Crocifissione (Antonello da Messina Anversa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Crocifissione di Anversa
Antonello da Messina 027.jpg
Autore Antonello da Messina
Data 1475
Tecnica olio su tavola
Dimensioni 59,7×42,5 cm
Ubicazione Koninklijk Museum voor Schone Kunsten, Anversa

La Crocifissione è un dipinto olio su tavola di tiglio (59,7×42,5 cm) di Antonello da Messina, datato al 1475 e conservato nel Koninklijk Museum voor Schone Kunsten di Anversa.

Firma[modifica | modifica wikitesto]

L'opera è firmata e datata sul cartiglio che si trova su un'asse spezzata piantata in basso a sinistra.

Descrizione e stile[modifica | modifica wikitesto]

La croce di Gesù campeggia al centro della composizione, secondo le forme canoniche delle Crocifissioni, mentre ai lati si trovano i due ladroni crocifissi su rami tortuosi, che gli fanno assumere posizioni contorte che stridono con la silente compostezza del Cristo. In primo piano si trovano i dolenti, Maria e san Giovanni, colti in un momento di preghiera e di composto dolore. Attorno ad essi si trovano numerosi dettagli simbolici, come i teschi, il gufo, le serpi, tutti oscuri presagi di morte.

Lo sfondo è composto da un paesaggio con un lago che si perde in lontananza, popolato da numerosi animali e tracce della presenza umana, come le rovine di un edificio antico, un castello, delle mura abbandonate. Si tratta di richiami al mondo classico che all'epoca erano frequenti nelle rappresentazioni dell'Italia settentrionale, infatti nel 1475 Antonello si trovava a Venezia.

L'iconografia proviene da un modello nordico, con un'apertura parziale al paesaggio di tipo veneto che si paleserà meglio in opere immediatamente successive, come la Crocifissione di Londra. I personaggi risultano attivi nella scena e l'uso dei dettagli è più curato e, per certi versi, distraente.

Panorama della crocifissione di Anversa - Stretto di Messina

[1][2]

Recenti studi su alcuni paesaggi di Antonello (2010) mettono in evidenza che il paesaggio della crocifissione potrebbe essere ispirato dalla reale visione dello stretto di Messina dalle colline della valle del torrente Camaro, corso d'acqua abbastanza importante che sfociava nello stretto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scoperta-Incredibile-Antonello-da-Messina-ha-ritratto-da-Camaro-265101095364/, facebook.com.
  2. ^ (EN) Massimo Villari and Gianfranco Villari, The Antwerp Crucifixion of Antonello da Messina the place of his inspiration in Camaro, in Eva 2011 Florence (a cura di), Vito Cappellini, Electronic Imaging &the Virtual Arts, Firenze, Pitagora Editrice Bologna, 2011, p. 100, ISBN 88-371-1837-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Pittura Portale Pittura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Pittura