Cronologia della città di Siracusa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Cronologia della città di Siracusa secondo gli eventi principali della sua storia.

Fondazione della colonia greca
734 a.C. Presunta fondazione di Siracusa ad opera di un gruppo di Corinzi guidati da Archia assieme al poeta Eumelo di Corinto.
664 Fondazione della prima colonia siracusana, Akrai
643 Fondazione di Casmene come avamposto militare sul monte Lauro.
598 Fondazione di Kamarina nell'attuale provincia di Ragusa
553 Kamarina si rende indipendente grazie a una ribellione sostenuta dai siculi
I primi tiranni
485 Gelone, tiranno di Gela conquista Siracusa e diviene a sua volta il primo tiranno della città. In quello stesso anno distrugge Kamarina e deporta la popolazione.
481 Gelone conquista Megara Hyblaea.
480 Gelone guida Siracusa verso la vittoria nella battaglia di Imera. In conseguenza di ciò verrà poi costruito il tempio di Athena.
478 Morte del tiranno Gelone, gli succede il fratello Gerone I
476 Gerone I vince i giochi olimpici alla quadriga. riporterà altre vittorie anche nel 472 e nel 468 a.C.
466 Muore Gerone e gli succede Trasibulo.
465 A causa del potere dispotico di Trasibulo i siracusani si ribellano mandandolo in esilio, nasce così un governo democratico.
Il periodo democratico
452 Siracusa dichiara guerra a Ducezio assieme all'alleata Akragas.
450 Ducezio viene sconfitto a Motyon e fatto prigioniero verrà poi mandato in esilio a Corinto.
430 Nasce il filosofo Filisto
415 Nell'estate di quell'anno inizia la guerra contro Atene che attaccherà Siracusa in quella che verrà definita Spedizione ateniese in Sicilia.
414 Siracusa viene posta sotto assedio da Atene, ponendola in una condizione di estrema difficoltà.
413 Grazie all'intervento del generale spartano Gilippo le sorti della guerra si capovolgono e la città riesce a sconfiggere gli ateniesi grazie alla battaglia dell'Asinaro
412 Siracusa invia un corpo di spedizione a Sparta, impegnata nella guerra del Peloponneso, con a capo Ermocrate. Nello stesso tempo Diocle diviene a capo del governo della città intraprendendo una serie di riforme democratiche.
409 Diocle intraprende una battaglia contro i Cartaginesi ad Himera, commettendo un grave errore determina la conquista della città e per questa ragione l'anno successivo venne bandito da Siracusa.
406 Dopo la caduta di Akragas nelle mani dei Cartaginesi i generali agrigentini e il generale siracusano Dafneo, vennero processati a Siracusa e accusati di alto tradimento. Durante il processo si mise in luce un giovane promettente oratore Dionisio.
L'epoca dei Dionigi
405 Sale al potere come tiranno Dionisio I dopo essere diventato, per meriti militari, strategòs autokràtor.
402 Vengono costruite a tempo di record le cosiddette mura dionigiane attorno a Siracusa e migliorato il Castello Eurialo.
397 Siracusa viene messa sotto assedio dai Cartaginesi.
394 Secondo un decreto ateniese Dionisio I viene definito come "arconte di Sicilia"
388 Primo viaggio di Platone a Siracusa
387 Fondazione della colonia di Ancona
385 Fondazione della colonia di Adria
384 Fondazione della città di Pharos nell'attuale Croazia
367 Morte di Dionisio I cui succede Dionisio II
364 Secondo viaggio di Platone a Siracusa
361 Terzo ed ultimo viaggio di Platone a Siracusa
357 Inizia la Guerra civile di Siracusa a causa del conflitto tra Dione e Dionisio II, quest'ultimo è costretto a fuggire dalla città.
356 Morte del filosofo Filisto
347 Dionisio II si riprende il trono della polis
344 Fine della tirannide di Dionisio II cui succede Timoleonte
L'epoca di Timoleonte
343 Muore in esilio a Corinto Dionisio II

Siracusa viene assediata da Iceta di Leontini alleatosi con i Cartaginesi.

342 Timoleonte conquista le città di Engyon e Apollonia mandando in esilio Leptine.
341 Vittoria di Timoleonte contro i Cartaginesi nella battaglia di Crimiso.
338 Trattato di pace tra i siracusani e i cartaginesi.
335 Morte di Timoleonte cui succede Sosistrato a capo di un governo oligarchico.
Il regno di Agatocle
316 Agatocle prende il potere diventando tiranno della città attraverso la guerra civile.
311 Inizia l'assedio della città da parte dei cartaginesi che durerà sino al 309.
310 Agatocle fuggito da Siracusa a causa dell'assedio attacca i cartaginesi in Africa.
309 Termina l'assedio cartaginese sulla città.
306 Agatocle si fregia del titolo di basileus per governare la Sicilia.
289 Muore Agatocle e inizia un periodo di anarchia.
Le tirannidi dopo Agatocle
288 Iceta prende il potere divenendo il nuovo tiranno.
287 Nascita dello scienziato e matematico Archimede.
279 Iceta viene mandato in esilio e al suo posto sale al potere Tinione
278 I siracusani chiedono l'intervento di Pirro contro le minacce dei cartaginesi, offrendo la corona della città.
Le ultime tirannidi
270 Sale al potere Ierone II
262 Ierone II invia dei mezzi a sostegno delle legioni romane durante la battaglia di Agrigento.
248 Stipula di un trattato tra Roma e Siracusa che pone le due potenze come alleate.
240 Su richiesta di Ierone II viene costruita da Archia di Corinto, dietro il progetto di Archimede, la Siracusia e successivamente inviata ad Alessandria d'Egitto.

Gelone II diviene co-regnante assieme al padre Ierone II.

226 Ierone II invia degli aiuti alla città di Rodi colpita da un forte terremoto.
216 Muore l'amato figlio di Ierone II, Gelone.
215 Muore Ierone II e gli succede suo nipote Geronimo. Il suo regno dura appena 13 mesi.
214 Prende il potere Adranodoro per appena un anno cui succederanno Ippocrate e il figlio Epicide.

Si rompono i rapporti con Roma che avvia l'assedio della città ad opera di Claudio Marcello.

212 Siracusa capitola per un tradimento al suo interno, termina la sua storia greca e inizia l'epoca romana.
L'epoca romana
75 Marco Tullio Cicerone visita la città e riscopre, coperta dai rovi la tomba di Archimede.
73 Gaio Licinio Verre diviene propretore di Sicilia, Siracusa viene depredata di tutti i preziosi posseduti.
61 d.C. L'apostolo Paolo di Tarso, nel suo viaggio per raggiungere Roma si ferma tre giorni in città fondando la prima comunità cristiana.
304 il 13 dicembre viene martirizzata Lucia, che diverrà patrona della città.
Caduta dell'impero romano e invasioni barbariche
535 Il generale bizantino Belisario conquista la città strappandola al dominio degli Ostrogoti e viene accolto come un liberatore.
549 Il re dei Goti Totila cinge d'assedio Siracusa, la mancata conquista della città favorirà poi il dominio bizantino.
Periodo bizantino
663 Costante II trasferisce la capitale dell'impero bizantino a Siracusa.
668 Il 15 settembre l'imperatore bizantino Costante II viene assassinato presso le Terme di Dafne.
768 Sale al soglio pontificio Stefano III unico papa siracusano.
827 Primo tentativo di conquista araba della città mediante un assedio.
878 Al secondo assedio il 21 maggio la città cade sotto le mani degli arabi.
1086 I normanni assediano e poi conquistano Siracusa.
1140 Terremoto[1]
1205 La Repubblica di Genova conquista la città.
1209 Prima visita de re Federico II
1220 Seconda visita dell'imperatore Federico II
1223 Terza visita dell'imperatore Federico II
1224 Federico II soggiorna per un'intera estate
1232 Ultima visita di Federico II
1239 Viene completata la costruzione del Castello Maniace
1282 Anche a Siracusa scoppiano i vespri siciliani, la città scaccia gli Angioini.
Il trecento
1302 Siracusa divenne sede delle regine del Regno di Sicilia, e da queste venne per lungo tempo governata.
1361 Istituzione della Camera reginale.
1365 La famiglia nobiliare dei Bellomo acquista l'edificio di Palazzo Bellomo sede dell'attuale museo.
1397 Viene costruito il Palazzo Montalto in Ortigia.
1536 La camera reginale viene abolita.
1542 Terremoto
1576 16 novembre il senato di Siracusa aveva votato la concessione a Don Pietro Maria Gaetani, Barone di Sortino, dell'uso esclusivo delle acque che gli consentiva il diritto di proibire l'utilizzo a terzi.
Il seicento
1609 Caravaggio fugge da Malta e sbarca a Siracusa ospite del pittore siracusano Mario Minniti
1626 Giuseppe Bonanno, principe di Linguaglossa fonda il borgo agricolo di Belvedere, oggi frazione di Siracusa.
1678 Siracusa si trasforma in "piazza d'armi" attraverso lavori di fortificazione.
1693 La Sicilia sud orientale viene colpita dal disastroso terremoto che distrugge buona parte degli edifici cittadini.
Il Settecento
1722 Le monache del monastero di San Benedetto acquistano l'attiguo palazzo Bellomo.
1760 La prima segnalazione della presenza del papiro nel fiume Ciane risale al 26 marzo 1760 da una lettera scritta dall'abate Salvatore Di Blasi allo studioso siracusano Cesare Gaetani, con la quale il Di Blasi ringraziava lo stesso per la splendida gita sul fiume per vedere i papiri. Successivamente l'interesse turistico verso questa pianta siracusana andrà diffondendosi tra i viaggiatori.[2]
1767 Johann Hermann von Riedesel, diplomatico tedesco visita Siracusa.
1777 Arriva un viaggiatore d'eccezione, Jean Houel il quale esegue una serie di incisioni dei monumenti antichi della città permettendo così anche la loro riscoperta.
1779 Sbarca per due settimane Ippolito Pindemonte che visiterà la città assieme ad un giovane Tommaso Gargallo con cui suggellerà una duratura amicizia
1780 Il vescovo Alagona inaugura il Museo del Seminario
1798 La squadra navale dell'ammiraglio Orazio Nelson sosta nel porto di Siracusa
L'Ottocento
1806 Il 25 aprile Ferdinando I di Borbone visita la città e sosta presso i baroni del Palazzo Beneventano
1808 Nasce il Museo Civico presso l'Arcivescovado, nucleo fondante di quello che sarà il museo archeologico della città.
1835 Durante una visita a Siracusa, a causa di una febbre di colera muore all'interno di una locanda al numero 5 di via Amalfitania in Ortigia il poeta August von Platen-Hallermünde.
1837 La diffusione del colera e le dicerie sulla sua presunta diffusione provocano una rivolta antigovernativa, decretando una pesante punizione alla città: lo spostamento del capoluogo a Noto.Il 13 agosto l'alto commissario Del Carretto, fece arrestare e fucilare in piazza Duomo, a Siracusa, alcuni fra i più accesi cospiratori, fra cui Mario Adorno
Periodo unitario
1860 Il 1º agosto i garibaldini arrivarono a Siracusa decretando il passaggio della città sotto il controllo di Garibaldi.
1865 Siracusa riacquista il proprio ruolo di capoluogo
1866 A causa delle leggi italiane sull'esproprio dei beni della Chiesa, una serie di edifici e chiese siracusane passano in mano allo Stato tra cui Palazzo Bellomo.
1870 Vengono abbattute le mura che la cingono interamente e viene costruito il ponte che collega l'isola alla terraferma
1871 Inizia la costruzione della ferrovia, con la stazione centrale situata a est della città
1872 Nasce l'attuale piazza Archimede, a seguito di un intervento di sventramento.

Il 14 marzo viene posta la prima pietra per la costruzione del Teatro Comunale.[3]

1878 Grazie al Decreto Regio del 17 giugno viene sancita la nascita del Museo Archeologico Nazionale di Siracusa
1886 Viene inaugurato il Museo Archeologico Nazionale di Siracusa a piazza Duomo.
1892 viene inaugurata la stazione marittima di Siracusa
1893 Dopo un viaggio di Algeria lo scrittore André Gide visita la città
1896 Il 7 aprile attracca al porto lo yacht Hohenzollern con Guglielmo II di Germania che in occasione del primo centenario della morte di August von Platen-Hallermünde assiste alla posa di una lapide commemorativa in via Amalfitania.
1897 Il 15 maggio viene inaugurazione il Teatro comunale con la prima del Faust di Gounod.[3]
1901 Palazzo Bellomo viene ceduto all'amministrazione delle Belle Arti per il restauro dell'edificio.
1910 Il 17 settembre giunge in città Sigmund Freud il quale soggiornerà presso l’Hotel des Étrangers
1912 Regno d'Italia istituisce a Siracusa la Tappa coloniale; un ufficio militare per l'invio di soldati in Africa, dipendente dal Deposito centrale Truppe Coloniali con sede a Napoli
1915 Il 19 luglio viene inaugurato il primo tratto della ferrovia Siracusa-Vizzini sino a Solarino
Ventennio fascista e Seconda Guerra Mondiale
1921 Il 18 aprile Filippo Tommaso Marinetti arriva a Siracusa per l'apertura della nuova stagione delle rappresentazioni classiche al Teatro Greco.
1924 Il 13 agosto Benito Mussolini giunge a Siracusa a seguito di un tour propagandistico nell'isola, tenendo un comizio a piazza Duomo.
1933 Nel 1933 il re Vittorio Emanuele III si recò in visita a Siracusa facendo uso del trenino che da Siracusa conduceva a Vizzini attraversando la necropoli di Pantalica.
1937 Il 13 agosto Benito Mussolini torna in città
1943 Il 28 febbraio il sommergibile italiano FR 111 viene intercettato e mitragliato affondando al largo di Capo Murro di Porco facendo morire 18 militari.

Nella notte tra il 9 e il 10 luglio i soldati della 1a brigata britannica atterrano sulla città con degli alianti conquistandola in poche ore nel corso dell'Operazione Ladbroke.

Il 3 settembre nelle campagne di Cassibile viene firmato l'Armistizio tra l'Italia e gli Alleati.

Dopoguerra
1948 Nascita del museo di Palazzo Bellomo
1953 Apre il Syracuse War Cemetery per accogliere le spoglie dei soldati britannici morti durante l'Operazione Ladbroke.

Dal 29 agosto al 1º settembre in un'abitazione nel quartiere borgata avviene la lacrimazione di un quadretto della Madonna

1955 La città accoglie Winston Churchill per una visita ufficiale
1957 Chiude il Teatro Comunale per problemi statici[3]
1966 Iniziano i lavori di costruzione del Santuario della Madonna delle lacrime.
1979 La frazione di Priolo Gargallo si è distaccata divenendo comune a sé stante
1984 Con decreto dell'assessorato "Territorio Ambiente" della Regione Siciliana viene istituita la Riserva naturale Fiume Ciane e Saline di Siracusa
1985 La città si mobilita per la visita di Carlo e Lady Diana
1988 È inaugurata la nuova struttura del Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi presso la Villa Landolina.
Anni '90
1990 Il 13 dicembre la provincia di Siracusa viene colpita da un terremoto che crea diversi danni, soprattutto agli edifici di Ortigia.
1994 Il 6 novembre alla presenza di papa Giovanni Paolo II viene inaugurato il Santuario della Madonna delle lacrime.
1998 È inaugurata la nuova tratta ferroviaria dalla Stazione di Siracusa alla stazione di Targia
Anni 2000
2004 Viene ultimata la costruzione del ponte Santa Lucia per agevolare l'ingresso in Ortigia.
2005 Siracusa assieme al sito di Pantalica diventano sito UNESCO con una cerimonia in cui presenzia il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.[4].

Viene istituita l'Area naturale marina protetta del Plemmirio.

2008 viene inaugurata la pista ciclabile che poi prenderà il nome di Rossana Maiorca
2009 Il 17 ottobre riapre il museo di palazzo Bellomo dopo un lungo restauro.

Dal 22 al 24 aprile Siracusa ospita il G8 ambientale presso il Castello Maniace[5].

2013 Siracusa si candida come Capitale Europea della Cultura 2019 ma viene esclusa.[6]
2014 Demolizione del ponte dei Calafatari.[7] Il Comune finanzia la riqualificazione delle pareti di una scuola tramite alcuni murales in viale Teocrito.[8]
2015 Viene completato il murales dedicato a Santa Lucia nel quartiere Mazzarona.[9]

Il 12 dicembre è stato inaugurato il Parco delle sculture accanto al percorso della pista ciclabile.

2016 Il 13 marzo viene inaugurata una statua in onore di Archimede e posta al rivellino del ponte Umbertino.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mario Baratta, I terremoti d'Italia: Saggio di storia, geografia e bibliografia sismica italiana, Fratelli Bocca, 1901. URL consultato il 15 aprile 2018.
  2. ^ Da un pannello informativo del Museo del Papiro di Siracusa.
  3. ^ a b c Siracusa - Teatro comunale, una storia di sprechi e di interventi tutt'altro che risolutivi - QdS.it, su qds.it. URL consultato il 31 ottobre 2015.
  4. ^ La visita del Presidente
  5. ^ Home - G8Ambiente.it Archiviato il 19 dicembre 2014 in Internet Archive.
  6. ^ Siracusa: esclusione Capitale Europea della Cultura, la parola all'assessore Lo Giudice - Giornale Siracusa, su Giornale Siracusa - News di Siracusa in tempo Reale. URL consultato il 16 marzo 2016.
  7. ^ Gianni Catania, Siracusa. Il ponte dei Calafatari non c’è più. Completata la demolizione, Siracusa Oggi, 31 dicembre 2014. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  8. ^ Siracusa: si conclude la Street Art in Viale Teocrito, il quartiere Borgata è entusiasta - Giornale Siracusa, su Giornale Siracusa - News di Siracusa in tempo Reale. URL consultato il 16 marzo 2016.
  9. ^ Siracusa. Un grande murales alla Mazzarrona: omaggio a Santa Lucia del duo Truly Design, su Siracusa Oggi. URL consultato il 16 marzo 2016.
  10. ^ Siracusa rende omaggio ad Archimede: inaugurata la statua, su Repubblica.it. URL consultato il 16 marzo 2016.
Siracusa Portale Siracusa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Siracusa