000 000
10 centavos de Cruzado BRC de 1986.png 10 centavos de Cruzado BRC de 1986 (verso).png 10 centavo 17,0 mm 1,45 mm 2,05 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 200 000 000
1987 245 628 000
1988 21 293 000
20 centavo 19,0 mm 1,45 mm 2,55 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 140 000 000
1987 157 500 000
1988 16 000 000
50 centavo 21,0 mm 1,65 mm 3,65 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 200 000 000
1987 201 884 000
1988 131 255 000
1 Cruzado BRC de 1988.png 1 Cruzado BRC de 1988 (verso).png 1 Cz$ 23,0 mm 1,65 mm 4,38 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 235 500 000
1987 403 600 000
1988 321 216 000
5 Cz$ 25,0 mm 1,65 mm 5,21 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 23 giugno 1986 - 15 gennaio 1989 1986 97 263 000
1987 141 000 000
1988 291 906 000
10 Cruzados BRC de 1988.png 10 Cruzados BRC de 1988 (verso).png 10 Cz$ 27,0 mm 1,65 mm 6,06 g Acciaio inossidabile BRASIL, valore e data Stemma nazionale 29 settembre 1987 - 15 marzo 1990 1987 131 500 000
1988 608 736 000
Emissioni commemorative[2]
Immagine Valore Parametri tecnici Descrizione Periodo di circolazione Data di emissione Tiratura Note
Diritto Rovescio Diametro Spessore Massa Composizione Diritto Rovescio
100 Cz$ 31,0 mm 1,90 mm 9,95 g Acciaio inossidabile Uomo nero, "CENTENÁRIO DA ABOLIÇÃO", "1888 1988", "AXÉ" Valore, "BRASIL", stelle 3 ottobre 1988 - 31 luglio 1993 1988 200 000 100 anni dall'abolizione della schiavitù in Brasile (circolazione comune)
100 Cz$ 31,0 mm 1,90 mm 9,95 g Acciaio inossidabile Donna nera, "CENTENÁRIO DA ABOLIÇÃO", "1888 1988", "AXÉ" Valore, "BRASIL", stelle 3 ottobre 1988 - 31 luglio 1993 1988 200 000
100 Cz$ 31,0 mm 1,90 mm 9,95 g Acciaio inossidabile Bambino nero, "CENTENÁRIO DA ABOLIÇÃO", "1888 1988", "AXÉ" Valore, "BRASIL", stelle 3 ottobre 1988 - 31 luglio 1993 1988 200 000

Banconote[modifica | modifica wikitesto]

Le prime banconote furono costituite da sovrastampe su banconote del secondo cruzeiro, in tagli da 10, 50 e 100 cruzado.

Banconote regolari sono state introdotte nel 1986 in tagli da 10, 50, 100 e 500 cruzado, seguite da quelle da 1 000 cruzado nel 1987 e da quelle da 5 000 e 10 000 cruzado nel 1988.

Queste tre ultime banconote furono utilizzate, con l'apposizione di una sovrastampa a forma triangolare, per il lancio del cruzado nuovo nel 1989.

Serie provvisoria[3]
Immagine Valore Descrizione Periodo di circolazione Note
Fronte Retro Fronte Retro
Brazil-10cruzados-banknote 003.JPG 10 Cz$ Ruy Barbosa Il politico mentre tiene un discorso alla Conferenza di Pace a L'Aia nel 1907 22 aprile 1986 - 15 marzo 1990 Con sovrastampa
50 Cz$ Oswaldo Cruz Edificio dell'"Istituto Oswaldo Cruz" a Rio de Janeiro 22 aprile 1986 - 15 marzo 1990 Con sovrastampa
100 Cz$ Juscelino Kubitschek Edifici di Brasília: Congresso Nazionale, Catetinho e Palácio da Alvorada 22 aprile 1986 - 15 marzo 1990 Con sovrastampa
Serie regolare[3]
Immagine Valore Descrizione Periodo di circolazione Note
Fronte Retro Fronte Retro
10 Cz$ Ruy Barbosa Il politico mentre tiene un discorso alla Conferenza di Pace a L'Aia nel 1907 20 ottobre 1986 - 15 marzo 1990
50 Cz$ Oswaldo Cruz Edificio dell'"Istituto Oswaldo Cruz" a Rio de Janeiro 20 ottobre 1986 - 15 marzo 1990
100 Cz$ Juscelino Kubitschek Edifici di Brasília: Congresso Nazionale, Catetinho e Palácio da Alvorada 20 ottobre 1986 - 15 marzo 1990
500 Cz$ Villa Lobos Il maestro mentre dirige con il quadro "Conquista dell'Amazonas" sullo sfondo 20 ottobre 1986 - 31 ottobre 1990
1 000 Cz$ Machado de Assis Vista di Via 1º marzo a Rio de Janeiro nel 1905 29 settembre 1987 - 31 ottobre 1990
5 000 Cz$ Candido Portinari Il pittore mentre disegna il pannello "Baianas" 15 settembre 1988 - 31 dicembre 1990
10 000 Cz$ Carlos Chagas Lo scienziato nel suo laboratorio 24 novembre 1988 - 31 dicembre 1990

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Diego Antonelli, Do pau-brasil ao real, Gazeta do Povo, 20 luglio 2013. URL consultato il 28 febbraio 2014.
  2. ^ a b (PT) Moedas emitidas pelo BC - Cruzado (Cz$) vigente de 28/02/1986 a 15/01/1989, su Museu de Valores do Banco Central, Banco Central do Brasil. URL consultato il 19 marzo 2014.
  3. ^ a b (PT) Cédulas emitidas pelo BC - Cruzado (Cz$) vigente de 28/02/1986 a 15/01/1989, su Museu de Valores do Banco Central, Banca Central do Brasil. URL consultato il 19 marzo 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chester L. Krause e Mishler Clifford, Standard Catalog of World Coins: 1801-1991, 18ª ed., Krause Publications, 1991, ISBN 0-87341-150-1.
  • Albert Pick, Standard Catalog of World Paper Money: General Issues, Colin R. Bruce II e Neil Shafer (a cura di), 7ª ed., Krause Publications, 1994, ISBN 0-87341-207-9.
  • Claudio Amato, Irlei S. Neves e Julio E. Schütz, Cédulas do Brasil, 4ª ed., San Paolo, Soluções Graficas, 2007.
  • Claudio Amato, Irlei S. Neves e Arnaldo Russo, Livro das Moedas do Brasil, 11ª ed., San Paolo, Soluções Graficas, 2004.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]