Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Croce di Gerusalemme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Croce di Gerusalemme
Cross-Jerusalem-Potent-Heraldry blank.svg
Croce di Gerusalemme

La croce di Gerusalemme (☩, unicode U+2629) è un antico simbolo dei cristiani d'oriente.

Secondo la tradizione, il blasone del Regno di Gerusalemme, «d'argento, alla croce potenziata d'oro, accantonata da quattro crocette dello stesso», contravviene volontariamente alla regola di contrasto dei colori, per meglio marcare il prestigio totalmente particolare di questa città. In effetti, la scienza araldica proibisce di "sovrapporre" "metallo su metallo", in questo caso, invece, le croci – d'oro – sono sovrapposte al fondale d'argento, ci troviamo quindi di fronte a un'arma d'inchiesta.

La sua origine potrebbe risalire ai fenici, sotto l'aspetto di una croce bianca (talvolta verde) a otto punte. Si suppone che essa rappresenti le otto beatitudini teologali secondo san Matteo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]