Cruise Bonaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cruise Bonaria
Malta -mix- 2019 by-RaBoe 411.jpg
Cruise Bonaria in bacino di carenaggio a Malta nel 2019
Descrizione generale
Civil Ensign of Italy.svg
Tipotraghetto ro/ro passeggeri e carico
ClasseBonaria
ArmatoreGrimaldi Lines
ProprietàGrimaldi Group
Registro navaleRINA
Porto di registrazioneFlag of Greece.svg Heraklion (2001-2012)
Civil Ensign of Italy.svg Cagliari (2012-2018)
Civil Ensign of Italy.svg Palermo (2018- )
Identificazionenominativo intern.le ITU:
India
I
Charlie
C
Uniform
U
Sierra
S
(India-Charlie-Uniform-Sierra)

Numero MMSI: 247322400
Numero IMO: 9220330

CostruttoriFincantieri
CantiereSestri Ponente (GE), Italia
Impostazione29 aprile 2001
Varo14 giugno 2001
Entrata in servizio11 dicembre 2001
Nomi precedentiOlympia Palace (2001-2012)
Bonaria (2012-2018)
Statoin servizio
Caratteristiche generali
Stazza lorda36.825 tsl
Portata lorda6.700 tpl
Lunghezza214 m
Larghezza26,4 m
Pescaggio6,9 m
Propulsione4 Motori Wärtsilä 16V46C diesel 67.200 kW
Velocità29,5 nodi (55 km/h)
Numero di ponti8
Capacità di carico660 auto o 1.560 m.l.
Numero di cabine190
Passeggeri1.711

Bonaria, su leonardoinfo. URL consultato il 20 settembre 2016.
(SV) M/S OLYMPIA PALACE, su faktaomfartyg.se. URL consultato il 20 settembre 2016.

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

Cruise Bonaria è una nave traghetto costruita dalla Fincantieri di Sestri Ponente. Dal 2018, opera per la compagnia di navigazione Grimaldi Lines

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La Bonaria dispone di 190 cabine standard e lusso suddivise in 101 cabine interne con quattro posti letto, 75 cabine esterne con quattro posti letto, 5 suite esterne due letti e divano letto, 7 suite esterne con letto matrimoniale e divano letto e 2 cabine per portatori di handicap, per un totale di 732 posti letto. In aggiunta alle cabine sono presenti 108 poltrone di seconda classe.

Spinta da quattro motori Diesel Wärtsilä, la nave può raggiungere una velocità di circa 30 nodi. Può imbarcare 110 autovetture assieme a circa 140 semirimorchi, o in alternativa 660 autovetture. Dispone inoltre di 3 bar, (Olympia 460 posti, Armonia 334 + 118 posti, Poseidon 100 posti), un self service da 268 coperti, un ristorante da 160 coperti, una discoteca, un cinema, uno shopping center, internet corner, casinò, area videogiochi, area bambini e una piscina all'aperto.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Minoan Lines (2001-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Olympia Palace in servizio per Minoan Lines ad Ancona nel 2009.

La nave viene costruita dallo stabilimento Fincantieri di Sestri Ponente, venendo consegnata alla Minoan Lines nel dicembre 2001. Viene inserita assieme alla gemella Europa Palace sulla rotta più importante per la compagnia, la Patrasso - Igoumenitsa - Ancona, collegando l'Italia alla Grecia in meno di 19 ore. La nave ha servito anche la rotta domestica greca tra continente e l'isola di Creta: Candia - Pireo. Dal 2009 il traghetto viene spostato sulla rotta Patrasso - Igoumenitsa - Venezia, in seguito all'entrata in servizio di unità più grandi come le gemelle Cruise Olympia e Cruise Europa che ne prendono il posto sulla rotta da e per Ancona.

Durante la crisi economica che attanaglia l'Europa ed in particolare la Grecia, e ad una conseguente perdita di traffico merci e passeggeri tra Italia e Grecia, la Minoan Lines decide nel 2012 di chiudere la rotta da e per Venezia, lasciando la Olympia Palace e la gemella in disarmo o in rinforzo ad altre linee e mettendole di fatto sul mercato.

Tirrenia CIN (2012-2018)[modifica | modifica wikitesto]

Bonaria in servizio per Tirrenia a Genova nel 2013.

Nell'estate 2012 viene noleggiata alla neonata Compagnia Italiana di Navigazione con lo scopo di sostituire vecchi e lenti traghetti Tirrenia inseriti sulle rotte tra Civitavecchia e Cagliari rilanciando così l'immagine della nuova compagnia appena privatizzata.

Le due navi giungono ai cantieri navali Palumbo di Messina il 19 luglio 2012 per le certificazioni e il cambio nome, ma la necessità di inserire in linea il traghetto per l'esodo estivo fa sì che l'imbarcazione assuma una livrea ibrida tra la classica fiancata bianco-rossa Minoan e la grande scritta Tirrenia in blu.

La tratta viene così coperta in 11 ore contro le 15/16 ore delle vecchie navi. La rotta non viene comunque percorsa alla potenziale velocità di crociera della nave (circa 30 nodi) che la renderebbe antieconomica per gli elevati consumi che si andrebbero a sommare ad un non elevato traffico e tariffe imposte dal Ministero dei Trasporti, per cui la linea viene percorsa ad una più modesta e comunque importante velocità compresa tra i 21 e i 22 nodi che impegnano solo due dei quattro potenti motori.

Durante il periodo invernale lascia la sua rotta preferenziale Civitavecchia-Cagliari spostandosi sulle rotte Genova - Porto Torres o Civitavecchia - Olbia, dove è più necessario avere maggiore capacità merci, spostando su Cagliari le meno capienti unità Bithia.

Grimaldi Lines (2018-2020)[modifica | modifica wikitesto]

Terminato il noleggio alla Tirrenia CIN, il 22 gennaio 2018 il traghetto viene restituito a Grimaldi Lines[1], che la ribattezza Cruise Bonaria. Con la Grimaldi opera sulla tratta Civitavecchia - Olbia.

La nave cruise bonaria sarà sostituita dal knossos palace da dicembre mentre il cruise bonaria andrà in grecia per conto di minoan lines

Incidente[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 giugno del 2020 alle 19:45, la nave, mentre arrivava a Olbia sviluppò un incendio scaturito da un semirimorchio di un camion nel garage di prua, spento dalla Guardia Costiera e dal rimorchiatore Mascalzone Scatenato[2]

Navi gemelle[modifica | modifica wikitesto]

Seppure diversi nella configurazione interna e negli allestimenti la nave appartiene alla stessa serie delle altre 2 unità della flotta Minoan: Knossos Palace e Festos Palace, e alle 5 unità tipo Bithia / Nuraghes della Tirrenia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pili, Tirrenia: "Spariscono le navi Bonaria e Amsicora e tornano quelle vecchie di 40 anni", su ilmessaggero.it. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  2. ^ Incendio sul traghetto Grimaldi in arrivo a Olbia da Livorno, su ilmessaggero.it. URL consultato il 18 giugno 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Foto nave, su faktaomfartyg.se. URL consultato il 4 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 17 aprile 2008).
  • Foto interni, su faktaomfartyg.se. URL consultato il 4 ottobre 2007 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2008).