Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

CrunchBang Linux

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crunchbang Linux
Logo
CrunchBangScreenshot.png
CrunchBang Linux 9.04
Sviluppatore Philip Newborough
Famiglia SO GNU/Linux
Modello del sorgente Software libero
Release corrente 11 Waldorf (6 maggio 2013)
Tipo di kernel Linux
Piattaforme supportate i686, AMD64
Licenza GNU GPL
Stadio di sviluppo Interrotto il 6 febbraio 2015
Sito web crunchbang.org

CrunchBang Linux era una distribuzione Linux basata su Debian, sviluppata da Philip Newborough. Utilizzando come Desktop environment Openbox risulta altamente personalizzabile e particolarmente adatta per computer con hardware non troppo recente.

Philip Newborough ha annunciato la fine dello sviluppo di CrunchBang Linux il 6 febbraio 2015. [1]

Leggerezza[modifica | modifica wikitesto]

CrunchBang Linux non è stato concepito esclusivamente per i vecchi sistemi anche se molti utenti ne apprezzano la velocità e le performance anche dove le risorse di sistema sono limitate. Questo è consentito dalla leggerezza della maggior parte delle applicazioni preinstallate, che per la release 11 "Waldorf", per esempio, comprendono Htop come gestore dei processi, Thunar come gestore dei file e Terminator come emulatore di terminale; il sistema di default inoltre non comprende la gestione della maggior parte delle impostazioni da interfaccia grafica, lasciando all'utente la possibilità di modificare manualmente i file di configurazione.

Passaggio a Debian[modifica | modifica wikitesto]

Dalla versione 10 di CrunchBang Linux, la distribuzione si basa direttamente su Debian e non più su Ubuntu. Dal 7 febbraio 2011 la versione finale di CrunchBang Linux 10 ("Statler"), è disponibile in live CD per le seguenti architetture: i686, i486, o amd64. Con l'eccezione di pochi pacchetti, CrunchBang Linux è costituita interamente da pacchetti disponibili nei repository Debian. CrunchBang Linux utilizza il gestore di pacchetti APT.

Versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • CrunchBang Linux 8.10.01
  • CrunchBang Linux 8.10.02
  • CrunchBang Linux 9.04.01
  • CrunchBang Linux 10 “Statler”
  • CrunchBang Linux 11 “Waldorf”

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Philip Newborough, The end., 6 febbraio 2015. URL consultato il 17 febbraio 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Software libero Portale Software libero: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Software libero