Crunkcore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crunkcore
Origini stilistiche Crunk
Screamo
Dance pop
Hip hop
Origini culturali Stati Uniti, metà anni 2000.
Strumenti tipici rapping, chitarra, basso, batteria, sintetizzatore, giradischi
Popolarità Media, gruppi come Brokencyde hanno avuto piazzamenti nella top 100 della Billboard 200[1]
Generi correlati
Electronicore - Nintendocore - Elettrorap - Emo-pop
Categorie correlate

Gruppi musicali crunkcore · Musicisti crunkcore · Album crunkcore · EP crunkcore · Singoli crunkcore · Album video crunkcore

Il crunkcore, noto anche come crunk punk[2], scrunk[3][4] o screamo crunk[5], è un genere musicale che fonde elementi culturali e musicali dei generi screamo e crunk[3]. Musicalmente il crunkcore consiste in voce urlata tipica dello screamo con una base pop rap, dance[2] e testi sessualmente provocatori[3][6][7][8].

Fra i gruppi musicali che vengono solitamente classificati crunkcore vi sono i 3OH!3,[3] i Brokencyde,[2][3][4] i Family Force 5[9] e i Millionaires.[3]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il crunkcore è stato pesantemente criticato da numerose testate del settore, tra cui Kerrang!, che l'ha definito forse il peggior genere musicale mai creato[5].

Sulla stessa linea anche il Boston Phoenix, che lo ha definito come una combinazione di southern hip hop minimalista, vocalizzi corretti con il vocoder, breakdown techno e voce urlata[3].

John McDonnell, in un articolo per il The Guardian, ha scritto che il crunkcore "suona come una canzone di Chamillionaire suonata da una tribute band adolescenziale degli Slipknot.", e ha concluso l'articolo scrivendo:[4]

«Oddio. Sono improvvisamente tornato in me. A cosa stavo pensando? Il crunkcore è la cosa peggiore successa nel mondo della musica da Nine Million Bicycles di Katie Melua

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Classifiche, Allmusic.com. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  2. ^ a b c (EN) Brokencyde biography, Allmusic.com. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  3. ^ a b c d e f g (EN) Scrunk happens: We're not fans, but the kids seem to like it, Thephoenix.com. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  4. ^ a b c (EN) Screamo meets crunk? Welcome to Scrunk!, Guardian.uk. URL consultato il 3 dicembre 2009.
  5. ^ a b (EN) Kerrang! Magazine, Kerrang.com. URL consultato il 3 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 15 aprile 2009).
  6. ^ Ryan Cooper, Crunkcore, in About.com, The New York Times. URL consultato il 19 giugno 2013.
  7. ^ Cici Coquillette, In Defense of Screamo crunk, in Student Life, Washington University Student Media, 27 aprile 2009. URL consultato il 19 giugno 2013.
  8. ^ Steve Lampiris, Latest music genre unlikely to get many listeners 'crunk', in The Badger Herald, The Badger Herald, 14 aprile 2009. URL consultato il 19 giugno 2013.
  9. ^ (EN) Family Force 5, Allmusic.com. URL consultato il 3 dicembre 2009.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]